Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Monza, 19 settembre 2011 – Sono oltre 5.000 le prenotazioni online giàregistrate per domenica 25 settembre20011 in occasione della nona edizione di Ville Aperte in Brianza, lamanifestazione organizzata dalla Provincia MB che prevede l'aperturastraordinaria di 70 siti monumentali in 33 Comuni del territorio.Trai luoghi più gettonati hanno già registrato il tutto esaurito la Villa Reale diMonza con la visita guidata alla mostra dedicata alla Regina Margherita  e la new entry Villa Zari a Bovisio Masciago.

Pochiposti disponibili invece per visitare i gioielli di Vimercate  - Villa Gallarati Scotti, Villa Sottocasa eil museo Must - che sono già a quota 1.000 prenotazioni. Per chi sceglierà proprioVimercate come meta, sarà possibile anche provare in anteprima il nuovoservizio di “Bike sharing elettrico"che verrà inaugurato nella stessa giornata alle ore 11.45. Basterà presentarsicon il biglietto di Ville Aperte presso una delle tre bicistazioni (Autostazione Piazza Marconi; parcheggio NuovoOspedale e Centro Torri Bianche–ingresso Centro Commerciale) per provare le nuove biciclette a pedalataassistita.

Stanno riscuotendo un ottimo successo anche laVilla Antona Traversi e la Chiesa di San Vittore a Meda con oltre 200 prenotazioni mentre ci sono ancora posti disponibili per visitare  il Parco della Fondazione Rossini a Briosco. Sitratta di un parco ricco di sculture di arte contemporanea allestito in un suggestivoavvallamento tra le colline della Brianza. Nell’oasi verde si possono ammirareopere di alcuni tra i più famosi scultori del novecento e il padiglioneespositivo dedicato agli eventi temporanei progettato dall’architetto americanoJames Wines, esperto di green architecture.

A Triuggio, apre i cancelli aivisitatori, la splendida Villa Taverna; a Desio Villa Cusani Traversi Tittoni, mentrea Cesano Maderno, oltre alle visite a Palazzo Arese Borromeo, sono aperte leprenotazioni per assistere allo spettacolo teatraleitinerante Il labirinto di Alice che si terrà alle ore 18.30. Lo spettacolosi inserisce nel calendario di "pH_performingHeritage.Uno spettacolo di patrimonio" promosso dal Distretto Culturale Evoluto MB -  l’ambizioso progetto che, nella più ampiastrategia dei Distretti culturali promossa e finanziata da Fondazione Cariplo,identifica nella cultura un importante strumento di sviluppo e progettamodalità sperimentali ed innovative  perla valorizzazione del patrimonio del territorio.

Sonoin programma spettacoli nei 4 Comunipartner del Distretto – oltre Cesano Maderno sono infatti coinvolti anche Bellusco, Biassono e Sulbiate – per  scoprire la storia degli edifici storici non solo attraverso le visite guidate,ma anche grazie al racconto coinvolgente dello spettacolo dal vivo: uncentinaio di artisti coinvolgeranno il pubblico in 6 spettacoli a ingressogratuito ancora prenotabili  nel sitowww.villeaperte.info.

Dunquefiabe  itineranti nei giardini e nellesale di Palazzo Borromeo a Cesano Maderno; artisti di corte e di strada evisite guidate drammatizzate al Castello di Bellusco; straordinarievideoproiezioni a 270° nel comune di Biassono e danze contemporanee, racconti erievocazioni storiche a Sulbiate.

E per la prima volta gli amanti delle dueruote potranno raggiungere le Ville attraverso itinerari ciclabili sostenibili pensati ad hoc. Tresono i percorsi proposti: il primo lungo il Lambro, tocca i Comuni di Triuggio,Carate Brianza e Verano Brianza, il secondo nel Vimercatese interessa i Comuni di Agrate Brianza, Vimercate, Arcore ed ilterzo, lungo il parco delle Groane riguardai Comuni di Limbiate, Cesano Maderno e Desio. Online dal sito www.villeaperte.info èpossibile scaricare, in versione pdf, le mappe dei percorsi con tutte leindicazioni utili per scoprire il patrimonio artistico e culturale nel segnodella mobilità sostenibile.

Per chi invece sceglie il treno come mezzo di trasporto da Milano verso la Brianza, èproposto un itinerarioalla scoperta degli edifici nobiliari che, partendo dalle stazioni di MilanoCadorna e Milano Bovisa sono raggiungibili lungo la tratta delle Ferrovie Nord(Milano- Seveso –Asso).Tra questi, particolarmente significativi, sono le villedi delizia che si trovano a Varedo, Bovisio Masciago e Cesano Maderno.

Sisegnalano, infine,ancora disponibilità per le due visiteguidate su prenotazione della città di Monza: "Santa Maria alCarrobiolo: monaci e mercanti nel borgo di Monza" e "Monza Liberty eDeco nell’età dell’industrializzazione" tour questo che prevede una tappa anchepresso il Palazzo Pastori Casanova,  sedeistituzionale della Provincia.  Le visitedurano circa un’ora e il costo è di € 5.

