Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

MENSILE DI INFORMAZIONE POLITICA LOCALE  Cosa dicono i politici seregnesi? 

APOTI : - Bando a chi si improvvisa politicante del momento e che non ha le competenze...

- LEGA: - Perché i nostri due ex colleghi di partito (Forcolin e Giannobi ndr )   attaccano gli assessori Liviero e Sambruni? -

PARTITO DEMOCRATICO : - Le Lega pensa più alle poltrone che ai cittadini.  Un esempio: una fattura non pagata dal comune di circa 6000 euro  per cui il fornitore ha fatto causa, ci costerà  circa 20.000 euro

- PDL:  Tutto bene !

AMARE SEREGNO: - Andiamo avanti a discutere per non lasciare che Seregno  sia solo una città di servizi, una città povera, una città dormitorio…

- FED. SINISTRA : - Scuola, una riforma fatta solo sui …numeri  -

ALZANOCENE 1909 - SEREGNO  1 - 0 CALCIO  6^ Giornata - Serie D - Girone B Sintesi dell'incontro

e se ti sei perso CRONACA di SEREGNO di venerdì clicca qui

 

www.seregno.tv      info@seregno.tv" >info@seregno.tv

 

Print Friendly, PDF & Email

Finalmente inizia l’abbattimento
della rampa nord della Statale 36
Ecco esattamente cosa succederà da mercoledì
Intanto, questa la situazione dei lavori:
- Molte le porzioni di galleria già pronte
“a macchia di leopardo”
- Imbocco sud e uscita verso il Parco già
realizzati (strutture grezze)
- Si avvicina il momento della riapertura
dell’incrocio Cavallotti-SS36
Ancora troppi problemi nelle ore di punta
Occorrono più vigili e polstrada
Gli annunci pubblici di Anas riguardo al cantiere
per il tunnel di viale Lombardia sulla SS36 sono
sempre piuttosto stringati e tecnici, spesso quindi
enigmatici per i non addetti ai lavori.
Sulla base delle nostre informazioni che teniamo
costantemente aggiornate, vorremmo aiutare a capire
meglio con parole il più possibile semplici.
Cosa succede esattamente da mercoledì 5 ottobre
Le operazioni che iniziano mercoledì 5 ottobre sono
molto importanti ed anche le più delicate e complesse
di tutto il progetto. Si tratta dell’avvio
di ventidue specifiche fasi di cantiere che porteranno
dapprima all’abbattimento del cavalcavia nord
e subito dopo alla realizzazione della rampa di discesa
e dell’imbocco principale del tunnel da questa
parte.

 

Il primo passo avverrà nella notte tra mercoledì e
giovedì. In corrispondenza del cavalcavia Nord, il
traffico sulla SS36 in direzione Lecco verrà spostato
su una carreggiata laterale provvisoria che è
stata appositamente costruita, una sorta di rampabis
destinata alla fine ad essere anch’essa abbattuta.
E’ stato necessario per poter mantenere sempre
aperte due corsie per senso di marcia lungo
questa strada statale che è, dopo la Salerno-Reggio
Calabria, la più congestionata d’Italia.
Una volta deviato il traffico, le travi dei ponti
verranno letteralmente tagliate e la carreggiata in
direzione Milano-Lecco verrà smantellata, mantenendo
in funzione la sede originaria nella direzione
contraria Lecco-Milano. Questa scelta tecnica inconsueta,
dettata sempre dall’esigenza di mantenere
la SS36 aperta, ha comportato – tra luglio e oggi –
la realizzazione di numerose palificazioni di sostegno
e rinforzo.
Nelle fasi successive, la stessa operazione di deviazione
laterale del traffico su tracciato provvisorio
e di smantellamento della sede originaria
verrà eseguita per la carreggiata Lecco-Milano.
Che cosa è stato fatto e cosa accadrà a breve
Intanto, il tratto di galleria compreso fra le vie
Taccona-Vittorio Veneto e l’ex cavalcavia di San
Fruttuoso è già pronto, per entrambi i sensi di
marcia e per sei corsie totali, con alcuni tasselli
mancanti, uno dei quali è una porzione di canna
Milano-Lecco in corrispondenza di via Cavallotti.
Quando anche questo piccolo pezzo sarà finito, potrà
finalmente essere riaperto l’incrocio (come
promesso da Anas). Attenzione però che, nello stesso
tempo, verrà chiuso l’attraversamento Vittorio
Veneto-Taccona.
Sono già pronti altri tratti grezzi di tunnel “a
macchia di leopardo”, per esempio tra la zona dell’ex
cavalcavia di San Fruttuoso e l’uscita sud

