Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Ill.mo Sig. Sindaco della Città di Milano, il suo annuncio di un possibile ritiro di Milano dall'impegno economico per il prolungamento della M5 sino al nord di Monza, annuncio emerso sui media nel quadro di un contrasto con Regione Lombardia sulle tariffe TPL, è purtroppo un passo falso nell'interesse di Milano stessa. Lo diciamo con serenità e simpatia, ma chi le ha consigliato questa mossa l'ha consigliata male, spieghiamo qui di seguito il perché. Le rammentiamo innanzi tutto che noi siamo l'Associazione di cittadini che nel 2015 ha rilanciato, con una istanza sottoscritta da 10mila persone, l'esigenza e urgenza di questo collegamento tra Milano e Monza, passando per Parco-Villa Reale e ospedale San Gerardo. Non abbiamo appartenenza politica specifica e siamo esclusivamente focalizzati sull'obiettivo concreto. E come abbiamo più volte dichiarato pubblicamente in passato, siamo stati molto contenti nel vedere che, per la prima volta, un sindaco di Milano ha compreso appieno l'esigenza di questo collegamento metrò tra le due città, nell'interesse dei cittadini di Monza e Brianza che lavorano a Milano, ma anche dei quartieri periferici di Milano che oggi sono presi d'assalto da migliaia di autovetture provenienti da nord. La sua “minaccia” di ritiro, signor sindaco, è un passo falso e rischia di essere inutile e dannosa soprattutto perchè, sino a questo momento, la Giunta Regionale della Lombardia si è dimostrata in realtà molto fredda verso il progetto di prolungamento della M5 fino al nord di Monza, aderendo di malavoglia alle istanze del territorio. La Regione - tra l'altro - non ha ancora chiarito quale impegno economico è disponibile a sostenere, nonostante ripetute sollecitazioni anche da parte dei Comuni coinvolti. Viceversa, la Regione appare impegnata a promuovere un prolungamento della M5 verso Bresso e Cusano, prolungamento per il quale ha addirittura pagato lo studio di fattibilità, cosa mai accaduta in passato per altre linee. Tra l'altro, le facciamo notare, su questo diverso prolungamento la Regione sta lavorando con i Comuni interessati, e con l'appoggio di un sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, senza che il Comune di Milano e l'attuale gestione di M5 ci risulta siano stati coinvolti, il che ci pare tanto scorretto quanto assurdo. Questo fatto, forse, richiederebbe una sua presa di posizione. Per quanto sopra, e non solo, dire alla Regione “tolgo i fondi al prolungamento della M5 sino a Monza” non è quindi argomento efficace in una trattativa, anzi è semmai addirittura il contrario. Signor sindaco di Milano, omettiamo qui di aprire il “vaso di pandora” di M5, una linea che - con la scusa di Expo - è stata prolungata da Garibaldi a San Siro usando fondi statali riferibili a Cinisello e Monza. Una linea che presenta, almeno in una tratta, problemi di manutenzione molto costosi per scelte compiute ignorando specifici pareri tecnici contrari. E ancora ce ne sarebbe... Per quanto ci riguarda, Sindaco Sala, noi siamo certi che lei sia ancora convinto del fatto che il prolungamento M5 sino al nord di Monza è necessario e urgente. Gli impegni che lei, con la sua giunta, ha in questo senso assunto pubblicamente le assicuro hanno il pieno appoggio dei cittadini, di Milano e Monza. Le presentiamo quindi un invito accorato a rilanciare questi impegni, assunti con il sindaco di Monza Scanagatti e poi confermati con il successore Allevi, ed a mantenere questo progetto estraneo e immune rispetto ad altre questioni del TPL, questioni nel merito delle quali non entriamo. Per ridurre il traffico e l'inquinamento tra la Brianza e Milano, e dentro Milano e Monza stesse, prolungare la M5 sino al nord di Monza è fondamentale e urgente. Stiamo parlando di una zona densamente abitata che ha i più alti livelli di inquinamento atmosferico in Italia, con conseguenze pesanti sull'ambiente e per la salute dei cittadini.

