Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Art Bonus, l’Amministrazione incontra le associazioni: «Serve l’aiuto di tutti per far vincere Villa Reati».

“Per conquistare il maggior numero di voti serve l’aiuto di tutti. Soprattutto, occorre che la città senta «suo» questo progetto, favorendo il passaparola e chiedendo a tutti un piccolo sforzo per il bene della nostra città”. Così il sindaco di Lissone, Concettina Monguzzi, e l’assessore alla Cultura, Alessia Tremolada, che nei giorni scorsi hanno incontrato le associazioni del territorio col preciso scopo di incentivare la partecipazione loro (e di tutti gli associati) al concorso “Le Reti del cuore”.

Una serata per sensibilizzare i gruppi del territorio sul progetto di Villa Reati e per trasmettere un messaggio semplice ma fondamentale: basta un click sul sito (http://www.leretidelcuore.it) per votare il progetto lissonese e promuovere il "Restauro conservativo e consolidamento della copertura" di Villa Reati. Nel corso dell’incontro è stata esposto il progetto lissonese e sono state illustrate le modalità di voto. Lissone, insieme ad altri 23 comuni della Brianza, ha candidato il proprio progetto di restauro partecipando al contributo Art Bonus messo in palio attraverso il Concorso “Le Reti del cuore”, promosso da Retipiù e BrianzAcque.

A votare saranno direttamente i cittadini. Fino al 5 maggio ogni cittadino con più di 14 anni può votare il progetto di restauro e riqualificazione preferito, fra i quali rientra anche quello di Lissone. Accendendo al sito www.leretidelcuore.it, è sufficiente cliccare su “Vota” e scoprire il progetto di Villa Reati. Per completare la procedura di voto è necessario inserire i propri dati anagrafici ed inserire la password che verrà inviata in automatico.

Il voto è totalmente gratuito, ma può essere espressa una sola preferenza e per questo è necessario spingere tutti a votare: il passaparola farà la differenza! In programma anche due aperture straordinarie per avvicinare la cittadinanza alla Villa e per riscoprire la bellezza della dimora lissonese. Villa Reati sarà aperta con ingresso libero giovedì 25 aprile e sabato 27 aprile dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. Un’occasione da non perdere per osservare da vicino gli affreschi databili tra il XVII e l’XVIII secolo e i soffitti a cassettoni in legno lavorato e dipinto.

Lissone, 8 Aprile 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

Pulizie di Primavera 2019: si chiude un’altra edizione da record

4500 volontari, 15 murales, oltre 130 cantieri, 2200 kg di potature e rami rimossi, 1500 piante aromatiche e 3000 piante stagionali messe a dimora

Monza, 8 aprile 2019. Pulizie di Primavera edizione 2019 ha superato tutti i record: 4500 i volontari che hanno sfidato il tempo per prendersi cura della città, distribuiti negli oltre 130 cantieri aperti, di cui 60 nelle scuole.

Circa 90 i dipendenti comunali impegnati insieme ai volontari, alle guardie ecologiche e ai giovani del servizio civile e ben sette società sportive coinvolte. Cinque gli sponsor che hanno scelto di sostenere la manifestazione.

Il bilancio. Al termine della giornata di lavori l’Ufficio Ambiente informa di avere raccolto presso i vari cantieri 300 kg di plastica, 2200 kg di rami e potature, 250 kg di vetro e 10.300 kg di rifiuti indifferenziati. Nei prossimi giorni si procederà anche alla rimozione di ingombranti, materiale elettronico, ferro, legno e carta.

Numerosi i cantieri che hanno visto i volontari impegnati in attività di giardinaggio e piantumazione, per le quali l’Ufficio Giardini ha fornito in totale 300 sacchi di terra, 600 arbusti, 3000 piante stagionali e 1500 piante aromatiche per l’abbellimento di aiuole, orti scolastici e giardini pubblici.

#ColoriamoMonza15 murales colorati realizzati nei dieci quartieri, realizzati da alcuni artisti per abbellire la città, per cancellare scritte e graffiti e riportare il colore nei luoghi più anonimi e sporchi. Nove i murales realizzati da altrettanti artisti individuati dall’associazione culturale Streeartpiù in collaborazione con Fight the Writers, cui si sono affiancati i giovani di We run the Streets.

Gli artisti coinvolti: Paolo Monga, Viper Haze, Marty Luna, Prosa bang, Poms, Andrea Arrigoni, Elisabetta Oneto, Alberto Salvati, Roberto Spadea, Felice Terrabuio.  Gli altri sei murales sono stati affidati agli studenti dei licei Artistici Nanni Valentini e Preziosissimo Sangue.