(altezza di via Tito Speri), dove l’imbocco è per
metà pronto.
Per realizzare l’altra metà, tutto il viale sarà
entro dicembre spostato più a ridosso di Monza. In
coincidenza con questa operazione, l’incrocio all’ex
cavalcavia di San Fruttuoso cambierà radicalmente,
in una maniera che dovrebbe ridurre problemi
e code lungo via Romagna, ma che potrebbe però
accentuare le code in uscita da San Fruttuoso.
Come vanno le cose agli incroci e nei quartieri
Allo stato attuale, nonostante la buona volontà di
tutti, i problemi agli incroci restano molto pesanti,
specie nelle ore di punta. Il problema principale
è la congestione del traffico sulla Statale
36, con code accatastate che finiscono per bloccare
gli incroci stessi e quindi per rallentare notevolmente
l’uscita da Monza città e da San Fruttuoso,
con ripercussioni pesantissime nei quartieri.
Come abbiamo più volte detto, a questo problema è
possibile porre rimedio soltanto in un modo: con agenti
del traffico (polizia municipale e polstrada)
che applichino all’imprevedibile evolversi della
situazione le loro scelte “umane”. Non esiste impianto
semaforico, per quanto “intelligente”, capace
di cavarsela in una condizione così caotica e
dinamica.
Per questo rinnoviamo l’appello al Comune ed alla
Polizia Stradale perchè la presenza di pattuglie,
già migliorata, venga ulteriormente incrementata.
Monza, 05 ottobre 2011
Comitato San Fruttuoso 2000,
Comitato Triante, Comitato Viale Lombardia,
Comitato Romagna, Comitato Monviso

 

Comitati per la Galleria - Monza
Comitato San Fruttuoso 2000, Comitato Triante,
Comitato viale Lombardia, Comitato Romagna, Comitato Monviso

c/o Associazione HQ Monza, via tazzoli 37, 20052 Monza



 

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Riparte la Stagione di Prosa del Teatro Manzoni con i consueti otto titoli.

Tra gli artisti proposti in cartellone spiccano i nomi conosciuti e amati di Zuzzurro&Gaspare in “La cena dei cretini”, Massimo Dapporto e Antonella Elia in “La verità”, Maria Amelia Monti, Gianfranco Jannuzzo e altre personalità dello Spettacolo Nazionale.

Una proposta variegata per tutti i gusti, con tante sfaccettature e sfumature. Si parte con il musical “Aladin” con Flavio Montrucchio nella parte di Aladin e Stefano Masciarelli nel ruolo del Genio, musiche dei Pooh, lo scorso anno ha fatto più di 130 repliche di tourneè con oltre 150.000 biglietti venduti. “Piccoli equivoci”, testo cult degli anni ottanta che ha riscosso un grande successo sia a teatro che al cinema, rimesso in scena dopo venticinque anni da Claudio Bigagli con un cast di attori eccezionali, fra i migliori che può offrire la generazione dei trentenni. Una storia molto divertente e amara, a momenti toccante e quasi tragica. Tornano al Manzoni gli esilaranti Gianluca Ramazzotti/Miriam Mesturino/Raffaele Pisu con “Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa”. E poi una commedia pirandelliana “L’uomo, la bestia e la virtù”, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi (neo-vincitori del Premio Nazionale Le Maschere del Teatro Italiano come miglior spettacolo 2011 con “I giganti della montagna).

Oltre al genere della commedia brillante, non manca la musica con i Pooh in “Aladin”, Cesare Cremonini in “Tante belle cose”, e il cantante lirico di “Cercasi tenore”.

 

L’esordio è atteso per il 17 novembre!

INFO ABBONAMENTO 8 TITOLI

I NUOVI ABBONAMENTI SARANNO IN VENDITA DALL’11 OTTOBRE!