Con stima. I migliori saluti.

Associazione HQMonza

Isabella Tavazzi portavoce

www.hqmonza.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Prolungamento di M5 da Milano a Monza:

Allevi chiede a Regione di convocare presto i quattro Comuni coinvolti

“Una ‘doccia gelata’ le parole del Sindaco Sala sul possibile passo indietro di Milano”

 Monza, 28 gennaio 2019. “Che il prolungamento di M5 sia un’opera strategica, non più rinviabile è un dato di fatto, sancito più volte dai Comuni oltre che da Regione Lombardia e suggellato dal Governo che lo scorso dicembre ha voluto stanziare 900 milioni di euro per finanziare l’infrastruttura: non si torna più indietro”.

Così Dario Allevi, Sindaco di Monza, commenta stupito le parole del Sindaco Beppe Sala che nelle ultime ore avrebbe messo in dubbio il finanziamento milanese per la realizzazione del prolungamento, a fronte delle polemiche scaturite sull’aumento a due euro del biglietto ATM.

“Questa notizia è per me una ‘doccia gelata’ - spiega Allevi - Sala non ha mai detto che la partecipazione della città di Milano all’opera era subordinata all’aumento del ticket ATM: nè durante i tanti incontri a porte chiuse nè in Villa Reale a Monza, nel corso del Consiglio Comunale congiunto che abbiamo organizzato davanti agli Amministratori delle quattro città”.

“Come ebbi già modo di dire durante quei giorni febbrili di discussione sugli emendamenti alla legge di bilancio quest’opera è talmente imprescindibile che va lasciata fuori da qualsiasi polemica politica. Ecco perché, conoscendo la serietà sempre dimostrata da Beppe su questa partita, sono certo che vorrà tenerla separata da questa querelle sull’aumento dei biglietti e rispetterà quanto abbiamo sottoscritto nel protocollo d’intesa già siglato: a questo proposito chiedo a Regione Lombardia di convocarci al più presto per cominciare a mettere nero su bianco le quote che ciascuna Amministrazione potrà e dovrà garantire per la realizzazione dell’opera”, conclude Allevi. 

 

Print Friendly, PDF & Email

Guido Marangoni a Monza il prossimo 9 febbraio. Un’iniziativa di Caritas di Monza in occasione della giornata mondiale del malato realizzata insieme alla Chiesa della Zona Pastorale V ed in collaborazione con ASST Ospedale San Gerardo di Monza. Un’iniziativa alla quale aderiscono anche l’Unitalsi di Monza, la Parrocchia dell’Ospedale San Gerardo, la rete Tiki Taka, un progetto che vede numerose associazioni impegnate nella promozione e nel sostegno delle persone disabili.

 L’incontro si svolge in occasione della giornata mondiale del malato.  Titolo del convegno  è la “Potenza della fragilità”. Interverrà, come detto,  Guido Marangoni che riporterà la sua esperienza di padre di una figlia down. Guido Marangoni è noto per la sua grande capacità di dialogare con i giovani e di tenere attenta la platea a cui si rivolge. Seguiranno anche altre esperienze e testimonianze di genitori, ragazzi ed educatori. L’incontro si svolgerà a Monza presso l’Auditorium Enrico Pogliani dell’Ospedale San Gerardo – via Pergolesi, 33.

Cosa succede quando in  famiglia arriva una bimba con Sindrome di down?

