Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email
EUROPA TERRA PROMESSA?
PER MARE E PER TERRA IN CERCA DI
PACE, LAVORO E LIBERTA’
Venerdì 14 Ottobre ore 21
Sala Bachelet - Oratorio di Triuggio
Via Marconi, 1 - Triuggio (Monza e Brianza)
Relatori:
ISOKE AIKPITANYI
Responsabile casa accoglienza “La ragazza di Benin City ” -
- Progetto rivolto alle donne nigeriane vittime della tratta -
EMILIANO BOS
Giornalista della Radiotelevisione Svizzera.
Autore del libro “IN FUGA DALLA MIA TERRA”
Moderatore
SILVIO ZILIOTTO
Acli Milano – Ufficio Politiche Internazionali
L'evento è stato organizzato dalle associazioni
ACLI di Triuggio
Amiche di ABCD

 

Print Friendly, PDF & Email

RINVIATO AL 17 OTTOBRE LO SCIOPERO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DELLA COOP CESED

SU INVITO FORMALE DELLA COMMISSIONE NAZIONALE DI GARANZIA PER L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI SCIOPERO PRESSO LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, ABBIAMO DOVUTO RINVIARE LO SCIOPERO DI ALCUNI GIORNI.

CI E’ STATO INFATTI COMUNICATO CHE, FIN DAL 6 AGOSTO SCORSO, UN’ALTRA ORGANIZZAZIONE SINDACALE HA INDETTO PER IL 7 OTTOBRE UNO SCIOPERO NAZIONALE DEL PERSONALE IMPIEGATO NEI SERVIZI APPALTATI DAGLI ENTI LOCALI, DUNQUE GLI STESSI SERVIZI NEI QUALI OPERA CESED.

PERTANTO, IL RISPETTO DELLA LEGGE CI IMPONE DI RINVIARE LO SCIOPERO DI ALMENO 10 GIORNI, SPOSTANDO LA DATA AL 17 OTTOBRE CON MANIFESTAZIONE A MILANO SOTTO LA SEDE DELLA CESED. (via del Progresso 3, angolo via M. Gioia).

                                                                                            Monza, 5/10/2011                                                      

FP CGIL MONZA E BRIANZA

 

Print Friendly, PDF & Email
PER NON DIMENTICARE… Don Gallo a Nova Milanese: sempre in prima linea per i diritti degli ultimi

DON GALLO a Nova Milanese (Monza e Brianza)

Don Andrea Gallo, che sarà ospite principale dell'evento, è un sacerdote e partigiano, fondatore e animatore della comunità di San Benedetto al Porto di Genova e di altri centri di accoglienza. Le comunità di Don Gallo accolgono persone con ogni tipo di problema di emarginazione, tutti gli ultimi, i più deboli, gli emarginati, i più fragili e tutte le persone con difficoltà che la società non vuole e non riesce ad aiutare e ad integrare.
 
PER NON DIMENTICARE…

Don Gallo a Nova Milanese: sempre in prima linea per i diritti degli ultimi

 di Laura Tussi

 In Auditorium Comunale, sabato 29 ottobre 2011, ore 17.oo, si aprirà la nuova stagione del progetto “Per Non Dimenticare” con una staffetta benefica di raccolta fondi a favore delle comunità del caro amico e compagno Don Andrea Gallo. Sul palco si esibiranno attori del calibro di Moni Ovadia, Flavio Oreglio, Alberto Patrucco, Bebo Storti, Renato Sarti, Diego Parassole, Paolo Ciarchi, Daniele Biacchessi, i 7grani e molti altri. “Per non dimenticare”, l'importante Progetto riguardante la memoria storica dell'Antifascismo e della Resistenza è organizzato, promosso e coordinato da LauraTussi, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Nova Milanese, con l’Istituto Comprensivo Via Prati di Desio e con molte altre realtà associative e istituzionali e centri di ricerca per la Pace e la Nonviolenza. Il progetto “Per non dimenticare” è sempre aperto ad argomenti di attualità, di importanza e di rilievo civile e di impegno sociale e umanitario. Infatti, Don Andrea Gallo, che sarà ospite principale dell'iniziativa, è un sacerdote e partigiano, fondatore e animatore della comunità di San Benedetto al Porto di Genova e di altri centri di accoglienza. Le comunità di Don Gallo accolgono persone con ogni tipo di problema di emarginazione, tutti gli ultimi, i più deboli, gli emarginati, i più fragili e tutte le persone con difficoltà che la società non vuole e non riesce ad aiutare e ad integrare. Don Andrea Gallo è stato uno dei più grandi amici di Fabrizio De André e caro amico di Moni Ovadia e di altri personaggi importanti del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo. Ricordiamo l'ultimo suo libro, dal titolo “Di sana e robusta Costituzione”, edito da Aliberti e Mondadori, che sarà disponibile dopo l'iniziativa e sarà autografato e dedicato, a chiunque lo richieda, dallo stesso Don Gallo. Durante l'evento sarà presente anche e soprattutto Emergency.