 

Al via anche la campagna dei nuovi abbonamenti del Teatro Manzoni di Monza. Di seguito tutte le informazioni: i periodi di vendita, i costi e i riferimenti.

ABBONAMENTO INTERO 8 spettacoli:

PLATEA 178 euro

BALCONATA 150 euro

GALLERIA 80 euro

ABBONAMENTO RIDOTTO (solo CRAL convenzionati):

PLATEA 158 euro

BALCONATA 140 euro

GALLERIA 70 euro

ORARI BOTTEGHINO

Durante la campagna abbonamenti (fino al 31 ottobre 2011) il botteghino del Teatro osserverà il seguente orario da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00; successivamente (dal 1 novembre 2011) gli orari saranno da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 Inoltre i biglietti singoli per gli spettacoli “Aladin” (dal 17 al 20 novembre) e “Piccoli equivoci” (dal 1 al 4 dicembre) saranno in vendita in botteghino e on-line da martedì 18 ottobre.

 

SPETTACOLI FUORI ABBONAMENTO

 

Il Teatro Manzoni propone come sempre anche una carrellata di spettacoli fuori abbonamento.

Fra i dieci titoli troverete spettacoli di opera lirica, balletto classico e contemporaneo, altri musical e commedie.

Il primo spettacolo sarà “Heidi”, dedicato al pubblico delle famiglie; per la serata di capodanno il musical “Pirates”, tratto dal romanzo di Salgari "Jolanda, la figlia del corsaro nero" con Luisa Corna; fra gennaio e marzo 2012 ci saranno tre spettacoli di teatro d’opera, uno al mese: “Carmen” di Bizet, “Boheme” di Puccini, “Traviata” di Verdi. Due nuove produzioni del Teatro dell’Opera di Milano, mentre l’ultima è di As.Li.Co. di Como; a febbraio 2012 “Un americano a Parigi” con il ballerino Raffaele Paganini; a marzo 2012 lo spettacolo di maggior successo al mondo sul rapporto di coppia “Caveman – L’uomo delle caverne” regia di Teo Teocoli.

E ancora: Slovak National Theatre nel balletto “La Bayadere”; “Cenerentola” opera in musical, e “Pinocchio burattino senza fili” con le musiche di Edoardo Bennato.

 Adrian Duci in “La Bayadere”

 Sono in programmazione ALTRI EVENTI SPECIALI: continuerà l’iniziativa APERITIVO IN CONCERTO (concerti di musica classica con aperitivo, a ingresso). Lo scorso anno l’iniziativa, proposta la domenica mattina e accolta da un vasto e vario pubblico, era stata progettata con i musicisti di UECO United Europe Chamber Orchestra.

INFO ABBONAMENTO OPERA

 

“ABBONAMENTO OPERA” IN VENDITA DAL 18 OTTOBRE!

 Da martedì 18 ottobre sarà in vendita anche l’abbonamento trasversale alle 4 opere ospitate al Teatro Manzoni:

“CARMEN” sabato 21 gennaio

“LA BOHEME” sabato 11 febbraio

“LA TRAVIATA” sabato 31 marzo

“CENERENTOLA” sabato 14 aprile

  

ABBONAMENTO INTERO 4 spettacoli:

PLATEA 100 euro

BALCONATA 90 euro

GALLERIA 70 euro

ABBONAMENTO RIDOTTO

(CRAL convenzionati e Università della Terza Età):

PLATEA 85 euro

BALCONATA 76 euro

GALLERIA 60 euro

ORARI BOTTEGHINO

Durante la campagna abbonamenti (fino al 31 ottobre 2011) il botteghino del Teatro osserverà il seguente orario da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00; successivamente (dal 1 novembre 2011) gli orari saranno da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 

TEATRO MANZONI PER LA SCUOLA

 

Il 21 novembre partirà anche la 29ª edizione della stagione per le scuole.

In cartellone 20 spettacoli, oltre 30 repliche, per tutte le fasce di età: dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria di 2° grado. Continuano i progetti iniziati gli scorsi anni: progetto classici per l’infanzia, progetto classici per le superiori, progetto teatro in matematica, progetto musica in primo piano, progetto memoria, progetto adolescenza e progetto per i più piccoli.