“Anna è la mia buona notizia. Ma chi è Anna? Anna, dopo Marta e Francesca, è la nostra terza figlia – racconta al Corriere della Sera Guido Marangoni autore del libro Anna che sorride alla pioggia e della pagina FB  Buone notizie secondo Anna - Confesso che ho fatto di tutto per avere il maschietto, ma credo di aver fatto confusione con i cromosomi... Anna infatti ha quel famoso cromosoma in più che tanto spaventa le nostre certezze. Un cromosoma minuscolo nella sua realtà biologica, ma gigante e invadente nella nostra mente, tanto da occupare tutto, almeno in un primo momento. Chiariamo subito che la sindrome di Down non è una buona notizia …”

Oltre al libro, Guido Marangoni ha parlato della sua esperienza di papà di una figlia down con giornali e riviste, sui social, attraverso video e conferenze.

L’appuntamento è sabato 9 febbraio dalle 9:00 alle 12:00 a Monza presso la sede della Palazzina Nuova dell’Ospedale San Gerardo. Auditorium Enrico Pogliani- Via Pergolesi, 33 Monza (di fronte al bar dell’Ospedale)

Video presentazione convegno

 

Print Friendly, PDF & Email

“Il Governo i soldi li ha trovati, ora Sala faccia la sua parte e non scarichi sulla tariffa unica, che è altra cosa rispetto all’aumento di due euro dei biglietti che vuole il sindaco di Milano, tutti i problemi di bilancio di Milano.  I cittadini non devono pagare per servizi che ancora non esistono; il Comune di Milano, se crede, si assuma la responsabilità di aumentare i biglietti con gli adeguamenti ISTAT e nel rispetto delle regole. La politica tradizionale ha sempre remato contro alla realizzazione del prolungamento della metropolitana di Monza. Ora che il Governo del cambiamento ha messo a disposizione i finanziamenti il PD e il Comune di Milano si mettono di traverso.   Se per il Comune di Milano è troppo complicato gestire una società come MM si faccia da parte. Della incapacità della Giunta Sala non devono pagarne le conseguenze i lombardi e i comuni limitrofi a Milano privati del trasporto metropolitano”, così Massimo De Rosa e Marco Fumagalli, consiglieri regionali del M5S Lombardia, commentano i dubbi del Sindaco di Milano Giuseppe Sala sul prolungamento della M5 a Monza.
Milano, 28 gennaio 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

giovedì 31 gennaio alle 17 giornata di apertura di “ON! Accendi il tuo impegno ideale”, quinta edizione della Scuola di Formazione Politica Alisei.

 All’incontro inaugurativo, che si svolgerà nella sala “Bruno Trentin” della Cgil di Monza e Brianza di via Premuda, 17 a Monza, parteciperanno:

-          Elly Schlein, eurodeputata italiana

-          Elena Lattuada, Segretaria generale Cgil Lombardia

-          Angela Mondellini, Segretaria generale Cgil Monza e Brianza

-          Samuele Tieghi, Presidente Associazione Alisei

-          Ana Victoria Arruabarrena, curatrice del progetto e della didattica

-          Alessandro Braga, giornalista di Radio Popolare

-          Giorgio Garofalo, progetto “ON! Air”

-          Irene Zappalà, assessore alla Cultura del Comune di Nova Milanese

-          Francesco Facciuto, Associazione Minerva

-          Testimonianze ex allievi

 

Print Friendly, PDF & Email

Festival Brianza Classica a Brugheriodomenica 3 febbraio:

"Uno strumento per svelare la musica che è in te" - XVI edizione

 LA SUAVE MELODIA

domenica 3 febbraio, ore 17 / Tempietto di San Lucio di Moncucco / via San Maurizio al Lambro 3 / Brugherio

Ubaldo Rosso - flauto traversiere

Maurizio Piantelli - tiorba

Elena Zegna - voce recitante

Dopo il primo concerto a Carnate, Brianza Classica vi dà appuntamento a Brugherio, domenica 3 febbraio, presso il suggestivo Tempietto di Moncucco, con il reading La suave melodia che vede protagonisti l'attrice Elena Zegna ed i musicisti Ubaldo Rosso e Maurizio Piantelli. Il reading considera la poesia di Gian Battista Marino, il celebre poeta napoletano di età barocca, accostandovi le musiche di autori coevi o successivi. Attraverso le parole del poeta e le raffinate musiche, il pubblico sarà immerso nelle atmosfere delle corti barocche italiane ed avrà l'occasione di scoprire strumenti insoliti quali il flauto traversiere, che si affermò tra il XVII e il XVIII secolo, e la tiorba, strumento nato in Italia nel XVI secolo. Il reading sarà preceduto da una visita culturale al Tempietto di Moncucco, a cura della delegazione FAI di Monza.