Saranno presenti RAI e RAI NEWS 24.

DON GALLO a NOVA MILANESE

“PER NON DIMENTICARE”

Stagione 2011/2012

Staffetta benefica in favore delle comunità di Don Gallo

Presentano LAURA TUSSI e RENATO SARTI

Intervengono con DON GALLO

MONI OVADIA, BEBO STORTI, ALBERTO PATRUCCO, DIEGO PARASSOLE,

DANIELE BIACCHESSI, GIULIO CAVALLI, ANTONIO PIZZINATO, GIULIO CRISTOFANINI,

I 7GRANI

Con la partecipazione di RAI NEWS 24, TGRAI, EMERGENCY

Sabato 29 Ottobre 2011 ore 17.00

AUDITORIUM COMUNALE- Nova Milanese

 Con il patrocinio: 

                 Città di Nova Milanese

                 Comune di Cesate - Medaglia d’argento al Valore Civile   

                 Comune di Cologno Monzese

                 Comune di Cormano

                 Città di Desio 

                  Città di Bresso

                  Città di Cinisello Balsamo (Milano)

                  Comune di Sinalunga (Siena)- Assessorato alla Memoria

 In collaborazione con:

 ANPI, ANED, APEI, ARCINOVA, CAMPAGNA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA ALLE SPESE MILITARI, CASA DELLA CULTURA-Milano, CENTRO STUDI SERENO REGIS-Torino, CENTRO INTERDISCIPLINARE DI SCIENZE PER LA PACE-UNIVERSITÀ DI PISA, FLC-CGIL, DIFESA AMBIENTE, EMERGENCY, FONDAZIONE GIANFRANCESCO SERIO, IL DIALOGO.org, ISTITUTO PEDAGOGICO DELLA RESISTENZA, OSSERVATORIO NAZIONALE ED EUROPEO PER IL RISPETTO DELLE PARI OPPORTUNITA’- ONERPO, PEACELINK, RETE ANTIFASCISTA NORD OVEST MILANO, TEATRO DELLA COOPERATIVA, TEMPI DI FRATERNITA’, LAVORATORI LARES METALLI PREZIOSI….e tanti altri. 

DON GALLO a Nova Milanese (Monza e Brianza) (70 Kb - Formato pdf)