 

Un Teatro che racconta e incontra – insieme ai bambini e ai ragazzi dai 3 ai 18 anni – luoghi, oggetti, emozioni, storie, volti, affetti.

Utilizzando il linguaggio dei suoni, delle parole, del corpo, del segno, dei colori, dei gesti, del video. Mettendo in scena tematiche diverse: il Natale, il sonno, la diversità, le nuove tecnologie, l’emigrazione, la bellezza, la Shoah e la Memoria, il Mito, l’abuso di alcol. Prendendo ispirazione da artisti classici e contemporanei, italiani e stranieri: Ovidio, Dante, Basile, Goldoni, Mozart, Salgari, Pirandello, Prokofiev, Rodari, Schmitt. Scoprendo legami con la matematica, la musica, il disegno, l’opera lirica. Ospitando riconosciute compagnie teatrali, ognuna con la propria modalità di giocare il teatro. Proponendo il dialogo fra attori e pubblico, e chiedendo ai bambini di esprimere le proprie impressioni attraverso l’iniziativa “Lascia un segno, un pezzo, uno strappo” all’interno della novità: I Martedì nel Foyer.

Questo intende fare il Teatro Manzoni: tessere una trama di persone e personaggi.

Il titolo scelto per il Concorso di Illustrazione di questa terza edizione è: “Il personaggio del mio teatro”.

 Info e prenotazioni



Letizia Schiavello

Ufficio Stampa – Teatro Manzoni Monza
E-mail: letizia@teatromanzonimonza.it

Tel.: +39 039 386 500

(centralino Mart-Sab 10.30-13, 16-19) 
Fax: 039 2300966
WebSite: www.teatromanzonimonza.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Premio di Laurea

della Fondazione dell’Ordine degli Architetti e P.P. e C. di Monza e Brianza

MOSLO in BRIANZA.

VERSO UNA MOBILITA’ SOSTENIBILE.

 

Nell’ambito del progetto MOSLO - Mobilità Sostenibile in Lombardia- presentato dalla Consulta Regionale Lombarda al Concorso “Expo dei Territori: Verso il 2015”, l’Ordine degli Architetti, P. P. e C. della provincia di Monza e della Brianza ha avviato un processo di analisi ed approfondimento delle tematiche legate alle infrastrutture ferroviarie presenti sul territorio di Monza e Brianza e alla loro possibilità di sviluppo ed intersezione con percorsi ciclopedonali, turistici, enogastronomici esistenti da potenziare e promuovere in modo organico e sinergico.

Da questa analisi è emerso, quale ambito particolarmente degno di attenzione e approfondimento per le sue peculiarità storico - culturali - artistiche - paesistiche, il territorio caratterizzato dalla infrastruttura ferroviaria MONZA - MOLTENO - OGGIONO.

Con l’obiettivo di creare le basi per una riflessione più approfondita sulla mobilità sostenibile, legata al tema della valorizzazione di questa tratta ferroviaria e alla riqualificazione del territorio circostante, caratterizzato anche dal Parco della Valle del Lambro, la Fondazione dell’Ordine degli Architetti, P. P. e C. della provincia di Monza e della Brianza, bandisce il premio Tesi di Laurea MOSLO IN BRIANZA.VERSO UNA MOBILITA’ SOSTENIBILE.

 

ORDINE degli ARCHITETTI P.P.C. della

PROVINCIA di MONZA e della BRIANZA

Via Zanzi, 8/a - 20900 MONZA

Tel. 039 - 2307447 fax 039 - 2326095

segreteria@ordinearchitetti.mb.it www.ordinearchitetti.mb.it

__________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Print Friendly, PDF & Email

 

CONTRO L’EUROPA DELLE BANCHE! NOI IL DEBITO NON LO PAGHIAMO! TUTTI IN PIAZZA VENERDI’ 07 OTTOBRE A MONZA - PRESIDIO (dalle ore 16,00 alle 19,00) presso la Prefettura di Monza in via Prina.

 Il governo Berlusconi sta distruggendo conquiste sociali, diritti e libertà. Noi diciamo NO al governo unico del capitalismo internazionale, delle banche e della finanza che sacrifica tutto per difendere i ricchi e la speculazione sia in Italia che in Europa. Vogliamo costruire un’alternativa a una politica antipopolare che è la stessa, sia per i governi di centrodestra che di centrosinistra!