 

Il concerto è ad ingresso gratuito con prenotazione consigliata sul sito www.brianzaclassica.it 

 

Print Friendly, PDF & Email

L’ASSESSORATO ALL’ECOLOGIA INCONTRA I CITTADINI

Tariffa puntuale e trasporto pubblico a chiamata

Cinque incontri pubblici per parlare di tariffa puntuale e del nuovo servizio di trasporto pubblico a chiamata; l'Assessorato all'Ecologia incontra i cittadini di Vimercate e delle frazioni per illustrare questi due nuovi progetti. Ecco il calendario degli incontri:

- Mercoledì 30 gennaio a Oreno presso il Basell di via Scotti, 22

- Lunedì 4 febbraio a Ruginello presso la Casa Famiglia San Giuseppe via Cantore, 7

- Mercoledì 6 febbraio a Vimercate nell'Auditorium della Biblioteca civica

- Giovedì 7 febbraio a Velasca in Villa Volontieri in via Velasca 22

- Venerdì 8 febbraio Vimercate Nord presso la Corte dei Girasoli in via Fiume, 4

Tutti gli incontri inizieranno alle ore 21.00

Vimercate, 28 gennaio 2019

 

Print Friendly, PDF & Email

Prolungamento della M5 sino al Nord di Monza: ecco tutti i grandi i vantaggi per ambiente e pendolari. Meno inquinamento e risparmi per milioni di euro .

Abbiamo esaminato, con l’aiuto di esperti, l’analisi costi/benefici allegata al Progetto di fattibilità del prolungamento M5 da Bignami sino al Nord di Monza. Lo studio, effettuato seguendo le linee guida indicate dal MIT (Ministero dei Trasporti), è decisamente ben fatto, parte da dati recenti – e quindi attendibili – sulla mobilità nella nostra area, e soprattutto presenta risultati molto interessanti che qui abbiamo integrato con altri dati diffusi dal Comune di Milano e, in piccola parte, rielaborato utilizzando tabelle standard di CNR e ACI. Ricordiamo che sulla tratta del prolungamento i treni faranno 1 milione e 710mila km all’anno, con frequenze previste ogni 3 minuti nelle ore di punta e ogni 6 negli altri orari, dalle 05:40 a mezzanotte. Esempio di un tempo di percorrenza, da Monza Nord (Polo Istituzionale, ex IV Novembre) a San Siro: 45 minuti. Il prolungamento porterà la M5 ad avere 28.000 nuovi passeggeri al giorno in più nelle sole ore di punta, decongestionando il traffico. Gli utenti previsti sono di Monza, Cinisello e Sesto San Giovanni, ma anche dei comuni di Lissone, Vedano, Biassono e – in parte minore – Desio e Seregno. Vantaggi ambientali In un anno è calcolata una riduzione di 25 milioni di spostamenti in auto, lo stesso effetto prodotto dalla tratta in servizio Bignami-San Siro. La riduzione degli inquinanti nell’area servita dal prolungamento è stimata di seguito: Anidride carbonica (CO2) - 3,5%, Ossidi e biossidi di azoto (NOx) - 2,0% Polveri fini (PM10) - 2,5%. Nel complesso, la M5 sino al nord di Monza consentirà un risparmio energetico pari a: meno 15.000 tonnellate equivalenti di petrolio. Vantaggi per i cittadini. I tempi di spostamento tra Monza e Milano si ridurranno parecchio considerando complessivamente tragitto e ricerca del luogo di sosta. I vantaggi economici globali per i cittadini assommeranno a 8 milioni di euro l’anno, in crescita negli anni successivi al primo, considerando i costi complessivi dell’auto privata (eventuali sosta e Area B o C di Milano escluse). Sono calcolati circa 500 incidenti stradali in meno all’anno. Dice Isabella Tavazzi, portavoce dell’Associazione HQMonza: “Per molte ragioni, la M5 sino al nord di Monza è urgente oltre che indispensabile. Sollecitiamo gli enti coinvolti ad accelerare i tempi della fase che precede la costruzione, tempi necessari per la progettazione definitiva e per innumerevoli passaggi burocratici e amministrativi. Ricordiamo anche che tra un mese a Milano partirà l’Area B, soggetta a restrizioni progressive sino al 2026, anno in cui saranno ben poche le auto che potranno entrare nella città capoluogo”. Allo stato attuale, l’iter per il prolungamento della M5 sino al nord di Monza è certamente in movimento e fa ben sperare, ma sinora sono stati superati soltanto due di dodici passaggi essenziali per arrivare alla realizzazione e all’entrata in esercizio. I tempi dei cantieri per la costruzione si prevedono di circa cinque anni. I tempi della burocrazia sono calcolati dai Comuni di Milano e Monza in altrettanti cinque anni, ma le esperienze più recenti a Milano e in altre città d’Italia indicano che una forte volontà politica e amministrativa potrebbe agevolmente comprimerli, riducendoli a tre.