TUTTII NUMERI DI VILLE APERTE 2011

- 9 EDIZIONIDI “VILLE APERTE”

- 33 COMUNICOINVOLTI

- 70 LUOGHIVISITABILI

- OLTRE 19mila VISITATORI EDIZIONE 2010

- OLTRE 300PERSONE COINVOLTE NELL’ORGANIZZAZIONE DI CUI CIRCA 150 GUIDE TURISTICHE

- 45  VISITE GUIDATE PRENOTABILI ONLINE SU WWW.VILLEAPERTE.INFO

- OLTRE 65mila  VISITEAL SITO INTERNET WWW.VILLEAPERTE.INFO NEL SETTEMBRE 2010

INFO PER IL PUBBLICO

INFORMAZIONI UTILI

• Il costo di ogni singola visitaguidata è di € 3,00 (€10,00 per la Villa Reale di Monza)

• L’ingresso è gratuito per i bambinifino a 11 anni compresi e per le persone diversamente abili oltre al proprioaccompagnatore.

• La prima visita guidata parte alleore 10.00 l’ultima intorno alle 18.00-18.15 ad intervalli che variano di luogoin luogo.

• Nella fascia oraria tra le ore12.00 e le 14.00 le visite guidate hanno una frequenza inferiore.

• Tutte le visite guidate hanno unadurata massima di 1 ora.

• I biglietti d’ingresso sono vendutiesclusivamente dalle segreterie allestite nei pressi del luogo di partenzadella visita.

• Il gruppo di visitatori vieneformato nei pressi della segreteria e affidato a una guida esperta. Il numerodei visitatori è chiuso e varia in base al luogo.

• Per informazioni contattare ilnumero 0399752251

ELENCO COMPLETO DEI SITIVISITABILI

1.    Agrate  Brianza

● Villa Trivulzio

2.    Arcore

● Complesso Borromeo D’Adda

3.    Barlassina

● Palazzo Rezzonico

● Chiesa di San Giulio

4.    Bellusco

● Castello da Corte

● Chiesa Santa Maria Maddalena e Borgo diCamuzzago                           

5.    Besana in Brianza

● Monastero Benedettino di Brugora e Chiesa dei SS.Pietro e Paolo

● Villa Paradiso

● Villa Annunciata NOVITA’                                                                                     

6.    Biassono   NOVITA’                                                                                       

●Museo Civico “Carlo Verri” e Ca’ dei Bossi

7.    Bovisio Masciago

●Villa Zari 

8.    Briosco

● Parcodi Arte Contemporanea della Fondazione Rossini                                    

9.    Brugherio

●Villa Sormani Bolagnos Andreani e Tempietto di San Lucio

●Parco di Villa Fiorita e Villa (percorso botanico) NOVITA’                                             

10.  Carate Brianza NOVITA’                                                                                  

●Villa Cusani Confalonieri

●Basilica dei SS. Pietro e Paolo e Battistero (fraz. Agliate)                                             

11.  Carnate

●Chiesa Parrocchiale dei S.S. Cornelio e Cipriano

●Chiesa Santa Croce in Passirano

●Chiesa di Santa Maria “Madre di Dio” alla stazione                                           

12.  Cavenago di Brianza

● Palazzo Rasini

● Itinerario Chiesa di Santa Maria in Campo eChiesa Parrocchiale di S.Giulio

13.  Cesano Maderno

● Palazzo Arese Borromeo

● Chiesa di S. Stefano Protomartire

● Palazzo Arese Jacini, Sede Isal – Istituto per lastoria dell’arte lombarda

14.  Concorezzo

●Chiesa di S. Eugenio

●Mostra storica Frette                                                                                                 

15.  Cornate d’Adda

●Centrale idroelettrica Esterle                                                             

16.  Desio

● Villa Cusani Traversi Tittoni  

● Basilica Prepositurale SS. Siro e Materno  NOVITA’                                                                            

17.  Lentate sul Seveso

●Oratorio di Santo Stefano                                                                              

●Oratorio di Santa Maria a Mocchirolo                                                             

●Chiesetta di San Francesco

18.  Limbiate

●Villa Pusterla Arconati Crivelli

19.  Lissone

●Villa Reati (Ex Baldironi) 

●Oratorio dell’Assunta                                                                         

●Oratorio di San Carlo                                                                                                

20.  Meda

●Villa Antona Traversi e Chiesa di S. Vittore

●Archivio storico di Villa Antona Traversi NOVITA’                                                     

21.  Monza

●Villa Reale

●Itinerario – Monza Liberty e Deco nell’era dell’industrializzazione NOVITA’

●Itinerario – Santa Maria al Carrobiolo: Monaci e mercanti nel borgo di Monza   NOVITA’

22.  Monticello Brianza

●Villa Greppi

23.  Muggiò

 ● VillaCasati Stampa di Soncino

24.  Nova Milanese

●Villa Vertua Masolo

●Chiesa S. Antonino Martire

●Villa de Barzi

●Ecomuseo del territorio di Nova Milanese nel Parco Grognotorto Villoresi NOVITA’                              

25.  Sulbiate

● Castello Lampugnani Cremonesi

● Chiesa Romanica di Sant’Ambrogio

● Ex Filanda NOVITA’

26.  Triuggio

●Villa Taverna

27.  Usmate Velate

● Villa Belgioioso Scaccabarozzi e Bosco dellaCassinetta NOVITA’

● Oratorio di San Felice

28.  Varedo

 ● VillaBagatti Valsecchi                                                                                   

29.  Verano Brianza

 ● Parco eCappella di Villa Formenti (Ex Villa Trotti Bentivoglio)                       

