Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

RIQUALIFICAZIONE EX OSPEDALE

Il Sindaco di Vimercate Francesco Sartini: «Nessun passo indietro. Ancora in queste ore il canale di collaborazione con ASST e Regione è aperto»

Il Sindaco di Vimercate Francesco Sartini risponde a una notizia apparsa oggi sulla stampa locale e ripresa dai social network circa una presunta retromarcia dell’Amministrazione Comunale di Vimercate in merito all’accordo di programma relativo alla riqualificazione dell’area ex ospedale.

«Mi sento in dovere di intervenire – dichiara il Sindaco Sartini – perché la ricostruzione della situazione inerente il progetto ex ospedale riportata da un organo di stampa locale sull’edizione di questa mattina è strumentale e scorretta. Prima di tutto perché ancora in queste ore il canale di collaborazione con ASST e Regione è aperto per la definizione dei passaggi tecnico giuridici necessari al raggiungimento dell’obiettivo, tutt’ora a portata di mano.

In secondo luogo perché quella che viene presentata come una retromarcia del Sindaco di Vimercate semplicemente non lo è, trattandosi di un passaggio tecnico rispetto a elementi contenuti nei verbali e che necessitano di ulteriori chiarimenti.

L’accusa che il Sindaco di Vimercate abbia fermato il piano è inoltre tecnicamente assurda: è da sempre in capo agli operatori, infatti, il diritto di iniziativa e nessuno può togliere loro la possibilità di protocollare la proposta progettuale in conformità con quanto indicato nei verbali. Se non lo hanno fatto devono cercare le motivazioni prima di tutto al loro interno, non certo addossare in modo improprio e strumentale responsabilità al Comune.»

Per completezza inviamo, insieme a questo comunicato, anche il comunicato numero 29 del 15 aprile 2019, nel quale il Sindaco, pur dovendo prendere atto del fatto che nessuna proposta era stata protocollata dagli operatori entro i termini stabiliti e trovandosi quindi costretto a dichiarare chiuso l’iter di approvazione del Programma Integrato di Intervento, ribadiva la ferma volontà del’Amministrazione di tenere fede agli impegni assunti con la sottoscrizione dell’Accordo di Programma, dichiarando di avere a questo scopo chiesto la convocazione urgente del Collegio di Vigilanza al fine di ricercare e condividere altre modalità di attuazione dell’Accordo stesso.

Vimercate, 11 giugno 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

Trasporto pubblico locale: 52 milioni di euro i tagli ai finanziamenti per la Lombardia. Forti preoccupazioni per le ricadute sull'occupazione e il servizio in Brianza

Sciopero delle lavoratrici e dei lavoratori del trasporto pubblico locale, per quattro ore, in tutta la Lombardia. È quello che accadrà, dunque, anche in Brianza giovedì 13 giugno. Nello specifico, dalle 8:30 alle 12:30 in Autoguidovie e dalle 9 alle 11:50 in Net.

Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti, insieme, hanno indetto l’agitazione a seguito delle forti preoccupazioni per il taglio ai finanziamenti destinati al trasporto pubblico locale. Il congelamento delle risorse nazionali potrebbe, infatti, portare alla diminuzione di 52 milioni di euro per il territorio lombardo (circa 300 milioni a livello nazionale). La Brianza, già fortemente penalizzata negli ultimi anni, con ulteriori tagli al trasporto pubblico rischierebbe il collasso. Una situazione di incertezza che aumenta le preoccupazioni dei lavoratori operanti a vario titolo nei servizi.

Il taglio delle risorse da destinare al trasporto pubblico in Brianza (-30%), oltre a destare serie preoccupazioni sul piano occupazionale si tradurranno in taglio delle corse per i cittadini Brianzoli”, dichiara Sara tripodi, segretaria generale della Filt-Cgil Monza e Brianza, che aggiunge: “Chiediamo alle amministrazioni comunali e i cittadini di supportare la protesta del personale: manifestare a tagli effettuati sarà troppo tardi, bisogna agire subito”. Dal prossimo settembre, secondo Tripodi, vi è un rischio concreto di subire tagli anche alle corse scolastiche. 