 

Print Friendly, PDF & Email

Reggia di Monza: la potenza dell’Arte per generare valore aggiunto

Dario Allevi, Presidente del Consorzio Villa Reale

ieri all’inaugurazione della mostra «Andy Warhol. L’alchimista degli anni Sessanta»

 Monza, 25 gennaio 2019. Si apre oggi al pubblico, presso l’Orangerie della Reggia di Monza, la mostra «Andy Warhol. L’alchimista degli anni Sessanta», curata da Maurizio Vanni in collaborazione con le Associazioni Culturali Spirale d’Idee e Metamorfosi.

«Abbiamo inaugurato la stagione espositiva del 2019 con un “gigante” del XX secolo, accogliendo il genio di Andy Warhol nel “vivaio dell’arte” della nostra città», ha dichiarato il Sindaco Allevi, Presidente del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, alla preview riservata alla stampa che si è svolta ieri. «Abbiamo alzato l’asticella perché la Villa Reale diventi sempre più un polo di attrazione per il turismo, nazionale e internazionale».

Nel suo intervento Dario Allevi ha allargato lo sguardo alla Villa Reale e alla promozione dell’intero compendio: «Iniziamo il nuovo anno ‘con il botto’ proponendo una mostra di altissimo profilo culturale che rientra nel più ampio piano di promozione del complesso monumentale del Piermarini, con una particolare attenzione ai grandi maestri dell’arte contemporanea”.

 “Stiamo pensando a soluzioni innovative e partnership con soggetti privati che possano generare nuova economia e turismo di alto valore aggiunto. Con questa “filosofia” abbiamo iniziato a lavorare l’anno scorso e proseguiremo nei prossimi anni. Siamo sulla strada giusta», ha concluso Allevi.

 

Print Friendly, PDF & Email

- giovedì 31 gennaio il primo appuntamento della rassegna "I dialoghi dell'arte", dedicato a Oscar Wilde

- dall'1 al 3 febbraio per la stagione "Teatro + Tempo Presente" andrà in scena "La dodicesima notte" della compagnia PianoinBilico: sul palco anche il direttore artistico del teatro Corrado Accordino

- dal 5 al 7 febbraio per la stagione "Teatro + Tempo Eventi" i PaeSaggi Invernali: tre saggi da tre diversi laboratori della Scuola di Teatro del Binario 7.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)