Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Apre il nuovo «parcheggione» della stazione: 105 stalli gratuiti a disposizione dei pendolari

Una nuova area di sosta, con 105 stalli gratuiti a disposizione dei pendolari. Completati i lavori di asfaltatura, illuminazione e posa di segnaletica orizzontale e verticale, dall’inizio della prossima settimana sarà ufficialmente aperto al pubblico il nuovo «parcheggione» della stazione.  L’area di sosta rappresenta la naturale prosecuzione di quella attualmente esistente al fianco della Ciclostazione, dove si interverrà nelle prossime settimane con un intervento di restyling. A conclusione degli interventi, i posti auto a disposizione dei pendolari saliranno dagli attuali 70 a circa 230, triplicando la capienza del posteggio. “L’area che andiamo a rendere usufruibile rappresenta una facilitazione per chi sceglie il treno come mezzo per raggiungere il luogo di studio o di lavoro – dichiara Concettina Monguzzi, sindaco di Lissone – servirà inizialmente un po’ di pazienza, ma siamo soddisfatti per il risultato raggiunto, per il quale da tempo ci siamo adoperati con tutti i passaggi necessari. Andiamo a incrementare un servizio a vantaggio di tutti, proseguendo nella riqualificazione di tutta la zona”. Per entrare a regime, anche la nuova area di sosta e la viabilità ad essa connessa avrà bisogno nei primi giorni di un «rodaggio». Per aiutare i pendolari e per fornire tutte le informazioni sulla sosta, nei primi giorni della settimana nelle ore di massima affluenza una pattuglia della Polizia locale provvederà a regolare l’ingresso e l’uscita delle auto da via General Guidoni. “L’apertura del «parcheggione» rappresenta un importante traguardo per questa Amministrazione Comunale e conferma la nostra attenzione verso la mobilità, verso i pendolari e verso un’area nevralgica del territorio come lo è la stazione ferroviaria - sottolinea Marino Nava, assessore alla Città vivibile - in questo modo andremo progressivamente a decongestionare la zona dalle auto parcheggiate nelle vie adiacenti”. L’apertura del nuovo «parcheggione» precederà interventi di restyling nell’area attualmente adibita alla sosta. Il completamento dei lavori prevede anche un’ulteriore implementazione degli stalli presenti nel nuovo posteggio (fino a raggiungere quota 230), l’apertura di via Perlasca per il deflusso dei pendolari e il completamento dei percorsi per la mobilità pedonale e ciclopedonale.

Lissone, 3 Maggio 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

L’ETICA NELLO SPORT

Martedì 7 maggio a San Fruttuoso un convegno dedicato alle famiglie e alle associazioni sportive del territorio promosso nell’ambito del progetto «Monza Family»

 Monza, 03 maggio 2019. Rispetto, è la parola chiave. Un termine che deve essere condiviso nella vita e nello sport. Così l’Assessore alle Politiche Sociali presenta l’incontro «Sport: una questione di appartenenza» in programma martedì 7 maggio alle ore 17.30 presso la società «San Fruttuoso Calcio» (via Montanari, 23) per parlare di etica e sport ai genitori, allenatori, educatori, insegnanti e ragazzi.

Dirigenti, allenatori e genitori: un rapporto di rispettoL’Assessore sottolinea il ruolo educativo congiunto della famiglia e delle società nella formazione e preparazione dei giovani attraverso la pratica della disciplina sportiva. Per questo l’appuntamento del prossimo 7 maggio riveste grande importanza, essendo volto allo sviluppo di sinergie fondate sul rispetto, il dialogo e la collaborazione fra dirigenti, allenatori e genitori.

 I relatori. Ne parleranno Don Luca Magnani (responsabile della Pastorale Giovanile della Comunità Pastorale «Quattro Evangelisti»), Alessio Martino(allenatore e campione italiano professionisti di Muay Thai) e Nicoletta Porzano (psicopedagogista e counselor).