 ● CortileConvento (Ex Convento Padri Cappuccini)                                           

 ● VillaRavina Strada NOVITA’                                                                                    

30.  Villasanta

● Villa Camperio                                                                                              

31.  Vimercate

● Villa Sottocasa e il MUST  NOVITA’

● Sotterranei e fortezze: Vimercate Medievale

● Villa Gallarati Scotti

● Villa Borromeo: il Casino di caccia e il parco NOVITA’

● Il giardino segreto di Villa Sottocasa NOVITA’

● Palazzo Trotti: la residenza dei Feudatari

 Partecipano inoltre:

·       Bollate

Villa Arconati

·       Lainate

Villa Borromeo ViscontiLitta e Ninfeo

Camilla Palma

T: + 39 031 303492 - 82

Cel: +39 347.0420386

email: camilla.palma@manzoni22.it

 

Print Friendly, PDF & Email

 

È intollerabile che si rischi la vita lavorando, è il caso dell’operaio della Lampre di Usmate – ditta già incorsa in passato in un altro grave incidente – che venerdi sera ha perso una mano e l’avanbraccio mentre puliva una parte meccanica . Infortuni di tale gravità sono inaccettabili in un Paese che ancora si definisce civile.  La Fiom Brianza chiede con assoluta fermezza che tutti gli organi preposti al controllo della sicurezza sul lavoro vigilino con assiduità e rigore affinché tutte le leggi e tutte le disposizioni in materia vengano applicate appieno e che ogni inadempiente a tali leggi e regole paghi (e salatamente) le proprie gravi colpe. “La formazione, la conoscenza delle procedure,, i controlli che l’imprenditore è tenuto  a praticare, risultano essere elementi indispensabili per garantire quanto più possibile la prevenzione e la correttezza delle procedure di lavoro a rischio", dice il segretario della  Fiom Brianza Antonio Guzzi. "Quando questi principi vengono meno, viene messa a dura prova la sicurezza del lavoro. Drammi come questi rafforzano le nostre convinzioni che le ragioni economiche non possono prevalere sulle ragioni della salvaguardia della salute e della sicurezza, convinti che a poco servano gli spot pubblicitari sui media, e a molto serva la garanzia reale e duratura della salute di chi lavora.” Mentre  assicuriamo la nostra solidarietà al lavoratore e mettiamo a disposizione le nostra organizzazione a tutela dello stesso, esprimiamo indignazione sul ripetersi di questi gravi fatti.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comunicato Stampa

 PROVVEDITORATO AGLI STUDI DI MONZA: MANCANO PERSONALE E UFFICI E IL DIRIGENTE SI È DIMESSO

La situazione del Provveditorato di Monza è in pieno caos.

Il responsabile dell’Ufficio, dott. Nicola Montrone, ha rassegnato le dimissioni.

L’Ufficio si ritrova senza dirigente, in carenza di organico, senza la possibilità concreta di svolgere le proprie funzioni.

“Qualche mese fa la FLC CGIL ha denunciato la disfunzione in cui versano sede e uffici oltre che l’irrazionale attribuzione degli incarichi di reggenza – sostiene Vincenzo Palumbo, segretario generale della FLC CGIL (sindacato dei lavoratori della scuola) di Monza e Brianza –“.

“Più di una volta il Provveditore di Milano ha dichiarato di avere pronti gli scatoloni delle pratiche delle scuole di Monza Brianza da recapitare, col consenso del Direttore Regionale Colosio, all’USP di Monza, anche se non esistono spazi, armadi e personale per poter gestire decentemente l’Ufficio – prosegue Palumbo -. Oggi sappiamo che tutta questa storia per niente allegra, al punto che qualcuno dei dipendenti dell’USP di Monza ha dichiarato di recarsi al lavoro con il groppo in gola, ha portato alle dimissioni del dirigente responsabile”.

L’Ufficio Scolastico Regionale ha già pubblicato sul proprio sito l’avviso per la ricerca di un nuovo responsabile ad interim, come si può leggere di seguito  http://www.istruzione.lombardia.it/protlo9965_11/ (domande entro il 23/09/2011)

La FLC CGIL Monza Brianza ha sempre raccolto e amplificato il grido d’allarme lanciato dal personale del Provveditorato di Monza, ha sottolineato lo stato di totale disfunzione degli uffici nonostante l’impegno e la buona volontà della piccola squadra di impiegati (6 + 3 di altri USP che collaborano, mentre a Varese – medesima dimensione del numero di scuole - ce ne sono 48 assegnati).

“Quando gli scatoloni di Monza saranno davvero scaricati da Milano ci saranno danni certi per il personale e le scuole di Monza Brianza, per la gestione e la lavorazione delle pratiche, a cominciare dall’archiviazione. La FLC CGIL continuerà a mantenere un’attenzione vigile sull’USP di Monza e incontrerà il personale addetto per manifestare la solidarietà dovuta a chi lavora ogni giorno in una situazione frustrante” conclude il Segretario Palumbo..

Monza, 19 settembre 2011.