  • PER NON DIMENTICARE… Don Gallo a Nova Milanese: sempre in prima linea per i diritti degli ultimi 
  • In Auditorium Comunale, sabato 29 ottobre 2011, ore 17.oo, si aprirà la nuova stagione del progetto “Per Non Dimenticare” con una staffetta benefica di raccolta fondi a favore delle comunità del caro amico e compagno Don Andrea Gallo. Sul palco si esibiranno attori del calibro di Moni Ovadia, Flavio Oreglio, Alberto Patrucco, Bebo Storti, Renato Sarti, Diego Parassole, Paolo Ciarchi, Daniele Biacchessi, i 7grani e molti altri. “Per non dimenticare”, l'importante Progetto riguardante la memoria storica dell'Antifascismo e della Resistenza è organizzato, promosso e coordinato da LauraTussi, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Nova Milanese, con l’Istituto Comprensivo Via Prati di Desio e con molte altre realtà associative e istituzionali e centri di ricerca per la Pace e la Nonviolenza. Il progetto “Per non dimenticare” è sempre aperto ad argomenti di attualità, di importanza e di rilievo civile e di impegno sociale e umanitario. Infatti, Don Andrea Gallo, che sarà ospite principale dell'iniziativa, è un sacerdote e partigiano, fondatore e animatore della comunità di San Benedetto al Porto di Genova e di altri centri di accoglienza. Le comunità di Don Gallo accolgono persone con ogni tipo di problema di emarginazione, tutti gli ultimi, i più deboli, gli emarginati, i più fragili e tutte le persone con difficoltà che la società non vuole e non riesce ad aiutare e ad integrare. Don Andrea Gallo è stato uno dei più grandi amici di Fabrizio De André e caro amico di Moni Ovadia e di altri personaggi importanti del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo. Ricordiamo l'ultimo suo libro, dal titolo “Di sana e robusta Costituzione”, edito da Aliberti e Mondadori, che sarà disponibile dopo l'iniziativa e sarà autografato e dedicato, a chiunque lo richieda, dallo stesso Don Gallo. Durante l'evento sarà presente anche e soprattutto Emergency. Saranno presenti RAI e RAI NEWS 24.
  •  

    Print Friendly, PDF & Email

    TERRITORI DEL SUD/TERRITORIOS DEL SUR

    SEZIONE SPECIALE 52° PREMIO INTERNAZIONALE

    BICE BUGATTI – GIOVANNI SEGANTINI

                 

    Il Bice Bugatti Club, in occasione della VII Giornata del Contemporaneo, inaugura sabato 8 ottobre 2011 alle ore 18.00 in Sala Gio.I.A. (Piazza Gio.I.A., Nova Milanese) la mostra Territori del Sud/Territorios del Sur (8-22 ottobre) dedicata alle opere degli artisti latinoamericani che partecipano alla Sezione Speciale del Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini 2011.

    Accanto ai lavori di questa III edizione della Sezione Speciale verranno esposte alcune opere degli anni passati (2009, 2010) così da ricostruire, attraverso un percorso dal forte impatto visivo e  intellettuale, le tappe di uno scambio artistico-culturale con il Sudamerica che quest’anno si arricchisce di una nuova iniziativa, l’esposizione presso lo spazio mARTadero di Cochabamba, in simultanea con la mostra in Sala Gio.I.A., delle opere di 13 artisti italiani selezionati dal Bice Bugatti Club all’interno di un progetto denominato, non a caso, Territori del Sud.

    L’edizone 2011 sottolinea quindi l’aspetto sempre più internazionale di un Premio la cui storia e la cui identità mantengono forti legami con il territorio della Brianza, rivelandone così il carattere prettamente glocale. Le serate di approfondimento con esperti d’arte organizzate durante la mostra intendono quindi affrontare proprio questo tema, fondamentale chiave di lettura del Premio e dell’arte contemporanea in generale, a partire dalla pubblicazione del libro I cinquant’anni del Premio Bugatti-Segantini, promossa dal Bice Bugatti Club, a cura di Claudio Rizzi.

    Il Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini, realizzato da oltre cinquant’anni dalla Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani (LAP) in stretta collaborazione con il Comune di Nova Milanese, si distingue infatti nel panorama dei premi dedicati all’arte contemporanea nazionali per vitalità e costante desiderio di innovazione, che hanno spinto l’organizzazione, grazie al fondamentale contributo del Bice Bugatti Club, ad attivare nuove collaborazioni in nome della cooperazione internazionale e dell’interculturalità, del dialogo con luoghi ed espressioni artistiche diverse ed alternative, considerati quali valori fondamentali della cultura e dell’arte contemporanea.

    Nell’ambito del gemellaggio culturale stilato il 13 gennaio 2009 tra il Proyecto mARTadero di Cochabamba, Bolivia, e il Comune di Nova Milanese, grazie all’intermediazione del Bice Bugatti Club, sono state quindi realizzate molteplici iniziative che hanno favorito una comunicazione artistica tra le realtà latinoamericane e il territorio del Nord Italia.