L’alleanza tra famiglie e società sportive. Scopo dell’incontro, promosso nell’ambito del progetto «Monza Family», è il coinvolgimento dei genitori, il confronto con loro e la condivisione degli obiettivi. Tutto ciò per migliorare il dialogo tra società sportive e famiglie, mettendo le basi per una solida alleanza tra i due principali soggetti che contribuisco alla formazione dei giovani.Un percorso necessario. La competizione sportiva, conclude l’Assessore, è sì basata sulla voglia di vincere e di affermarsi, ma anche e soprattutto sul rispetto dell’altro, anche se in quel momento è un avversario, in un pieno spirito di lealtà. Per questo bisogna iniziare un percorso etico e sociale in cui famiglie e volontari devono spendersi in prima persona. Un percorso non facile, ma sicuramente fruttuoso e necessario.

 Il 21 maggio si parlerà di educazione. Il prossimo appuntamento sarà con «Percorsi educativi: una questione di consapevolezza e identità». Si svolgerà martedì 21 maggio alle ore 17 al «Binario 7» (Sala «Picasso» – via Turati, 6).

Info: mpagani@comune.monza.it. La partecipazione agli incontri è libera.

 

Print Friendly, PDF & Email

Sabato 4 maggio MIX PER OTTO dalle ore 10.30 Piazza della Pace & Spazio Mix Caponago

Bambini, amici, genitori. Tutti in piazza a Caponago e poi allo Spazio MIX per celebrare gli otto anni del progetto MIX, luogo di memoria storica e culturale, ma anche punto di riferimento ricreativo e formativo per grandi e piccini, gestito da Industria Scenica in collaborazione con il Comune di Caponago. Al mattino, tutta la cittadinanza sarà invitata a partecipare a un’attività ludica che coinvolgerà l’intera comunità in un metaforico percorso, un laboratorio di drammaturgia di comunità, a tema “il viaggio nei valori”. Ogni persona presente sarà il volto di una virtù. Così le vie di Caponago si trasformeranno in un ritrovo dedicato ai valori di importanza sociali per arricchire la comunità di qualità positive. L’evento si diramerà fra tre luoghi culto della cittadina, come una manifestazione itinerante con tre tappe: la prima al Monumento dei Caduti, nei pressi della scuola, per rendere omaggio al ricordo delle persone che in passato hanno compiuto azioni valorose per il futuro degli altri uomini; la seconda alla Biblioteca Comunale, per sostenere l’importanza del valore culturale e del diritto all’istruzione per tutti; la terza al ponte vicino al Molgora, per sottolineare l’importanza del rispetto dell’ambiente. Sul luogo di incontro conclusivo, presso il Parco Europa, ci sarà la celebrazione dei valori onesti e meritevoli con una vera e propria installazione artistica fatta da Caponago per Caponago: la comunità comporrà frasi e slogan sulla felicità, l’ingiustizia e la giustizia e la diversità in quanto risorsa culturale. A seguire, si trascorrerà del tempo insieme durante un momento conviviale con rinfresco presso lo Spazio MIX. Nel pomeriggio, dalle 16 alle 18.30, la giornata si concluderà con l’evento "Il racconto dei racconti" dedicato all’intera cittadinanza. Per l’occasione lo Spazio Mix resterà aperto per “mettersi in mostra”, raccontare il suo passato e il suo presente con la presentazione dell’esito dei laboratori di formazione dello spazio. A seguire, momenti di memoria storica circa l’ex Ospedaletto e le numerose attività che Industria Scenica, in collaborazione con il Comune di Caponago, ha organizzato all’interno dello spazio in questi otto anni. La giornata vuole essere un momento di cooperazione e cura sociale che si basa sull’animazione attraverso le arti performative. Un momento di unione per l’intera comunità di Caponago.