PER CAMBIARE DAVVERO BISOGNA:

  1. Non pagare il debito. Colpire a fondo la speculazione finanziaria e il potere bancario. Vanno nazionalizzate, senza indennizzo, le grandi banche (salvaguardando i risparmi dei cittadini); va attuata una vera imposta patrimoniale e tassati i grandi patrimoni, le transazioni finanziarie, colpiti i paradisi fiscali. In sostanza bisogna attuare una politica alternativa al patto di stabilità imposto dal Fondo Monetario Internazionale, dall’Unione Europea e dal patto di Maastricht.
  2. Drastico taglio alle spese militari e cessazione di ogni missione di guerra. Dalla Libia all’Afghanistan. Tutta le risorse risparmiate vanno rivolte a finanziare le spese sociali: scuola pubblica, beni comuni (a partire dall’acqua) sanità. Una politica di pace e accoglienza, apertura a tutti i paesi del Mediterraneo, sostegno alle rivoluzioni del Nord Africa e alla lotta del popolo palestinese per l’indipendenza contro l’occupazione israeliana.
  3. Giustizia e diritti per tutto il mondo del lavoro. Basta con la precarietà. Abolizione di tutte le leggi sul precariato e riaffermazione del contratto a tempo indeterminato dentro un contratto nazionale inderogabile. Riduzione generalizzata dell’orario di lavoro a parità di salario con l’aggancio de salari all’aumento reale del costo della vita. Parità completa di diritti per il lavoro migrante col diritto di voto e cittadinanza per i migranti. Eliminazione delle pensioni d’oro e dei bonus per i super manager. Istituzione di un reddito sociale finalizzato alla ricerca di un posto di lavoro e ricostruzione di un sistema pensionistico pubblico che garantisca pensioni dignitose ai lavoratori.
  4. I  beni comuni per uno sviluppo alternativo. Occorre un piano per il lavoro basato su migliaia di piccole opere, in alternativa alle grandi opere che dovranno essere (dall’alta velocità in val di Susa allo ponte sullo stretto di Messina) cancellate. I beni pubblici dovranno tornare sotto la mano pubblica a partire dall’acqua, l’energia, la rete, i servizi. Bisogna garantire a tutti la casa, la sanità, la pensione, l’istruzione.
  5. Una rivoluzione per la democrazia. Prima di tutto è indispensabile una legge sulla democrazia sindacale che ridia voce ai lavoratori in alternativa e contro lo sciagurato accordo del 28 giugno siglato fra Confindustria e Cgil-Cisl-Uil.  Dovranno essere drasticamente abbattuti  i costi del sistema politico: dal finanziamento ai partiti agli stipendi dei parlamentari e degli alti burocrati. Dovranno essere aboliti i privilegi e le esenzioni di cui ancor oggi godono le istituzioni ecclesiastiche. Si dovrà tornare ad un sistema democratico parlamentare per l’elezione delle rappresentanze. Il fiume di risorse così risparmiate dovranno essere impiegate per la creazione di nuovi posti di lavoro nella scuola, nella sanità nella ricerca.

 Piena solidarietà ai lavoratori che, anche a Monza e in Brianza, lottano per i lori diritti e per il posto di lavoro, ai giovani e agli studenti che si battono per la scuola pubblica (dalle lavoratrici della cooperativa CESED, ai lavoratori della DECATHLON, agli studenti dell’Istituto d’Arte). Occorre lavorare per unificare il fronte delle lotte a partire dalla manifestazione nazionale a Roma del prossimo 15 ottobre.

 PROMOTORI: Unione Sindacale di base (Monza e Brianza) – Partito Comunista dei Lavoratori (sezione Brianza)  - F.O.A Boccaccio.

f.i.p. 25.092011 – www.usb.it  

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Notizie dal Gruppo consiliare del PD di Monza:

http://www.gruppopdmonza.it/

 

Print Friendly, PDF & Email

 

VERTENZA Azienda ANTOLOGIA

Incontro con il Sindaco di Burago Molgora Dott. Stringhini

Nella mattinata di sabato 1 ottobre si è svolto l’incontro previsto con il Sindaco Stringhini alla presenza dei delegati sindacali dell’Antologia.