    In particolare, opere di artisti latinoamericani, provenienti da Bolivia, Perù, Cile e Argentina, sono state selezionate dal Proyecto mARTadero e hanno concorso nella Sezione Speciale del Premio Internazionale Bice Bugatti - Giovanni Segantini (edizioni 2009, 2010, ottobre 2011), e sono state esposte presso: Villa Vertua, Nova Milanese (2009 e 2010 in adesione alla giornata nazionale dell’arte contemporanea di AMACI); Associazione Mutuo Soccorso, Bergamo (2009 e 2010); Latinoamericando (edizione 2009); Chie Art Gallery, Milano (2010).

    Le opere latinoamericane sono state pubblicate in una sezione specifica dei cataloghi del Premio Internazionale Bice Bugatti - Giovanni Segantini (edizioni 2009, 2010 e 2011), intitolata Territori del Sud, e sono state oggetto di diversi articoli nei più importanti periodici latinoamericani di riferimento (Los Tiempos, La Opinion in Bolivia; El Tribuno, in Argentina; La Estrella de Iquique, in Cile), oltre che nei periodici locali italiani (il Cittadino, Il Giornale di Desio, L’Esagono, etc.) e riviste specialistiche, quale ARTE Contemporanea (n.25), grazie alla curatela realizzata dalla critica d’arte Ilaria Bignotti.

    Dall’8 al 22 ottobre 2011 la Sala Gio.I.A di Nova Milanese ospiterà la mostra degli artisti sudamericani e, proprio in occasione dell’inaugurazione, avrà luogo anche la premiazione dei vincitori dell’edizione 2011 alla presenza del Sindaco di Nova Milanese Laura Barzaghi, dell’Assessore all’Istruzione e Cultura Rosaria Longoni, del Console onorario della Bolivia Giuseppe Crippa, del direttore della LAP Alessandro Savelli e del presidente del Bice Bugatti Club Luigi Rossi, con il coinvolgimento delle comunità sudamericane presenti sul territorio.

    Gli artisti in gara sono: Roly Arias (Salta, Argentina); Sandra De Berduccy (La Paz, Bolivia); Maria Laura Buccianti (Salta, Argentina); Diego García Arrázola (Cochabamba, Bolivia); Rossmary Mamani (El Alto, Bolivia); Mercedez Ruiz (Salta, Argentina); Andrés Justiniano Sierra (Salta, Argentina); Julio César Soria Justo (Tacna, Perù); Gunnar A. Quispe Sanjines (Potosí, Bolivia); Nivardo Torrico (Tarija, Bolivia).

    La giuria del LII Premio Internazionale Bice Bugatti-Giovanni Segantini, che presenzierà alla nomina dei vincitori, composta da Rosaria Longoni, Assessore alla Cultura di Nova Milanese, Simona Bartolena, critico d’arte, Luigi Cavadini, direttore Museo d’arte contemporanea Lissone, Lorella Giudici, critico d’arte, Francesco Pagliari, critico d’arte, Alessandro Savelli, pittore e direttore della LAP, assegnerà i seguenti premi: Primo Premio-acquisto internazionale Bice Bugatti Club (Euro 2.500); Secondo Premio-acquisto internazionale Bice Bugatti Club (Euro 1.500); Terzo Premio-acquisto internazionale Bice Bugatti Club (Euro 1.000); Medaglia del Presidente de la Repubblica italiana.

    Nell’ambito di questa iniziativa, al fine di promuovere un vero incontro e scambio culturale, Proyecto mARTadero e Bice Bugatti Club presenteranno in contemporanea con la mostra degli artisti latinoamericani a Nova Milanese una selezione di 13 artisti italiani presso lo spazio mARTadero di Cochabamba: Alessandro Savelli (www.alessandrosavelli.it); Andrea Cereda; Angelo Cesana (www.angelocesana.it); Antonio Pizzolante (www.antoniopizzolante.it); Claudio Borghi (www.claudioborghi.it); Franco Marrocco (www.francomarrocco.com); Giovanni Cerri (www.giocerri.com); Pierantonio Verga; Francesca Strada (www.francescastrada.com); Tullio Forgione (www.tullioforgione.it); Max Marra; Marco La Rocca, Alessandro Carozzi. Le opere degli artisti italiani rimarranno per un anno a disposizione del Proyecto mARTadero, che si impegnerà a organizzare ulteriori esposizioni all’interno del territorio nazionale. Dopo un anno, previo consenso dell’artista, i quadri potranno essere ceduti ad eventuali istituzioni interessate in America latina (come musei di arte contemporanea, ambasciate etc.), in caso contrario, entreranno a far parte della collezione del Proyecto mARTadero.