Industria Scenica nasce nel 2012 con l’idea di progettare e realizzare percorsi che integrano le arti performative con il sociale, la formazione con lo sviluppo personale e ricreativo del singolo e della collettività. Negli anni è rimasta coerente con il suo percorso, credendo in una drammaturgia di comunità e nella produzione di spettacoli teatrali a partire da tematiche sociali. Per farlo, si serve di uno spazio storico e alternativo, un ex post-lavoro dell’età di quarant’anni, una balera, che ha accolto migliaia di persone di passaggio e non, l’Everest. L’Everest è sede di Industria Scenica dal 2014 e le cinque menti artistiche che l’hanno fondata - Andrea Veronelli, Serena Facchini, Isnaba Miranda, Ermanno Nardi e Francesca Perego - tutt’oggi la fanno crescere scalandone la vetta. Oggi Industria Scenica collabora con numerose compagnie teatrali, produce spettacoli di sperimentazione, lavora su interventi di drammaturgia di comunità e coesione sociale, progetti di peer education, media education, percorsi di formazione teatrale e video, performance interattive e visite di tourism theatre. Ha anche una sua compagnia, Elea Teatro, con dieci anni di esperienza e spettacoli all’attivo.

Per la stagione teatrale 2017/2018, Industria Scenica collabora con: Comune di Vimodrone, Mibac, Circuito Ministeriale Multidisciplinare della Lombardia C.L.A.P.Spettacolodalvivo, Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Sono aperte le iscrizioni alla 7ª edizione del Brianza Film Corto Festival 2019, l'Associazione Culturale BMovies, con la collaborazione di Collateral,  organizzatrice di Brianza Film Corto è felice di darne l'annuncio. Il nostro obiettivo è quello di tracciare una linea di continuità con l'edizione precedente, cercando di manifestare un'attenzione a quegli sguardi, periferici e marginali, che innervano la produzione cinematografica a livello nazionale e internazionale. 

Presidenti di Giuria saranno, infatti, Morgan Menegazzo Mariachiara Pernisa, trionfatori della 6ª edizione del Festival.

Allo stesso tempo, abbiamo deciso di arricchire ulteriormente la nostra proposta, aumentando il numero di eventi e proiezioni, nella speranza di fare del Brianza Film Corto un serbatorio d'idee e di creatività.

La partecipazione al Festival ha un costo di 10,00 €. Saranno prese in considerazione le opere che non superino la durata di 30 minuti (titoli compresi). Sono ammesse opere di finzione, di animazione e documentazione nelle loro diverse contaminazioni e articolazioni prodotti dopo il 1 Ottobre 2017. Film industriali, pubblicitari e di propaganda non saranno ammessi al concorso.

Il Premio al vincitore del Concorso è di 500 €.

All’interno del Festival saranno presenti alcune sezioni collaterali che premieranno i relativi vincitori. 

Le sezioni sono: 
Sezione “Paolo Marzorati”, dedicata alla memoria del fondatore del Brianza Film Corto Festival: 100 €
Sezione “Lo Specchio Scuro”, riservata agli sguardi capaci di sperimentare le possibilità del linguaggio cinematografico: 100 €
Sezione “il Mosaico” sul tema DISABILITÀ E LAVORO : 100 € 

Il Festival si svolgerà nel mese di Novembre 2019 in luogo e data da stabilire.

L'intero regolamento è visionabile all'indirizzo www.brianzafilmcorto.it

 

Print Friendly, PDF & Email

LA STRADA COMUNALE DELLA SANTA DIVENTERÀ CICLOPEDONALE
I lavori di riqualificazione iniziano da lunedì 6 maggio. In autunno la piantumazione.  

L’Amministrazione Comunale intende riqualificare la strada comunale della Santa, dedicarla esclusivamente al transito ciclo-pedonale e predisporla per una futura piantumazione di un doppio filare alberato. Vimercate dispone di un considerevole patrimonio verde e uno degli obiettivi dell'Amministrazione è la costruzione di una rete ecologica e una rete del verde, per incrementare la naturalità e valorizzare il patrimonio forestale. La riqualificazione e declassificazione della strada della Santa ha l'obiettivo di incrementare la mobilità sostenibile e recuperare la naturalità in ambito agricolo nelle aree esterne all’abitato. La strada sarà aperta alla cosiddetta “mobilità dolce”.