Il Sindaco ringrazia i numerosi volontari che hanno contribuito a rendere Monza più bella   e a far crescere il senso di appartenenza alla comunità grazie all’impegno civico e alla cura della città.

 

Print Friendly, PDF & Email

Cosa fare per rilanciare Monza verso un futuro smart&green: incontro tra lo Studio Boeri e dieci associazioni di cittadini.

Le dieci associazioni che hanno presentato all’Amministrazione comunale di Monza una proposta specifica “smart&green” per San Fruttuoso, in vista di una variante al PGT (Piano di Governo del Territorio), hanno incontrato ieri a Milano un team dello Studio di Architettura Boeri, su invito dello stesso architetto Stefano Boeri, che ha introdotto la riunione con un saluto. Si tratta di: Associazione Culturale San Fruttuoso, Confesercenti delegazione territoriale Monza, Comitato San Fruttuoso, Sanfru Basket, ASCO San Fruttuoso, Cittadini Reporter APS, Associazione CambiaMonza, Associazione Il Leone Viola, TurisMonza e Associazione HQMonza. Ricordiamo che Stefano Boeri, l’archistar “inventore” degli edifici a bosco verticale e autore di piani urbanistici e progettazioni in diverse parti del mondo, ha elaborato un progetto per la riqualificazione di un’area dismessa a Monza, in via Foscolo. L’incontro, ha confermato la sostanziale corrispondenza di vedute tra i progettisti esperti e le associazioni di cittadini riguardo al percorso che Monza dovrebbe seguire per rilanciarsi, attraverso un processo di rigenerazione urbana nelle zone periferiche, a partire da una conversione sostenibile delle ex aree industriali. La soluzione è la costruzione di edifici più alti e “verdi” che occupino poco spazio al suolo, con destinazione delle ampie aree rimanenti a parco o bosco urbano. Le associazioni monzesi hanno in particolare segnalato le potenzialità di San Fruttuoso come quartiere-pilota innovativo, a partire da un’ampia area a ridosso del nuovo viale Lombardia, porta d’ingresso a Monza per chi arriva da Milano e dalle autostrade, già oggetto di un masterplan del paesaggista Kipar. Nel quartiere esistono numerose aree ex-industriali dismesse, alcune classificate da tempo, altre più recenti e non ancora catalogate e note. Lo Studio Boeri e le dieci associazioni hanno convenuto che approfondiranno, in prossimi confronti, il tema centrale del rilancio di Monza come città di qualità.

 

Print Friendly, PDF & Email

Salone del Mobile 2019: Lissone guida la delegazione dei Comuni della Brianza

Una visita istituzionale congiunta come segno di vicinanza alle aziende espositrici del territorio, oltre che come conferma del lavoro “in rete” di marketing territoriale che si sta effettuando trasversalmente in Brianza. Sarà il Comune di Lissone, già capofila dal 2014 al 2017 di Brianza Experience, a guidare le città del mobile della Brianza monzese e comasca all’edizione 2019 del Salone Internazionale del Mobile di Milano, il principale appuntamento europeo nel settore dell’arredo e del design. Parteciperanno alla visita in delegazione anche tre Comuni del progetto “Brianza Experience – La via del Saper fare” (Giussano, Figino Serenza e Cantù) e le Amministrazioni Comunali di Desio e Seregno che con Lissone hanno condiviso la progettualità relativa al FuoriSalone 2019.

La visita congiunta dei 6 Comuni che ad oggi hanno confermato la loro presenza si terrà sabato 13 aprile alle ore 10.30. La delegazione si ritroverà nella «red lounge» dei padiglioni di Milano-Rho Fiera dove sarà accolta per un saluto di benvenuto dagli organizzatori del Salone del Mobile di Milano nel corso di un momento istituzionale alla presenza delle Amministrazioni Comunali afferenti a Brianza Experience e rappresentative di Comuni a forte vocazione artigianale e creativa; a seguire, i sindaci avranno poi la possibilità di recarsi personalmente dalle aziende del proprio territorio che espongono nei padiglioni fieristici.

“La presenza della visita in rete dei Comuni della Brianza conferma la progettualità trasversale che si sta compiendo per far conoscere il nostro territorio unendo le forze e superando la logica del singolo orticello – sottolinea Concettina Monguzzi, sindaco di Lissone – la visita in delegazione è la riprova della nostra volontà di operare insieme per far conoscere un territorio dal patrimonio permanente e duraturo quale è quello della Brianza. Lissone si conferma capofila di questa delegazione, dimostrandosi un interlocutore valido ed affidabile, motivato a proseguire in un percorso di vivacità imprenditoriale”.