    Le due mostre verranno inaugurate in simultanea attarverso video-conferenza in Bolivia (alle ore 12.00 locali) e in Italia (alle ore 18.00 locali) il giorno sabato 8 ottobre.

    Le selezioni delle opere latinoamericane e italiane saranno accompagnate dalle specifiche curatele di Ilaria Bignotti e Alessia Barzaghi, pubblicate in lingua spagnola e italiana, che contestualizzeranno lo scambio tra i due paesi e verranno presentate all’inaugurazione dell’esposizione.

    Presenzierà all’evento anche il Consigliere della Provincia di Monza e Brianza con delega all’Expo Bruno Molteni, che in questa sede presenterà il progetto Sulle orme di Bugatti e Segantini, volto a sottolineare la genialità e l’internazionalità di questa famiglia novese che si è conquistata un posto di rilievo nel panorama culturale e produttivo mondiale.

    Il progetto, ideato e promosso dalla Provincia di Monza e Brianza e dal Bice Bugatti Club, è stato studiato nell'ambito dell'Expo 2015 e prevede l’organizzazione nel 2013, in parallelo con la mostra I Segantini, i Bugatti, i Giacometti: dai ghiacciai alle metropoli (Palazzo Reale, Milano, 2013), di una serie di interessanti manifestazioni collaterali legate al mondo della famiglia Bugatti, delle loro auto e dell’arte contemporanea, che si svolgeranno tra Milano, Brianza ed Engadina (Svizzera).

    Durante l’esposizione Territori del Sud/Territorios del Sur verranno organizzate due serate con esperti d’arte volte a presentare e a contestualizzare il libro I cinquant’anni del Premio Bugatti-Segantini, dedicato alla ricostruzione della storia e dei protagonisti della rassegna artistica novese, in un’ottica al contempo locale e internazionale.

    Il Bice Bugatti Club, che ha ideato, redatto e stampato il volume, ha ritenuto infatti doveroso ripercorrere le tappe del Premio Internazionale Bice Bugatti - Giovanni Segantini, un’iniziativa di fondamentale importanza per la storia artistica e culturale della città e del territorio della Brianza, vero punto di riferimento da oltre cinquant’anni per gli autori attivi soprattutto nel Nord Italia.

    Il Premio, attraverso i suoi protagonisti e le scelte di gusto dei critici e degli storici che vi hanno collaborato, si può infatti considerare a tutti gli effetti uno specchio dell’evoluzione artistica locale e un esempio al contempo di forte radicamento territoriale, per i suoi legami ideali e operativi con le realtà museali e associative circostanti, e di apertura all’internazionale, in una prospettiva pienamente glocale.

    Martedì 11 Ottobre 2011, alle ore 21.00 presso l’Auditorium Sala Gio.I.A., Claudio Rizzi (critico d'arte e curatore, direttore artistico del Civico Museo di Maccagno e collaboratore dell'Associazione Ad Acta, Milano), affiancato dal direttore della LAP Alessandro Savelli, presenterà il volume da lui curato I cinquant’anni del Premio Bugatti-Segantini.

    Introdurrà la serata l’Assessore Rosaria Longoni.

    Lunedì 17 Ottobre 2011, alle ore 21.00, presso l’Auditorium Sala Gio.I.A., incontro-dibattito tra Luigi Cavadini (direttore del Museo d’arte contemporanea Lissone) e Simona Bartolena (critica e storica d’arte, fondatrice dell’Associazione Heart - Pulsazioni culturali, già curatrice del progetto della mostra Qui, già, oltre) sull’arte contemporanea in Brianza con le sue presenze artistiche locali e insieme internazionali.

    Introdurrà la serata l’Assessore Rosaria Longoni.