I possibili effetti sul traffico conseguenti alla chiusura alle auto della strada della Santa, sono stati valutati con rilievi e simulazioni modellistiche e si ritiene possibile declassificare la strada comunale della Santa da “strada locale extraurbana” a “Itinerario ciclopedonale”. La strada sarà pertanto chiusa al transito veicolare e pedonale a partire da lunedì 6 maggio. A partire da questa data inizieranno i lavori di rimozione dell'asfalto bituminoso ai lati della strada, così da consentire la successiva piantumazione. Entro l'estate la strada sarà riaperta al solo transito ciclopedonale, fatta eccezione per i mezzi agricoli autorizzati. La piantumazione avverrà nel tardo autunno, quando le condizioni saranno ideali per l'attecchimento delle nuove essenze.

Dichiara il Sindaco Francesco Sartini: «Con questo intervento restituiamo la strada della Santa alla sua originaria vocazione agricola e creiamo un percorso ciclo-pedonale di pregio. Eliminiamo inoltre una fonte di pericolo, essendo la strada stretta e con una visuale in certi punti insufficiente. Le analisi dei flussi di traffico ci rassicurano sulla bontà della decisione presa. Aggiungo che la possibilità di percorrere la strada con i veicoli e l’assenza di abitazioni induce molti incivili a considerarla una sorta di discarica abusiva.  Infine, allargando l'orizzonte, vorrei sottolineare il fatto che le giovani generazioni stanno manifestando in tutto il mondo per ricordarci che è arrivato il momento di rinunciare a qualche comodità (e in questo caso si tratta di una rinuncia davvero piccola) per tornare a occuparci dell'ambiente in cui viviamo, riscoprendo forme di mobilità più sostenibile».

Vimercate, 30 aprile 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

Nel Parco della Resistenza un nuovo monumento dedicato alla Pace donato da ANPI

“La Pace regni nel mondo” è la denominazione del nuovo monumento commemorativo che verrà collocato nei prossimi mesi nel Parco della Resistenza. La scultura, donata dalla Sezione “Emilio Diligenti” della Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI), sarà posizionata all’angolo tra le vie Dante Alighieri e Don Minzoni, in una posizione che assicurerà massima visibilità all’opera. La Giunta Comunale ha deliberato il sostegno all’iniziativa presentata dall’ANPI – Sezione “Emilio Diligenti”, concedendo gratuitamente l’uso dell’area. Il bozzetto dell’opera, realizzata dalla scultrice Virginia Frisoni, che ha operato nel nostro territorio e che è stata destinataria nel 2018 della civica benemerenza “Angelo d’oro”, è stato approvato dalla Giunta che ne ha condiviso e sostenuto i valori e l’impegno dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Il monumento, che rappresenta una colomba, simbolo universale di pace e speranza, sarà collocato su una aiuola all’angolo tra via Dante Alighieri e via don Minzoni. L’opera, in ferro saldato, aveva vinto il primo premio nel concorso indetto dalla Biennale di La Spezia. Le spese per la realizzazione e la posa del monumento sono a totale carico della Cooperativa Edificatrice Gramsci di Lissone. La posa e l’inaugurazione del monumento avverranno nei prossimi mesi di concerto tra l’Amministrazione e l’ANPI lissonese e sarà dedicato un momento di inaugurazione in una data significativa legata alla tematica dell’opera inerente la Pace.

Lissone, 29 Aprile 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

È un biacco il primo inquilino dell'oasi accanto al rifugio di Monza.

L'innocuo serpente era stato trovato in un box a Biassono.