Lissone, 4 Aprile 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

LE CHIESE DI VIMERCATE E LE VILLE DI ORENO

Visite guidate alla scoperta del territorio Aprile, mese di lunghi ponti, gite fuori porta e vacanze pasquali. Il MUST Museo del territorio ha in programma per questo mese una serie di iniziative per scoprire le meraviglie storico-artistiche presenti sul territorio di Vimercate e di Oreno. Si parte domenica 14 aprile alle ore 11, subito dopo la conclusione della manifestazione podistica La corsa dei campanili, con LA VISITA DEI 5 CAMPANILI, un itinerario guidato alla scoperta dei principali edifici religiosi nel centro storico di Vimercate. Chiese, conventi e campanili che, nel corso degli anni, sono "sopravvissuti" o sono stati trasformati in qualcos'altro: l'antico convento degli Umiliati che oggi ospita case e uffici; l'ex Convento di San Francesco che è adibito a residenza privata; l'Oratorio privato di Villa Sottocasa che è parte del museo MUST; il Monastero di San Lorenzo che è abbandonato e in attesa di riqualificazione e l'antica Chiesa di San Rocco che è stata demolita nei pressi della colonna delle peste vicino al cimitero cittadino. Oltre a questi luoghi "scomparsi", si visiteranno anche le chiese ancora esistenti: il Santuario della Beata Vergine, la Collegiata di Santo Stefano e l'Oratorio di Sant'Antonio. Il ritrovo è al Museo MUST, la quota di partecipazione è di 3 € a persona (gratis per under 18 anni) e si raccomanda la prenotazione (tel. 0396659488 – info@museomust.it). Si prosegue domenica 28 aprile dalle ore 9.45 alle 16.15 con le imperdibili visite guidate alle ville nobili di Oreno: VILLA GALLARATI SCOTTI e la VILLA BORROMEO. Sono previsti diversi turni: le visite guidate alle sale affrescate e al parco di Villa Gallarati Scotti partiranno alle ore 9.45, 11.15, 14.30 e 16.15, con un costo di 6,00 € a persona (3 € ridotto 6/12 anni) e la durata di 1 ora e 15 minuti. Villa Gallarati Scotti rappresenta uno dei migliori esempi di dimora signorile lombarda. L'imponente villa (sec. XVII-XIX) fu trasformata in forme neoclassiche da Simone Cantoni, con l'ampia corte anteriore chiusa da due tempietti e il corpo nobile su tre piani con ampi saloni riccamente arredati e affrescati. Alle spalle si apre il grandioso parco, che nell'impianto all'inglese conserva tracce dell'antico giardino all'italiana, dove emerge il barocco Ninfeo del Nettuno. Le visite guidate al Casino di caccia e al parco di Villa Borromeo partiranno invece alle ore 9.45, 11.30, 14.45 e 16.15, con un costo di 6,00 € a persona (3 € ridotto 6/12 anni) e la durata di 1 ora. Il suggestivo Casino di Caccia (sec. XV) conserva uno straordinario ciclo di affreschi in stile goticointernazionale, con scene di caccia e di amore cortese, tra gli esempi più importanti di pittura profana del Quattrocento in Lombardia. La visita prosegue nello splendido giardino di Villa Borromeo (sec. XVII-XIX), contiguo al parco della Villa Gallarati Scotti con cui crea una vasta zona verde. Per tutte le visite guidate la prenotazione è altamente consigliata al n. 0396659488 o scrivendo a info@museomust.it. Oltre alle visite guidate ad aggregazione libera, vi ricordiamo che, durante tutto l'anno, il MUST propone pacchetti turistici rivolti a gruppi organizzati con la possibilità di visitare i principali luoghi di interesse storico-artistico di Vimercate (MUST, Palazzo Trotti, Chiesa di Santo Stefano, Ponte di San Rocco). Per maggiori informazioni: n. 0396659488 - turismo@comune.vimercate.mb.it. 

 

Print Friendly, PDF & Email

VIMERCATE RAGAZZI FESTIVAL 2019

Lanciata una nuova call rivolta ad associazioni, cooperative e enti del territorio

Il 7, 8 e 9 giugno 2019 tornerà il Vimercate Ragazzi Festival, la rassegna nazionale di teatro (e non solo) per le nuove generazioni con il suo gioioso coinvolgimento della città, dei suoi luoghi e delle persone. Il Comune di Vimercate, promotore dell'iniziativa, ha confermato l’affidamento della direzione artistica e organizzativa a Campsirago Residenza, delleali teatro e Teatro Invito per le prossime tre edizioni (2019, 2020, 2021).