 

Comunicato Stampa

PROVVEDITORATO AGLI STUDI DI MONZA: LA DISFUNZIONE OLTRE LA PROPAGANDA

Il dott. Giuseppe Petralia, dirigente responsabile dell’Ufficio XVII – Ambito Territoriale Scolastico di Milano - in questi giorni ha annunciato alle OO. SS., al termine di una riunione d’informativa, che sta preparando gli scatoloni per trasferire a breve tutta la parte di archivio che riguarda Monza all’Ufficio XVIII – Ambito Territoriale di Monza.

La notizia non può far piacere a nessuno, considerato che gli organici sono tuttora assegnati e gestiti come se la provincia di Monza non esistesse.

Il Sindacato dei lavoratori della scuola della CGIL denuncia come in questi giorni scorsi si siano appena concluse le domande per le graduatorie ad esaurimento dei docenti, da cui si nominano gli insegnanti per il ruolo e per le supplenze annuali: ebbene, queste operazioni sono ancora organizzate, per i prossimi tre anni sulla vecchia provincia di Milano. 

Nei prossimi giorni i docenti ed il personale ATA presenteranno domanda per le graduatorie pluriennali da cui chiamano i presidi, anch’esse organizzate su Milano con Monza inesistente.

La gestione di tutta questa importantissima partita di sistemazione di migliaia di docenti ed ATA avverrà a Milano, sotto la direzione del dott. Petralia.

Bene, perché la disfunzione funzioni al meglio, il 17 maggio il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, dott. Giuseppe Colosio, ha pensato bene di nominare Petralia (che gestirà anche Monza) reggente di Lecco (vedi comunicato sotto); intanto che il dott. Nicola Montrone, dirigente responsabile del “Provveditorato” di Sondrio, resta reggente di Monza Brianza.

“Una logica ispirata al buon senso comune avrebbe assegnato la reggenza di Monza a Petralia e quella di Lecco a Montrone – dichiara il Segretario Generale della FLC CGIL di MB Vincenzo Palumbo -. Ma questo avrebbe significato… buon senso, appunto”.

Ricordiamo che già il 6 ottobre scorso la FLC CGIL aveva denunciato, proprio il giorno dell’inaugurazione dell’anno scolastico a Seregno da parte di Colosio, la situazione di impossibilità ad operare, constatando che ad una realtà come Monza Brianza è assegnato un organico che è un quarto di Lodi, mentre dovrebbe averne almeno quanto Varese e cioè 7 volte tanto.

Anche tutto l’organico dell’Ufficio di Monza prese carta e penna e scrisse a tutte le autorità: non siamo in grado di operare così come dovremmo se dovessimo avere davvero le competenze spettanti ad un “Provveditorato”.

Questa situazione, detto per inciso, è motivo di forte frustrazione per gli impiegati di Milano, che, oberati di lavoro come sono per l’organico ridotto, non giustificano che il “distaccamento” di Monza.. stia a Monza a far poco.

Se il dott.Colosio avesse assegnato al dott. Petralia di Milano la reggenza dell’Ufficio Scolastico di Monza si sarebbe potuto ipotizzare una organizzazione collaborativa e più funzionale.

“Registriamo che i campioni del campanilismo brianzolo neanche si accorgono della disfunzione che questo comporta per le scuole ed i cittadini della provincia nuova” conclude amareggiato Palumbo.

Monza, 19 settembre 2011.

 

Print Friendly, PDF & Email

Ville aperte in Brianza – domenica 25 settembre 2011

La stagione dei beni culturali - inaugurata in primavera con il debutto di “Aspettando Ville Aperte” - si conclude con l’evento più amato ed atteso dal pubblico che, giunto alla nona edizione, mantiene intatto il suo fascino proponendo nuovi percorsi alla scoperta delle bellezze storico-artistiche della Brianza. Torna così “Ville Aperte in Brianza” che ripropone la sua formula vincente con le tradizionali visite guidate, con gli itinerari consigliati in quasi 60 siti storico-architettonici sparsi nei 33 Comuni coinvolti e con numerosi eventi collaterali in programma. Anno dopo anno, l’evento organizzato dalla Provincia di Monza e della Brianza conferma il suo successo e cresce con la partecipazione di nuovi Comuni: così Carate Brianza proporrà visite guidate nella suggestiva Basilica medioevale dei SS. Pietro e Paolo di Agliate e nella splendida Villa Cusani Confalonieri e il Comune di Biassono presenterà interessanti visite al Museo Civico Carlo Verri e allo storico edificio Ca’ dei Bossi.


A testimoniare l’eccellenza della manifestazione contribuisce il significativo riconoscimento della Presidenza della Repubblica che anche quest’anno assegna a “Ville Aperte in Brianza” il Premio di Rappresentanza del Capo dello Stato.
Novità assoluta di questa edizione sarà la partecipazione attiva del Distretto Culturale Evoluto MB, l’ambiziosa strategia di sviluppo territoriale che, nel più ampio progetto dei Distretti Culturali promosso e finanziato da Fondazione Cariplo, identifica nella cultura un imprescindibile strumento di sviluppo e innovazione. Il Distretto proporrà un appuntamento dal titolo “pH – Uno spettacolo di patrimonio”, evento diffuso sul territorio finalizzato a stimolare la valorizzazione e la conoscenza dei beni storico-architettonici attraverso l’arte e lo spettacolo dal vivo. E c’è ancora di più. Insieme a Ville Aperte in Brianza riproponiamo anche quest’anno “Fai il Pieno di Cultura”, la manifestazione promossa dalla Regione Lombardia in collaborazione con le Province. Una tre giorni di spettacoli, concerti, mostre, aperture straordinarie e letture animate che nelle giornate di venerdì, sabato e domenica 23, 24 e 25 settembre arricchirà il programma di Ville Aperte in Brianza.