Il suo nome scientifico è Hierophis viridiflavus, comunemente è conosciuto come biacco o colubro verdegiallo. È una specie abbastanza comune in tutta Europa e anche in Italia, e può arrivare a una lunghezza di 120-140 centimetri. Non è un serpente velenoso e, se disturbato, preferisce la fuga, mentre se si cerca di prenderlo può reagire vigorosamente, alzandosi minaccioso. È comunque un animale innocuo utilissimo all’ecosistema perché si ciba di roditori e di insetti. Un esemplare di biacco, molto diffuso in Brianza, è stato recuperato dai volontari ENPA sabato 20 aprile in un box auto a Biassono (MB) dove aveva seminato panico causando anche l’arrivo di una pattuglia di vigili. Portato al rifugio di via San Damiano, è stato liberato nell’Oasi di biodiversità, primo inquilino della grande area di 2500 metri quadri accanto al canile che sta acquistando piano piano una sua precisa identità.

L’ofidiofobia, una paura ancestrale

Nel nostro Paese non ci sono né enormi anaconda né boa constrictor né temutissimi cobra, eppure la paura dei serpenti è comune a molto di noi. La popolazione di ofidi presenti in Italia consta di 17 specie, 13 Colubridi del tutto innocui e 4 Viperidi, potenzialmente pericolosi perché dotati di ghiandole velenifere. Oltre al biacco, altre specie che non è raro incontrare nel territorio brianzolo sono il colubro liscio (Coronella austriaca), la biscia d’acqua (Natrix natrix) e il colubro di Esculapio (Elaphe longissima), chiamato anche saettone. Purtroppo la paura ancestrale dell’uomo verso questi animali spinge molto spesso alla loro ingiustificata uccisione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Prossimo appuntamento di Brianza Classicadomenica 5 maggio, presso la Chiesa Vecchia di Sovico:

Recital del Quartetto d’Archi  della Radio Televisione Albanese

Gezim Bulcari e Blerta Ristani – violini

Albana Kola – viola

Aristidh Prosi – violoncello

domenica 5 maggio, ore 17:00 / Chiesa dei SS. Simone e Giuda “Chiesa Vecchia” / via Giovanni Da Sovico 1 / Sovico (MB)

Domenica 5 maggio, presso la Chiesa Vecchia di Sovico, un nuovo appuntamento di Brianza Classica con un’importante ospitalità internazionale: il Quartetto d’Archi della Radio Televisione Albanese. L’ensemble è nato su iniziativa del maestro violoncellista Aristidh Prosi, che ha voluto così continuare le precedenti esperienze con il Tirana String Quartet. Questo Quartetto svolge la sua attività all’interno dell’ Albanian Radio Television Symphony Orchestra ed il suo repertorio comprende le opere di maggior successo, inclusi i brani più impegnativi del repertorio quartettistico di tutti i tempi. Tra i brani in programma, il celebre quartetto “Imperatore” di Haydn (con le variazioni sull’ Anthem, poi divenuto l’inno ufficiale tedesco) ed una brillante suite del musicologo compositore albanese Gjon Simoni basata su temi della prima opera albanese scritta dal compositore Prenk Jakova.

Programma:

Mozart String Quartet nr14 in G major, K387 “Spring”

1-Allegro vivace assai

2-Menuetto. Allegro-Trio

3-Andante cantabile

4-Molto Allegro

Haydn “Emperor “ Quartet op76, Nr3

1-Allegro

2-Poco Adagio: Cantabile

3-Menuetto

4-Finale: Presto

Gjon Simoni “Mirka” Suite on themes by Prenk Jakova

1-Andante

2-Allegretto

3-Adagio non molto

4-Allegro agitato

 

Print Friendly, PDF & Email

Muggiò, 29 aprile 2019 ore 21.00

presso Cascina Faipò – Via Filippo Meda, 2

                                                          La lista civica Muggiò Partecipata presenta:                                                           

IL NOSTRO PIANETA È' IN PERICOLO, MA DA DOVE INIZIAMO?