Oltre all'ampio e vario programma di spettacoli di teatro ragazzi che, dopo la chiusura della call per le compagnie teatrali nazionali, è in fase di definizione, la rassegna prevederà anche quest'anno il coinvolgimento delle associazioni locali che proporranno animazioni, laboratori e iniziative rivolte ai più piccoli nei tre giorni del festival.

Proprio per questo motivo è stata lanciata una nuova CALL rivolta ad associazioni, cooperative e enti del territorio che scadrà il 30 aprile. Tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione sono disponibili sul sito www.vimercateragazzifestival.it.

Vimercate, 4 aprile 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

U  M  A  N  E       S  T  O  R  I  E

p e r c h è   é   l a   g e n t e   c h e   f a   l a   s t o r i a

In occasione del suo quinto anniversario “Il Dialogo di Monza” ripropone una mostra di immagini il cui scopo è quello di perpetuare il senso stesso del giornale ovvero, cercare, suggerire e far incontrare fra di loro buone storie.

Curatore della mostra l’artista Enzo Biffi. Ecco i fotografi che esporranno le loro opere:

Anna Fossati

Danilo Arosio

Domenico Carbone

Enzo Biffi

Giovanna Monguzzi

Giuseppe Monguzzi

Inna BlarRoss

Livio Robbiati

Stefania Sangalli

Inaugurazione Giovedì 11 aprile ore 21

Palazzo Terragni - Sala espositiva – Piazza Libertà – Lissone.

INGRESSO LIBERO

L’iniziativa è promossa da Il Dialogo di Monza con il patrocinio del Comune di Lissone ed in collaborazione con l’Associazione ARAL (Associazione Ricerca Alzheimer Lissone), naturalmente insieme all'APS Amici de Il dialogo e con il sostegno della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza

All’inaugurazione sarà presente 

la Sindaca di Lissone  Concetta Monguzzi

 

Print Friendly, PDF & Email

Sanità brianzola. CGIL, CISL e UIL MB ai Sindaci: discutiamo dei servizi

Dopo l’incontro con l’assessore regionale Gallera, le segreterie CGIL, CISL e UIL provinciali, con le rispettive categorie dei pensionati e della Funzione Pubblica, hanno incontrato il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci di ATS Brianza. Alla presidente Molteni e ai consiglieri Bonvicino, Borgonovo, Galbiati e Mariani le OO.SS. hanno ribadito che il futuro della Sanità in Brianza non può essere ridotto esclusivamente a una discussione sui confini di competenza delle aziende socio sanitarie.

Le organizzazioni sindacali hanno proposto ai Sindaci di promuovere, insieme con la Regione e le Direzioni delle stesse aziende, un confronto partecipato che coinvolga i cittadini e la comunità provinciale su ruolo e funzioni che ciascuna struttura ospedaliera deve assumere e su quale debba concretamente essere il rapporto tra ospedali e territorio, proseguendo di fatto quanto cominciato dall’assessorato regionale.

“La stessa proposta sindacale di un’unica ASST in Brianza, dettata dalla necessità di garantire una effettiva programmazione territoriale dei servizi, siamo consapevoli che non risolva i problemi del servizio sanitario che manca di risorse, manca di organici, non promuove l’integrazione sociosanitaria e soprattutto pare mancare di una idea. Piuttosto di rincorrere soluzioni ancora improvvisate, meglio lasciare tutto come oggi e lavorare con continuità ad uno scenario utile al servizio sanitario e sociosanitario in Brianza” spiega Walter Palvarini, segretario della CGIL provinciale.

“Senza una discussione più approfondita e un percorso condiviso il rischio è che, confini o non confini, i diversi servizi facciano sempre più fatica a dare risposte efficaci”. Incalza, nella stessa direzione Mirco Scaccabarozzi della CISL di Monza e Lecco:

“Non è più pensabile che ogni realtà sanitaria del territorio svolga i medesimi compiti. Lanciamo una sfida: proprio nello spirito della legge regionale 23/2015 la discussione deve vertere anche sui servizi territoriali e gli organici, che al di là dei proclami politici della maggioranza regionale, vivono una stagione di forte sofferenza.”

“Già nel 2015 le organizzazioni sindacali confederali erano contrarie ai confini stabiliti a seguito della legge regionale 23, così come erano contrarie alla riduzione dei distretti sociosanitari a semplici ambiti territoriali. Una contrarietà che, alla luce dei risultati e della discussione in corso, trova importanti conferme” ricorda Rina Delpero della UIL territoriale.