Di questo passo – commenta la segretaria della Filt Monza e Brianza – alle gare d’appalto del 2020 si sancirà la desertificazione del territorio e il suo isolamento dalle altre province lombarde”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lo SPI CGIL organizza un convegno, per trattare gli argomenti che riguardano “gli anziani e le R.S.A.”, i costi, le criticità e qualità dei servizi, i cambiamenti in atto e gli scenari futuri.

L'incontro si terrà il giorno, martedì 11 giugno 2019 dalle ore 9.00 alle ore  13.00 presso la CGIL in sala “B. Trentin” – Via Premuda 17 – Monza.

Il convegno sarà introdotto da Maria Nella Cazzaniga, e vedrà il contributo  di Roberto Mauri presidente ARSA, Stefano Serenthà medico geriatra, Roberto Zini direttore RSA.

Interventi e approfondimenti arriveranno da esperti del settore sui seguenti argomenti:

Le difficoltà delle famiglie

L’inserimento e le relazioni nelle RSA

I volontari nelle RSA

RSA e Comuni

La residenzialità leggera

Il “Paese Ritrovato” - Villaggio Alzheimer

La partecipazione è libera e sono invitati tutti i cittadini interessati all'argomento trattato.

 

Print Friendly, PDF & Email

Aree di sosta a pagamento, da luglio nuovo contratto di gestione affidato a S.C.T. Group di Albenga

A partire dal 1 luglio, la gestione delle aree di sosta del Comune di Lissone sarà affidata alla SCT Group – Sistemi Controllo Traffico di Albenga (SV), risultata vincitrice della gara indetta dal Comune di Lissone. Il nuovo aggiudicatario si occuperà della gestione dei circa 600 stalli a pagamento oggi presenti sul territorio comunale, attualmente disposti principalmente lungo le principali vie e piazze cittadine. Per l’utenza lissonese, al momento, il cambio nella gestione delle “strisce blu” non comporterà particolari novità; gli abbonamenti sottoscritti con Abaco SpA con scadenza oltre il 30 giugno 2019 resteranno in vigore e non occorrerà effettuare alcuna ulteriore operazione in quanto saranno ritenuti validi anche dal nuovo gestore. A partire dall’1 luglio però la gestione degli stessi abbonamenti – e di conseguenza il loro rinnovo o la loro sottoscrizione – sarà interamente a carico del nuovo gestore. Resteranno validi, senza bisogno di ulteriori aggiornamenti, anche gli abbonamenti sottoscritti per i parcheggi dei pendolari della stazione e per i silos interrati di Piazzetta Padre Pio e via Crippa.

Le uniche novità riguarderanno le tessere ricaricabili e “taki time” rilasciate da Abaco: l’eventuale credito residuo dovrà essere esaurito entro il 30 giugno, dopo tale termine il credito rimanente non potrà più essere utilizzato. Entro venerdì 28 giugno 2019, dovranno inoltre essere riconsegnati i dispositivi di accesso ai parcheggi interrati, richiedendo contestualmente il rimborso della cauzione. Abaco SpA in questi giorni effettuerà una campagna di comunicazione mediante affissione di volantini su tutti i parcometri della città e nelle aree di sosta tramite abbonamento. SCT Group, a partire dalla seconda metà di giugno, sarà operativa sul territorio: indirizzo operativo, mail e telefonico sarà reso noto con successiva comunicazione.

Lissone, 10 Giugno 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

 Si comunica che Venerdi 14 giugno 2019, alle ore 20,30 

presso la Sala Polivalente della RSA Bellani, via Lipari, 7 Monza

si terrà l'evento in oggetto sotto il titolo.