vedi: http://www.villeaperte.info/home.html

 

Print Friendly, PDF & Email

Il Museo d’arte contemporanea

di Lissone (Viale Padania 6) aderisce all’iniziativa regionale FAI IL PIENO DI CULTURA 2011

 23-24 e 25 settembre 2011

 

Venerdì, sabato e domenica 23-24 e 25 settembre il Museo d’arte contemporanea di Lissone (Viale Padania 6) aderisce all’iniziativa FAI IL PIENO DI CULTURA 2011, manifestazione giunta ormai alla sua IV edizione, promossa da Regione Lombardia in collaborazione con le Province lombarde.

L’iniziativa, come nelle scorse edizioni, fonda il suo successo sul coinvolgimento e sulla partecipazione attiva di tutte le istituzioni culturali del territorio, interessate a farsi conoscere attraverso l’apertura straordinaria al pubblico delle loro sedi  e l’offerta di eventi e proposte culturali gratuite pensate per soddisfare diverse tipologie di pubblico, dagli adulti ai bambini.

Le date scelte per l’edizione 2011 coincidono inoltre con le Giornate Europee del Patrimonio, per le quali il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha organizzato un ricco calendario di eventi in tutto il Paese.

Come sottolinea l’Assessore alla Cultura, Identità e Tradizioni locali della Città di Lissone, Daniela Ronchi, “La nostra sede museale non poteva mancare anche quest’anno a tale importante appuntamento che vede coinvolti gli enti regionali e provinciali e le numerose  istituzioni culturali lombarde in un unico progetto con l’obiettivo di valorizzare e promuovere lo straordinario patrimonio artistico-culturale del nostro territorio.  Diverse le attività e gli eventi in programma a Lissone in questo lungo week end dedicato alla Cultura, con un’attenzione particolare alla sezione della didattica museale e ai più piccoli visitatori del nostro museo”.

Programma presso il Museo d’arte contemporanea di Lissone - FAI IL PIENO DI CULTURA 2011

Venerdì, Sabato e Domenica 23-24 e 25 settembre

Raccolta storica Premio Lissone 1946 - 1967

In mostra una selezione delle opere della Collezione storica del Museo d’arte contemporanea, derivante dalle straordinarie edizioni del Premio Lissone 1946-1967. Adami, Appel, Schifano, Vedova, Tàpies, Dorazio, Birolli, Reggiani sono solo alcuni dei maestri presenti.

Orari: venerdì 15-19, sabato e domenica 10-12 / 15-19. Ingresso libero.

Sabato 24 settembre

- Ore 16.00: Inaugurazione mostra “Crescere con l’arte 2010-2011” (Sezione didattica museale)

In esposizione presso le sale del museo una mostra delle opere d’arte realizzate dai bambini e dai ragazzi durante le attività didattiche museali dell’anno scolastico 2010-2011. L’evento sarà l’opportunità per presentare i progetti in programma per il prossimo anno. 

Lungo il percorso espositivo saranno previste delle attività ludico-laboratorali a cura dell’associazione Famiglia Artistica Lissonese. Ingresso libero

- Ore 16.30 Atelier artistico TRACCE…DI CASA…E DI ME…

Atelier artistico rivolto ai bambini dai 4 agli 8 anni (a cura dell’associazione Erewhon di Monza).

Ispirandosi  al lavoro  di grandi artisti dell’arte contemporanea, su  lunghe strisce di carta verranno  lasciate tracce colorate utilizzando in modo creativo e inusuale materiali di uso quotidiano (oggetti di casa: forchette, cucchiai, bicchieri…giochi: macchinine, palline, peluches….). Bambini e genitori daranno così vita ad una grande opera collettiva, un vero e proprio arcobaleno di tracce.

Prenotazioni: tel. 039 2145174; museo@comune.lissone.mb.it.

Domenica 25 settembre

Ore 16.00 L’albero del Sig. Magritte (Per bambini dai 3 agli 8 anni) 

Partendo da un quadro di Magritte e da molte altre immagini e suggestioni, uno spettacolo teatrale da sentire con gli occhi e vedere con le orecchie. Perché nel microcosmo vuoto dello spazio scenico in creazione tutto può essere, anche che un albero cresca in quarantacinque minuti. In collaborazione con Tangram Teatro di Vimercate.

Ingresso libero

 

Informazioni

Museo d’arte contemporanea di Lissone

Viale Padania 6, Lissone, MB (fronte stazione FS)

Tel. 039 2145174 - 039 7397368

e-mail: museo@comune.lissone.mb.it

www.museolissone.it

 www.failpienodicultura.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comune di Mezzago

COMUNICATO STAMPA

Sabato 24 settembre 2011, dalle ore 9 alle 12

Mezzago  - Scuola elementare (viaConcordia)

Giornata dell’ambiente e del giardino partecipato

Seminareidee, coltivare progetti, mettere a dimora sogni e … raccogliere buoni frutti.