Nonostante questo, per CGIL CISL e UIL soluzioni di ripristino dei vecchi confini sono quanto di più sbagliato si possa pensare dopo tre anni di impegnative, costose e non certo indolori riorganizzazioni aziendali, di fatto subite da lavoratori e utenti. Una non-soluzione che determinerebbe altre spese improduttive e inutili. Sono questi i contenuti che le organizzazioni sindacali confederali intendono discutere nei confronti periodici con le Direzioni delle ASST di Monza e di Vimercate e con i consiglieri regionali eletti in Brianza.

Nello stesso tempo proseguiranno le iniziative territoriali di mobilitazione e sensibilizzazione, dando seguito ai presidi organizzati davanti all’ospedale di Carate e poi all’ex Montana di Lissone.

 Monza, 3 aprile 2019

 

 

Print Friendly, PDF & Email

VII EDIZIONE DELLA RASSEGNA DI CINEMA E PSICOANALISI - "L'ESTRANEITA'"

presso Capitol Spazio Cinema lunedì 8 aprile alle ore 20:30

verrà proiettato

CORPO E ANIMA

regia di Ildiko Enyedi (2017)

Intervengono Ambrogio Cozzi (psicoterapeuta, psicoanalista, membro analista ALIpsi), Andrea Bellavita (semiologo e critico cinematografico, Università dell'Insubria), introduce Daniela Atzeni (psicologa Jonas Monza Brianza Onlus)

Jonas Monza Brianza Onlus

 

Print Friendly, PDF & Email

Ri Pensiamoci – secondo ciclo

La forza della ragione nell’epoca della comunicazione globale

DOVE STA ANDANDO IL MONDO?

Ultimo appuntamento del secondo ciclo di Ri Pensiamoci

GIOVEDÌ 4 APRILE, ORE 21

Sala Bella- Istituto Dehon – Via Appiani, 1 Monza

Prof. SALVATORE CARRUBBA

“ Economia e trasformazione della società nel tempo

della globalizzazione e dell’automazione”

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Cosa c’è di buono e cosa di cattivo in questa fase di trasformazione della società, quale l’analisi da fare e le riflessioni che devono essere alla base di un cambiamento di visione politica ed economica del mondo del lavoro e, di conseguenza, del nostro modo di vivere quotidiano.

Credo che, nonostante tutto, occorrano sangue freddo e buona informazione; perché le polemiche sulla globalizzazione stanno diventando sempre più grossolane, eppure capaci di orientare classi politiche spaventate e senza visione – sostiene Carrubba in un suo articolo su Il Sole 24Ore – Capitalismo e globalizzazione devono rilegittimarsi, ricordando gli effetti benefici che hanno apportato all’economia; mostrandosi capaci di comunicarli e di non soggiacere agli slogan più fragorosi e meno fondati; elaborando politiche correttive che non si risolvano semplicemente in quella che in molti tornano a invocare come la panacea, ossia l’intervento degli Stati; ricostruendo quel bilanciamento tra «legittimazione democratica e ordine globale» di cui ha parlato recentemente Martin Wolf.

C’è molto da riformare nel capitalismo, che funziona da secoli proprio perché si dimostra capace di cambiare: oggi, la sfida è quella di ricostruire un concetto diverso di cittadinanza, e un nuovo modello di welfare che affronti i costi sociali, inediti, che la globalizzazione arreca (assieme a tanti benefici)”.

SALVATORE CARRUBBA

Laureato in Giurisprudenza all'Università Statale di Milano, giornalista, è stato Direttore della Fondazione Luigi Einaudi per gli studi di politica ed economia di Roma dal 1978 al 1990. Direttore responsabile di “Mondo Economico” e poi dal 1993 al 1996  del quotidiano Il Sole 24 Ore, per il quale è attualmente editorialista oltre ad essere conduttore di una rubrica settimanale di recensioni librarie su Radio 24. Nel 1997 viene nominato dal sindaco Gabriele Albertini assessore alla Cultura del Comune di Milano, incarico che mantiene fino al 2005. È professore a contratto presso l'Università IULM. Ricopre le cariche di: Direttore scientifico della Scuola di comunicazione dell'Università IULM; Presidente del Piccolo teatro di Milano; Presidente della Fondazione Collegio delle università milanesi; vice Presidente della Fondazione Sicilia; vicepresidente dell'ente Lac di Lugano; Presidente del Comitato di Milano dell'Istituto per la storia del Risorgimento italiano; Direttore della rivista Il Risorgimento. Autore di vari libri, tra cui “L’arte della libertà” (Mondadori), con Flavio Caroli; e “Il cuore in mano” (Longanesi), sulle trasformazioni di Milano.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)