"Scienza e Carità a Monza, nuovi contributi su San Gerardo dei Tintori, don Angelo Bellani, don Cesare Aguilhon"

a cura di Giuseppe Fassina, Mario Mascetti, Paolo Paleari e Leopoldo Pozzi,

che presenterà la cosiddette "Tessere di Carità".

  Antonio Sala 

 

Print Friendly, PDF & Email

Il Comitato Mobilità Ecosostenibile (CO.M.E.), in relazione alla volontà della giunta comunale di Vimercate di modificare la ZTL, esprime alcune perplessità e alcune valutazioni positive. Attualmente l’orario della zona si limita al tardo pomeriggio, mentre l’intenzione dell’amministrazione comunale sarebbe quella di attuare la ztl solo nel fine settimana. Riteniamo che questa soluzione sia un passo indietro rispetto alla volontà della maggioranza dei cittadini, come evidenziato anche dal sondaggio effettuato dal CO.M.E. di recente, pertanto sarebbe utile mantenerla e ampliarla in previsione della creazione di una vera e propria isola pedonale. Oltretutto se si considera che le vie del centro storico non permettono la sosta, sono pericolose per il contestuale transito di auto e pedoni in quanto molto strette ed inoltre aumenterebbe il traffico di attraversamento in particolare nelle ore di punta.

Non siamo d'accordo con la proposta di rendere la sosta in via Cereda a pagamento. In alternativa si potrebbe valutare la possibilità di avere altri parcheggi limitrofi al centro, sfruttando aree dismesse, gratuiti e con limite di orario, (es. vecchio ospedale), in modo tale da creare una rotazione nell’occupazione degli stalli. E’ importante anche rendere disponibile, terminando le opere di asfaltatura, il nuovo parcheggio situato tra via Pinamonte e via Carducci, anche quello gratuito e con limite di orario, come un altro parcheggio utilizzabile è quello interrato prospiciente la biblioteca civica. In merito ai parcheggi, pensiamo che, sia necessario renderli tutti o quasi gratuiti in fasce orarie specifiche (es. dalle ore 18:00) in particolare il sabato, in modo da favorire anche il passeggio ed il commercio nel centro storico.

Riteniamo positiva la volontà di estendere la ztl a tutta via Cavour, migliorare le modalità di pagamento negli stalli blu e proponiamo in una fase successiva di chiudere anche p.zza Castellana e p.zza Unità d’Italia.

Il Presidente

Pier Luigi Mora

 

Print Friendly, PDF & Email

Questa mattina siamo venuti a conoscenza di un incendio che ha interessato l'esercizio pubblico di ristorazione collocato all'interno del parco della Boscherona nel quale ha sede "l'orto e giardino didattico" intitolato alla testimone di giustizia LEA GAROFALO, dove è anche in corso di preparazione un concerto musicale per il prossimo 21 Giugno, tra le cui motivazioni c'è anche quella di ricordare nel decennale della uccisione, la figura di LEA.

Non sappiamo ancora le ragioni di questo incendio e chiediamo che siano accertate al più presto le cause.

I Sindacati dei Pensionati SPI FNP UILP, insieme a Libera Brianza, si sentono fortemente determinati a confermare la serata musicale del 21 sia per dare una adeguata risposta ad eventuali cause dolose che dovessero essere accertate, sia per sollecitare interventi adeguati di messa in sicurezza, alle autorità competenti, a tutela dei cittadini che fruiscono della struttura pubblica, nel caso si dovesse constatare l'origine accidentale di quanto accaduto.

Invitiamo tutti i cittadini a partecipare alla serata di musica del prossimo 21 Giugno prossimo, di cui daremo nei prossimi giorni le informazioni più dettagliate.