 

Nell’ambito del “Progetto ambiente Mezzago” che vedecoinvolti alunni genitori e insegnanti della scuola primaria, sabato 24 settembre 2011 si svolgeràuna giornata di scuola aperta che segnerà l’avvio delle attività didattiche del nuovoanno scolastico dedicate all’ambiente.

Lagiornata, aperta a tutti, si configura come il primo momento di un percorso dicoinvolgimento più ampio che si articolerà durante l’anno intorno alle tematicheambientali e di conoscenza e tutela del territorio. Sarà inoltre l’occasione per l’inaugurazionedelle strutture e dei nuovi spazi realizzati all’ interno del giardino dellascuola, risultato del progetto  “Giardinopartecipato”.

Il progetto, avviato nei primi mesi del 2010, ha visto impegnati congiuntamenteAmministrazione Comunale e Scuola primaria di Mezzago con l’obiettivo di stimolarela partecipazione attiva di bambini,insegnanti e genitori, alla progettazionedel giardino della scuola, per rivisitarlo, renderlo ancora più fruibile e trasformarloin uno "strumento educativo"per le tematiche dell'ambiente naturale, del rapporto con gli spazi aperti, delrisparmio energetico e, più in generale, della sostenibilità ambientale.

 Il percorso diretto e coordinato dall’insegnante Lina Cazzaniga  e dall’ufficio tecnico del Comune, ha vistocoinvolte tutte le classi della scuola primaria e i relativi genitori che, conil supporto di esperti e tecnici del settore sono giunti a formulare una serie proposte di riorganizzazione degli spazi.Nei fatti un vero e proprio "concorsodi idee" che l’Amministrazione Comunale si è impegnata a tradurre inprogetto compiuto e a realizzare concretamente

Invitiamopertanto tutti i genitori e i cittadini in generale a partecipare alleiniziative in programma per questa giornata nella certezza che il coinvolgimento e la  condivisione di momenti significativi dellavita della nostra comunità siano fondamentali per la crescita di una forteidentità civile.

Mezzago, 16-09-2011

 

Print Friendly, PDF & Email

In collaborazione tra Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” e gli apicoltori locali

“Festa delle api” il 25 settembre ad Erba

Mostra e approfondimento sul mondo delle api, del miele e dell’agricoltura biologica. Al termine, il concerto degli Spakkabrianza

ERBA (CO) – Una mostra-mercato sul modo delle api, del miele, dell’agricoltura biologica. Il tutto sotto il titolo di “Festa delle api”, che si svolgerà domenica 25 settembre a Villa San Giuseppe (ora Villa Ceriani-Bressi) di Crevenna di Erba. L’evento è organizzato dal Circolo Ambiente "Ilaria Alpi", con la collaborazione dell’apicoltura Mazzola, dell’azienda agricolaLa Runa, di Coop Lombardia, e col patrocinio del Comune di Erba e della Comunità Montana del Triangolo Lariano.

La “Festa delle api” prevede tutta una serie di appuntamenti incentrati sul mondo delle api e non solo. Infatti il sottotitolo dell’edizione 2011 è: “Le api, il miele, l’agricoltura bio: per la nostra salute”.

Si parte alle ore 9,30 con le presentazioni dal titolo: “Come stanno le api” e “Sperimentazione della lotta biologica alla varroa”, a cura degli apicoltori Maurizio Gallo e Luciano Mazzola.

Si prosegue alle ore 10 con l’incontro dal titolo: “Api per guarire: l’apiterapia e le sue applicazioni”, durante il quale verrà fatta una dimostrazione di “apipuntura”.

Alle 11,30 gli incontri proseguono sul tema: “Agricoltura biologica: presidio del territorio”, a cura dell’azienda agricolaLa Runa.

Alle ore 12,30 una degustazione di vari tipi di miele, seguita dal pranzo al sacco, in cui i partecipanti sono invitati a portare da casa cibo a base di miele.

La “Festa delle api” prosegue nel pomeriggio alle ore 14,30 con una visita guidata (a piedi o in bici) agli alveari della cascina Loreto e all’orto dell’azienda agricolaLa Runa.

Durantela Festasono previste attività nel cortile e nel parco di Villa San Giuseppe:

al mattino :

    - mostra mercato piante da frutta antiche e prodotti agricoli locali;

    - giochi di abilità con materiale di riuso e laboratorio didattico sull’orto, a cura dell’azienda agricolaLa Runa;

    - laboratorio lavorazione cera d’api, a cura dell’apicoltura Mazzola;

   - lezione di Yoga per adulti, con Laura Bellù;

al pomeriggio  

 - laboratorio lavorazione cera d’api, a cura dell’apicoltura Mazzola;

- laboratorio “b-dance” per bambini.

La conclusione, dalle 17 alle 19, è dedicata alla musica e alle danze popolari, con il concerto degli Spakkabrianza.

Si tratta della terza edizione della Festa, dopo il successo delle edizioni del 2009 e del 2010.  [le foto dell’edizione 2010 su: www.circoloambiente.org/api_festa/festa_api_2010_foto.html  ]

 

Altre informazioni sulla “FESTA DELLE API” sul sito www.circoloambiente.org

CIRCOLO AMBIENTE “Ilaria Alpi”

 

Erba,  14 settembre 2011

 

Print Friendly, PDF & Email

“PULIAMO IL MONDO 2011”

Il circolo Legambiente A. Langer di Monza, con il patrocinio del Comune di Monza, ha deciso di dedicare la 18° edizione di “Puliamo il Mondo” alle piste ciclabili della città. Il tratto prescelto è quello compreso tra via Buonarroti e via Ghilini. Uno dei tratti monzesi più frequentati e quindi più soggetto ad atti di inciviltà e di degrado. Un itinerario reso ancora più funzionale dalla recente apertura del nuovo percorso protetto verso la chiesa dei Santi Giacomo e Donato.