Ringraziamo il Sindaco per la tempestiva disponibilità che ha dimostrato e per i futuri impegni che si è assunto.

Durante l’incontro abbiamo rappresentato la situazione di difficoltà che stanno attraversando i dipendenti e le loro famiglie, inoltre abbiamo chiesto una particolare attenzione sugli iter delle trasformazioni urbanistiche previste dal vigente PGT del Comune.

Ci è stato spiegato quale area del vivaio sarà oggetto di urbanizzazione e la valorizzazione che hanno assunto i terreni con la modifica della destinazione d’uso approvata 3 anni fa.

Inoltre abbiamo chiesto al Sindaco l’impegno per la convocazione di un Consiglio Comunale aperto che renda partecipi tutti gli amministratori e i cittadini della complessa vertenza.

Possiamo affermare che il contenuto dell’incontro ci ha permesso di rafforzare la nostra convinzione sulla possibilità di uscire dalla crisi dell’Antologia con capitali da investire che la proprietà deve necessariamente mettere a disposizione con l’ausilio degli istituti di credito.

Nei prossimi giorni saremo impegnati per risolvere l’immediato problema del pagamento degli stipendi e per costruire le condizioni per il futuro dell’azienda.

Monza, 3 ottobre 2011

FLAI CGIL Brianza

 

Print Friendly, PDF & Email

Il Museo della Città presso gli Ex Umiliati: che fine ha fatto?

Dall’inizio del mandato di questa amministrazione in consiglio e nella commissione Cultura si sono spese molte parole sullo spazio museale degli Ex Umiliati, sulla necessità di dotare la città di un museo civico, con una sezione per la didattica, uno spazio moderno, accattivante, dinamico, un museo vivo e proiettato verso il futuro.

Lungo la strada si sono cambiati progetti e intenti sulla tipologia di museo da realizzare (progetto museologico e museografico).

Dopo quattro anni e mezzo, il restauro dell’antico edificio e i cambiamenti in corsa  sui suoi spazi, le promesse di inaugurazione in tempi stretti, la fine dei lavori e la necessità di completare solo l’allestimento, la città non ha ottenuto questa opportunità e il “quasi” museo aspetta di essere completato e inaugurato.

Ma se sono state chieste risorse ai privati per l’allestimento (impianto elettrico e arredi), sarà poi in grado l’amministrazione di sostenere i suoi costi di gestione e di mantenimento? Diventerà davvero una priorità?

Nel frattempo ICOM Italia - Comitato Nazionale Italiano dell'International Council of Museums, la più importante associazione museale a livello mondiale – ha bandito il Premio ICOM Italia - Musei 2011 per valorizzare le buone pratiche operative e gestionali dei musei italiani e farne emergere le eccellenze e si rivolge a tutti i musei del nostro paese che, rispondendo alla definizione di Museo e rispettando il Codice Etico di ICOM, si sono distinti in una o più categorie di attività tra quelle premiate:

  • Premio al miglior progetto di mediazione culturale, per valorizzare      realizzazioni più innovative ed originali nell’ambito dei servizi      educativi;
  • Premio al miglior progetto ICT, per dare evidenza alle migliori      soluzioni in materia di Information and Communication Technology, sia on      line che on site, volte a promuovere e agevolare il rapporto tra pubblico      e museo;
  • Premio al miglior progetto di partnership pubblico-privato, per mettere      in luce i migliori esempi di collaborazione tra museo e partner privati      (mondo del terzo settore, società civile e aziende)
  • La nostra città invece è una Cenerentola e non ritiene importante investire sulla funzione culturale: il Museo della città dovrebbe poter essere un museo vivo e poter contribuire alla vita e alla crescita della nostra comunità.