Monza, 6 giugno 2019

Le Segreterie SPI FNP UILP                            Il Referente Libera Brianza

Albergoni – Galbusera – Coloretti                       Valerio D’Ippolito

 

Print Friendly, PDF & Email

L’ARENGARIO COME WESTMINSTER
Giovedì 6 giugno seconda edizione del Monza Debate Tournament «Maria Amato»: in gara 160 studenti provenienti da tutta Italia

Monza, 05 giugno 2019. L’Arengario come Westminster. Piazza Roma come la House of Commons o la House of Lords. Giovedì 6 giugno alle ore 21, due squadre di studenti delle scuole superiori si sfideranno in una «gara dibattito», che trae ispirazione dalle modalità e dalle logiche che governano i «debates» all’interno del Parlamento inglese. È la seconda edizione nazionale del Monza Debate Tournament «Maria Amato».

Il tema. L’autonomia regionale sarà al centro del dibattito finale. Le due squadre finaliste dovranno sostenere e confutare tesi e argomentazioni relative al tema: «Ogni regione dovrebbe essere libera di costituirsi come stato autonomo qualora la maggioranza dei cittadini lo volesse».

Imparare ad «abbassare i toni». «È un progetto molto interessante perché mette al centro la capacità di ascoltare, argomentare e sostenere le proprie idee sempre nel rispetto di chi non la pensa come te, spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore all’Istruzione Pierfranco Maffé. I ragazzi imparano a lavorare in squadra, a studiare e documentarsi su un argomento per poi farsi un’opinione da sostenere in pubblico. Un percorso di educazione civica importante in una società in cui sembrano prevalere i “toni alti” e l’incapacità di analisi e approfondimento».

Il cammino verso la finale. Questo dibattito è l’atto finale di una tre giorni di «debates» presso l’Istituto «Mosè Bianchi», dove 160 studenti, i «debaters», provenienti da tutta Italia si stanno sfidando per accedere all’ambita finale in piazza Roma. Il cammino per giocarsi la vittoria finale nell’ultimo dibattito, quello del 6 giugno, passa attraverso 55 «debates» in italiano e 29 in inglese 

In gara quaranta squadre appartenenti a quattro Regioni: Emilia Romagna, Veneto, Campania e Lombardia (le scuole monzesi che hanno aderito sono il «Mosè Bianchi», l’«Hensemberger», il «Porta» e il «Nanni Valentini»).

 

Print Friendly, PDF & Email

PREVENZIONE INCIDENTI E GESTIONE DEL PRIMO SOCCORSO

CORSI DI DISOSTRUZIONE

 PROSSIMI EVENTI: Genova, Novara e Rimini

Salvagente è un’associazione che nasce a fine 2013 dall’idea di tre amici con anni di esperienza e di istruzione alle spalle, uniti dal desiderio di fare la differenza nel tentativo di cambiare in meglio questo mondo.

Vista la limitata diffusione della cultura del Primo Soccorso (la cui importanza viene troppo spesso sottovalutata), Mirko, Filippo e Silvia, si pongono l’obiettivo di ribaltare questa situazione facendo interventi mirati e creando eventi accessibili a tutti:

il fine ultimo è quello di formare i cittadini rendendoli soccorritori, far sì che tutti siano in grado di intervenire e impedire tragedie spesso assolutamente evitabili, colmando così quel vuoto tra l’emergenza e l’arrivo dell’ambulanza.

Il più grande deficit infatti che un sistema di soccorso può avere, benché strutturato e veloce, è quello di non prevedere gli avvenimenti e di non essere presente quando questi accadono.

Quando i mezzi di soccorso, pur se attivati in tempo, arrivano comunque troppo tardi a causa di fattori esterni quali ostacoli o barriere più o meno naturali presenti nelle nostre città, la miglior risorsa che abbiamo a disposizione siamo noi stessi.

Dal 2013 sono state 30.000 all’anno le persone formate, per la grandissima parte gratuitamente, da Salvagente.