L’appuntamento è per sabato mattina, 17 Settembre, dalle ore 9.00 alle 12.00, ai due ingressi della pista. Ad attendere i partecipanti ci saranno, oltre ai volontari dell’associazione ambientalista, le Guardie Ecologiche Volontarie del Comune di Monza che, quest’anno, partecipano all’iniziativa.

Puliamo il Mondo è una manifestazione in continua espansione. L’edizione 2010 havisto coinvolti oltre 700 mila volontari in più di 1700 comuni che hanno reso l'Italia più pulita e più vivibile. Ben 100.000 persone si sono rimboccate le maniche per ripulire oltre 500 aree in più di 300 comuni lombardi. Il concetto di base è la sensibilizzazione delle persone verso il proprio ambiente e le sue peculiarità finalizzandola al loro rispetto. La raccolta dei rifiuti abbandonati in luoghi pubblici è stato, ed è ancora, l’azione base che più stigmatizza questo concetto.

La pulizia delle aree limitrofe alla pista ciclabile,” precisa Atos Scandellari, presidente del locale circolo, “vuole coinvolgere i cittadini al rispetto delle parti comuni, ad un maggior impegno verso la mobilità ciclabile, ad una valorizzazione delle aree aperte per ottenere anche un’aria più pulita in città”.

L'Assessore all'Ambiente Giovanni Antonicelli aggiunge che "La pulizia della piste ciclabili viene effettuata costantemente e nel prossimo mese provvederemo al posizionamento di una ventina di cestini lungo la ciclabile del Villoresi ma è importante dare sostegno ad iniziative come questa affinchè venga  sensibilizzata la cittadinanza ad un'attenzione maggiore verso le zone più nascoste"

L’iniziativa è aperta a tutti i cittadini, grandi e piccoli, che vogliono rimarcare il loro attaccamento al territorio ed alla città in cui vivono.

Tutti i volontari, che parteciperanno all’iniziativa, saranno coperti da assicurazione e verrà loro fornito il kit (guanti, sacchetti, pettorina, cappello, ecc.) necessario per attuare la pulizia.

L’associazione ringrazia l’Assessorato all’Ambiente e le G.E.V. del Comune di Monza per la disponibilità.

La mattinata si concluderà con un bel momento di aggregazione: il circolo offrirà un rinfresco a chi, con tanta buona volontà, ha partecipato.

Monza, 09.09.2011

                                                                                               L E G A M B I E N T E

                                                                                                  Circolo di Monza

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Ai nastri di partenza la seconda edizione

del Festival Internazionale del Teatro di Strada

SIRIDE 2011”

dal 16 al 18 settembre 2011

Brugherio si trasforma in un grande palcoscenico per il grande evento

 

Movimento, Curiosità, Attenzione, Felicità, Allegria… queste sono le sensazioni che ho respirato, camminando per la nostra città, lo scorsa anno nei giorni della prima del festival. Ritorna per la seconda volta la carovana degli Artisti di Strada a Brugherio, spinta da questi desideri, sorretta ancora una volta dalla gioia di sognare, di immergersi in un Mondo di colore.

La seconda edizione del Festival quest'anno sarà dedicata BLU. Tre giorni per ridere e volare insieme, per credere ancora in qualcosa.

assessore alla Cultura

Enzo Recalcali

 

Ritengo importante vivacizzare tutte le piazze del paese con spettacoli divertenti e allegri come il Festival propone nel ricco programma. Lo scorso anno è stato bello e divertente e sono certa che anche questa volta sarà spettacolare.

assessore al Commercio

Annalisa Varisco

 

Vi ricordate cosa scrivevamo lo scorso anno in occasione della presentazione della prima edizione di “SIRIDE” ?

Brugherio prova con una scommessa sul futuro: quella di candidarsi a livello internazionale come Città delle Arti di Strada”.

Ebbene, pare proprio che siamo sulla “strada” buona, visto che il progetto “SIRIDE” torna dal 16 al 18 settembre 2011, quando la nostra città si trasformerà per l’occasione in un grande palcoscenico, in un vero e proprio circo riportando il teatro popolare tra la gente con clown, acrobati, giocolieri, equilibristi, mimi, burattinai e fachiri.

Organizzato e promosso dagli assessorati alla Cultura e al Commercio del Comune di Brugherio, la direzione artistica del festival sarà nuovamente affidata alla Compagnia “Eccentrici Dadarò”.

Nata nel 1997, la Compagnia concentra la propria attività nell'ambito del Teatro Ragazzi producendo spettacoli caratterizzati dalla fusione di tecniche teatrali differenti (clownerie, teatro d'attore, musica dal vivo, commedia dell'arte, acrobatica, arti circensi) con artisti di fama internazionale provenienti da vari paesi del mondo.

 

 

 

Proprio questo elemento di eterogeneità, permetterà loro di portare nelle piazze, nei parchi, nei cortili, nei centri commerciali di Brugherio esibizioni destinate a tipologie di pubblico differenti e proposte con linguaggi distinti.