    Alla luce delle premesse si interpellano il Sindaco e la Giunta con i seguenti quesiti:

  • Perché      non completare e aprire al pubblico un museo, uno spazio che risulta da      tempo accantonato/addormentato/in stand by, non prioritario per      l’amministrazione?
  • Perché      non mettere in campo risorse pubbliche per questa finalità invece di      aspettare risorse private che non arrivano?
  • Perché      non mettere a disposizione della città reperti chiusi nei depositi e      inaccessibili alla fruizione?
  •  
  • Elena Colombo

    Monza, 28 settembre 2011

     

    Print Friendly, PDF & Email

    Nella narrazione di Nicole & Martin, arcaiche fiabe popolari acquistano un nuovo volto. Bambini e adulti vengono presi per mano e condotti in un altro mondo.

     

    Le storie vengono raccontate, non solo a parole però, bensì tramite un complesso e variegato intreccio di recitazione, musica, canto, numeri di giocoliere, acrobazie e balli.

    Si tratta di rappresentazioni volute per il diletto degli spettatori, ma che offrono anche spunti di riflessione.

    Un Tendone da Circo con specialità dolciarie nel parcheggio del Bloom - 330 posti disponibili

    Gli spettacoli sono adatti per un pubblico dai 6 anni. Durata 70 Min.

    Programma

    giovedì 13 ottobre ore 10,30 - I MUSICANTI DI BREMA (per le scuole)
    venerdì 14 ottobre ore 10,30 - LA FANCIULLA SENZA MANI (per le scuole) s
    abato 15 ottobre ore 16,00 - LA FANCIULLA SENZA MANI
    domenica 16 ottobre ore 16,00 - I MUSICANTI DI BREMA
    Biglietti: Intero € 7 - Ridotto fino 12 anni € 5 - Scuole € 4 a bambino. Sconto di 1€ a biglietto sul secondo spettacolo PREVENDITE IN LIBRERIA Si raccomanda la puntualità: non sarà più possibile accedere a spettacolo iniziato.

     

    Print Friendly, PDF & Email

     

    Venerdì 30 settembre una delegazione di genitori, studenti e insegnanti dell'ISA è stata ricevuta, presso la sede della Provincia di Monza e Brianza dal Presidente Allevi e, per il Comune, dall'assessore Maffè. Erano presenti gli assessori provinciali Meroni e Colombo.

    L'incontro era stato da noi richiesto per consegnare l'appello sottoscritto in pochi giorni da 10.000 cittadini monzesi e brianzoli, che sollecita l'immediato recupero dell'ex Borsa e la sua restituzione alla scuola.
    Naturalmente attendevamo anche notizie sulla sospirata soluzione contingente alla mancanza di aule.

    La buona notizia è arrivata: per il 10 ottobre potremo finalmente usufruire di 4 aule presso CASCINA S. FEDELE - nel parco - a 10 minuti a piedi dalla scuola.

    Grazie all'interessamento del Prefetto di Monza e Brianza Saccone, un' ispezione dei Vigili del Fuoco ha certificato l'idoneità dell'edificio che in un primo tempo sembrava non avere le caratteristiche adeguate
    ad accoglierci. Restano alcuni dettagli tecnici e formali che, con la collaborazione della Provincia, il Comune potrà risolvere rapidamente.

    La seconda buona notizia è l'impegno preso sia dal Comune che dalla Provincia a lavorare, in sinergia e con la massima celerità , al recupero del Borsa con l'obiettivo di restituirlo alla scuola già dal prossimo anno scolastico. Sarà necessario in primo luogo reperire le risorse economiche e in secondo luogo trovare la strada per poter agire in tempi così ristretti. L'impegno del Presidente Allevi è di darci notizie sulle possibili soluzioni entro un paio di settimane.

    Ringraziamo Comune e Provincia per gli importanti impegni presi e in particolare il Prefetto per l'intervento risolutivo.

    Seguiremo con attenzione gli sviluppi della situazione fino alla sua positiva risoluzione.

    MARTEDI 4 OTTOBRE DALLE ORE 12,30, A SCUOLA SI TERRA' UN' ASSEMBLEA GENERALE PER FARE IL PUNTO DELLA SITUAZIONE, ANALIZZARE LE CRITICITA' ANCORA IN ESSERE E RINGRAZIARE LA CITTADINAZA PER LA SOLIDARIETA' DIMOSTRATA.

    gli studenti, i docenti, il personale ata e i genitori dell IIS Liceo
    Artistico - Istituto d'Arte di Monza

     

    Iscriviti alla newsletter
    Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

    Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)