Insegnare la Rianimazione Cardiopolmonare, le tecniche di Disostruzione e in generale proteggere ed aiutare i ragazzi in ogni luogo si trovino è sicuramente la mission di questa associazione, sostenendo tanti progetti che riguardano la salute, l’istruzione e la famiglia.

Per questo motivo vengono finanziate alcune importanti iniziative in vari ambiti che riguardano i bambini e i ragazzi, il nostro bene più prezioso.

Salvagente ha donato pochi mesi fa un defibrillatore automatico alla scuola De Amicis di Monza, formando gratuitamente 30 persone dello staff scolastico al suo utilizzo, garantendo una maggiore sicurezza degli studenti ma anche degli insegnanti e di tutto il personale presente ogni giorno all’interno della struttura.

Questa iniziativa porta avanti il progetto iniziato nella scuola Bianconi e nella scuola Confalonieri, alle quali recentemente l’associazione ha fatto una donazione di questo stesso tipo.

MISSIONI e PROGETTI

  • Africa - Progetto Miriam, sostegno per la realizzazione di un orfanotrofio per bambini disabili
  • Donazione di un pulmino ad una famiglia con bambino disabile
  • Lezioni nelle scuole – A scuola di cuore
  • Sostegno ad una casa famiglia in Argentina
  • Donazione di 15 defibrillatori all’anno
  • Progetto Ethicus – sostegno alle Terapie Intensive pediatriche
  • SOS Famiglie
  • Consulenza Allattamento
  • Scambio cappotti

 

Print Friendly, PDF & Email

Villa Reati nel Portale nazionale di Art Bonus

Un’occasione a portata di chiunque per contribuire alla riqualificazione del patrimonio cittadino, con una donazione che permetterà il rilancio della storica dimora Villa Reati. Dopo esser stato premiato con 125.000 euro al concorso “Le Reti del Cuore”, il Comune di Lissone ha inserito la Villa di via Fiume sul sito web nazionale Art Bonus, attraverso il quale è possibile per tutti, persone fisiche o giuridiche, effettuare donazioni in denaro per il sostegno della cultura godendo di benefici fiscali sotto forma di credito di imposta.

Si tratta di erogazioni liberali destinate al restauro e al consolidamento della copertura di Villa Reati, intervento per il quale il Comune di Lissone ha previsto uno stanziamento economico di circa 400.000 euro. Le somme che saranno raccolte attraverso il mecenatismo pubblico andranno ad aggiungersi all'importante finanziamento, pari a 125.000 euro, ottenuto da Brianzacque e RetiPiù. Tutte le informazioni dettagliate sull'iniziativa Art Bonus e sulle detrazioni fiscali sono disponibili sul sito web artbonus.gov.it.

“Villa Reati rappresenta una delle eccellenze architettoniche e culturali della nostra Città, un patrimonio che vogliamo restituire interamente ai lissonesi – sottolinea il sindaco Concettina Monguzzi - Ora, con il contributo fondamentale di Brianzacque e RetiPiù, e con l’auspicio di ulteriori donazioni che arriveranno attraverso Art Bonus, vogliamo proseguire nel percorso di recupero e manutenzione di un patrimonio cittadino quale è Villa Reati”.

Attualmente Villa Reati viene utilizzata per lo svolgimento di matrimoni civili e ospita saltuariamente eventi culturali e musicali nonchè attività laboratoriali rivolte alle scuole finalizzate all'approfondimento della conoscenza della villa e della sua storia; rientra anche nel circuito di Ville Aperte in Brianza, promosso dalla Provincia di Monza e Brianza

Per fare una donazione è sufficiente effettuare un bonifico bancario compilandolo con i dati riportati qui di seguito.

BENEFICIARIO Comune Di Lissone

IBAN IT 61 I 05216 33270 000000002828

CAUSALE Art Bonus - Comune di Lissone - VILLA REATI - Codice fiscale o P. Iva del mecenate -

Lissone, 4 Giugno 2019

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)