Una serata di approfondimento per conoscere lo stato di salute del nostro clima, le conseguenze di questo sistema di sviluppo, quali pratiche possiamo adottare, dimostrazione di esempi riusciti per combattere l'inquinamento intraprese dall' amministrazione di Cassina de' Pecchi. Ne parliamo con:

- Paolo Valisa, meteorologo del Centro Geofisico Prealpino di Varese

- Alberto Caspani, giornalista di Altreconomia, e consigliere comunale di Lista per Biassono

- Tommaso Chiarella, assessore alle Politiche Ambientali di Cassina de' Pecchi e Coordinatore Regionale dell'Associazione dei Comuni Virtuosi

“ la terra su cui viviamo non l'abbiamo ereditata dai nostri padri, l'abbiamo presa in prestito dai nostri figli”.

citazione dal discorso che nel 1852, Capo Seattle pronunciò in risposta alla richiesta del Governo degli Stati Uniti d’America, relativamente alla volontà di comprare le terre del suo popolo, gli indiani d’America.

Piccole accortezze:

1) Comprare frutta e verdura di stagione, avranno fatto meno km per arrivare sulla tua tavola, e magari alcuni prodotti li avrai coltivati tu.

2) Preferire acqua del rubinetto, o dalle case dell'acqua

3) Ridurre la carne rossa, gli allevamenti intensivi direttamente o indirettamente sono responsabili di un'altissima percentuale di inquinamento.

4) Non acquistare uno smartphone nuovo ogni sei mesi. La fabbricazione di quegli oggetti è estremamente onerosa sotto più profili, in primis quello delle emissioni di CO2.

5) Metà del calore prodotto dalla tua caldaia si disperde all’esterno dell’abitazione? Adoperarsi nell’isolamento termico della propria casa non è una spesa: è un investimento. Tieni presente che il riscaldamento è tra le prime fonti di inquinamento urbano, al pari del trasporto veicolare.

6) Sostituire i faretti alogeni, con moderne lampade a basso consumo (LED).

7) La maggioranza dei tuoi viaggi in auto li fai da solo? Valuta la possibilità di condividere qualche tragitto con amici e colleghi.

8) Attenzione agli sprechi domestici. Con il cibo buttato vengono sprecati terra, acqua, e i fertilizzanti- senza contare le emissioni di gas serra – che sono stati necessari per la sua produzione e l’ambiente è stato quindi inquinato, sfruttato o alterato invano.

9) Prima di smanettare sui siti di vendite on-line per qulche acquisto, prova a verificare se lo puoi acquistare sotto casa. Ricordati che questa tipologia di acquisti, crea traffico, inquina, e strozza il piccolo negoziante.

10) Se hai figli, impegna molto tempo a insegnarli la responsabilità individuale per la tutela efficace del bene collettivo.

 

Print Friendly, PDF & Email

il 6 Luglio Monza ospiterà il primo Brianza Pride 2019, un atto politico, festoso e colorato che attraverserà la città di Teodolina. Le tante difficoltà avute per trovare la data sono state superate. Un ringraziamento particolare a quanti hanno partecipato alla campagna #esciladata. A 50 anni dai moti di Stonewall, Monza avrà il Suo primo Pride.

Scendiamo in strada per manifestare l’orgoglio e la libertà di chiunque di essere e amare.

Scendiamo in strada per rivendicare eguali diritti civili per chiunque, a prescindere dall’orientamento sessuale e dall’identità.

Scendiamo in strada per urlare che il nostro corteo è antifascista antisessista antirazzista e rifiuta ogni forma di estremismo religioso.

Scendiamo in strada perché vengano riconosciute tutte le forme di famiglie.

Scendiamo in strada affinché tutti abbiano libertà di espressione, senza doversi allineare a stereotipi o a canoni di bellezza.

Per questo, al Brianza Pride, nessuno dovrà sentirsi a disagio rispetto al proprio corpo e a come esprime la propria libertà attraverso di esso.

Il 6 Luglio saremo in moltissim* a percorrere le vie di Monza reclamando il vero volto di una città solidale e accogliente al grido di: #VieniComeSei.

Un cordiale saluto,

Rete Brianza Pride e il Comitato Pro Brianza Pride

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)