Al pubblico dei più piccoli saranno in particolare riservati spettacoli, spazi e laboratori ad hoc tanto ben congegnati da poter essere qualificati come veri e propri percorsi educativi rivolti sia all'infanzia che ai loro educatori.

 

Questo perché “Il codice genetico dell'artista popolare nel corso del tempo si è saputo materializzare nei mimi dell'antica Roma, nei giullari medievali, nei comici della Commedia dell'Arte, nei clown del circo ed ora negli artisti di strada. Il Teatro di Strada è un modo di essere, va vissuto in prima persona e in quanto tale non si può insegnare, mentre è possibile trasmettere le tecniche su cui si fonda.” (da http://www.teatrodistrada.it/index.asp)

Anche quest’anno “SIRIDE” si preannuncia dunque come il grande evento di fine estate, la kermesse che attrae per la speciale miscela tra intrattenimento di qualità e valorizzazione del territorio, un originalissimo appuntamento senza confini, limiti, biglietti d’ingresso.

L’importante è esserci sia come artisti che come pubblico.

 

Info:

  • Ufficio Cultura del Comune di Brugherio tel. 039 2893.214-361; mail: cultura@comune.brugherio.mb.it - www.comune.brugherio.mb.it

  • Eccentrici Dadarò: Tel. 02 965 9196 - Fax 02 965 9196

E- mail : info@glieccentricidadaro.com : Sito web: www.glieccentricidadaro.com

 

Brugherio, settembre 2011

 

Print Friendly, PDF & Email

Riceviamo dalla CGIL  di Monza e Brianza - Ufficio Comunicazione e pubblichiamo

Il presidio è allestito in concomitanza con un incontro che i lavoratori avranno in Provincia, con le Istituzioni firmatarie dell’accordo sottoscritto nel 2010.

A tutt’oggi, a quasi un anno e mezzo dalla sigla dell’accordo, i motivi di disagio e di insoddisfazione da parte dei lavoratori non sono stati ancora dissipati: i cassintegrati protestano per l’inefficacia del piano di ricollocazione.

Infatti ad oggi, dei 53 lavoratori , solo qualche unità e’ riuscito a trovare un posto di lavoro ( tempo determinato ) grazie al percorso di reinserimento messo in campo dalla Provincia di Monza e Brianza, tramite AFOL ed altri Enti accreditati .

Alla fine del maggio 2010, infatti, dopo tre settimane di protesta, con 8 operai che, accampati sul tetto della fabbrica,  contestavano l’azienda per il mancato rispetto dell'accordo stipulato, l'assemblea dei lavoratori della Carlo Colombo SpA di Agrate approvò un’intesa, firmata al ministero del Lavoro, secondo la quale 53 lavoratori avrebbero potuto contare su di un nuovo posto di lavoro o sul prepensionamento.

L’accordo siglato, innovativo nel suo genere per il coinvolgimento di tutte le parti (lavoratori, azienda, istituzioni) nelle politiche attive del lavoro, prevedeva un piano di ricollocazione dei dipendenti della “Carlo Colombo”, oltre a misure di incentivazione per la formazione professionale e la gestione degli esuberi.

Sulla risoluzione della questione Carlo Colombo, allora, intervenne anche l’assessore regionale al Lavoro, Gianni Rossoni. «Si tratta - spiegò Rossoni - di un accordo innovativo, fortemente auspicato da Regione Lombardia, teso alla ricollocazione sul lavoro delle persone, segno di una grande responsabilità sociale da parte dell'azienda e della disponibilità delle organizzazioni sindacali, su un percorso in cui le risorse del privato si integrano con risorse pubbliche, mutuando e valorizzando il modello lombardo di sviluppo del capitale umano».

I lavoratori sostengono che chi ha trovato un’occupazione  lo ha fatto contando esclusivamente sulle proprie forze, dunque rivolgendosi ad altre agenzie o esplorando soluzioni alternative al piano firmato al Ministero il 7 luglio del 2010.

«Quasi nessuno di noi lavora grazie ad Afol e agli altri enti accreditati – sostengono Beretta e Galati delegati RSU della FIOM - : è per questo motivo che minacciamo nuove forme di protesta, non possiamo andare avanti così, quel documento che doveva garantirci la ricollocazione è stato disatteso»

La Provincia ha sicuramente lavorato per la ricollocazione, pur in un momento di forte crisi , ma forse oggi è necessario dire ai lavoratori, con maggior chiarezza, che gli obiettivi non sono ancora stati raggiunti e che la situazione resta pesante.

Nel frattempo ad agosto è terminata la quota di intervento da parte dell’azienda e la cassa in deroga  finirà a dicembre, senza sapere cosa potrà succedere nel 2012. Tra i lavoratori c’è tantissima amarezza e giustificata preoccupazione.

“Bisogna chiedere a tutte le parti che hanno affrontato, nel momento di più profonda emergenza, il problema della Carlo Colombo di riprendere l’impegno, analizzando la situazione attuale e cercando di trovare ed attuare le misure possibili per completare il piano di ricollocazione, dando certezza a tutti lavoratori” sostiene Claudio Cerri, Segretario Generale della FIOM CGIL di Monza e Brianza.

Monza, 12  settembre 2011

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)