     

    Territori del Sud/Territorios del Sur

    Mostra realizzata dal Bice Bugatti Club in collaborazione con:

    LAP | Città di Nova Milanese | mARTadero | NADA | Fundacion IMAGEN Grupo GCP

    E con il patrocinio di:

    Regione Lombardia | Provincia Monza e Brianza | Consulado de Bolivia en Italia

    Sponsorizzata da:

    OMG | COM

    Un ringraziamento particolare a:

    Fernando Garcia | Juan Malebrán | Daniel Cotillas del Proyecto mARTadero

    Sede espositiva:

    Sala Gio.I.A.

    Piazza Gio.I.A., Nova Milanese

    dal 8 al 22 ottobre 2011

    inaugurazione sabato 8 ottobre ore 18.00

    giorni e orari di apertura:

    8 ottobre: 10.00 - 12.00; 18.00 - 21.00

    9, 16 ottobre: 10.00 - 12.00; 15.00 - 18.00

    15, 22 ottobre: 15.00 - 18.00

    11, 17 ottobre: dale 21.00 alle 23.00

    ingresso: libero

    Contatti:

    Coordinamento Progetto Bolivia – Territori del Sud

    Magda Rossi: magdarossi81@gmail.com

    Coordinamento generale Bice Bugatti Club

    Alessia Barzaghi: informazioni@bicebugatticlub.eu

     

    Link di riferimento:

     

    www.martadero.org

    www.bicebugatticlub.eu

    www.comune.novamilanese.mb.it

     

    Print Friendly, PDF & Email

    Monza, centrodestra approva variante al Pgt. Pd: “Provvedimento immorale: gettano la città in pasto ai cementificatori. Soddisfatti anche i Berlusconi. Ma non e' finita qui!"

    Monza, 5 ottobre 2011 – La maggioranza di centrodestra ha approvato ieri sera nel consiglio comunale di Monza la maxi variante al piano di governo del territorio (Pgt), che prevede circa 4 milioni di metri cubi di nuovo cemento in città tra residenze e terziario. Saranno occupati complessivamente il 70% degli spazi attualmente liberi mentre saranno ridotte del 70% le aree agricole, comprese quelle della Cascinazza, area quest’ultima su cui potranno essere edificati 550 mila metri cubi di nuovi edifici. In questo modo il piano prevede un’espansione della popolazione fino a 300 mila abitanti dagli attuali 123 mila circa.

    “Un provvedimento immorale – dice il capogruppo del Partito democratico Roberto Scanagatti. Mariani e una maggioranza stentata e rabberciata gettano la città in mano ai cementificatori, riuscendo a soddisfare anche gli appetiti della famiglia Berlusconi che, per interposta persona, potranno dare il via libera a una colata di cemento nell’area della Cascinazza, in piena zona di esondazione del Lambro. Non è finita qui però – aggiunge l’esponente Pd: prima della approvazione definitiva bisognerà esaminare le osservazioni che presenteranno i cittadini e i comitati che in questi mesi si sono costituiti per contrastare l'insano progetto. Il Pd – conclude Scanagatti - metterà a disposizione le proprie sedi per sostenere con decisione questa opportunità consentita dalla legge”

    Durante il lungo iter di discussione e approvazione del Pgt il Pd, oltre a sensibilizzare l’opinione pubblica con numerose iniziative, ha presentato una serie di emendamenti non ostruzionistici ma di merito. Alcuni di questi, frutto del confronto con i comitati di cittadini, sono stati accolti e hanno permesso una minore edificazione nei quartieri di Sant’Albino e Triante.

    Ufficio Stampa

     

    Print Friendly, PDF & Email

    ADOZIONE PGT: ULTIMA TRAGICA SCENA

    Il nostro voto CONTRARIO, dopo una maratona iniziata  a gennaio 2011, è così motivato:

    -NON E’ UN PIANO: è un insieme confuso  di previsioni edificatorie  senza alcuna progettualità e senza alcuna pianificazione, che non tiene conto  dei fabbisogni e dei servizi utili ai cittadini, in contrasto oltretutto con la legislazione vigente e con gli impegni di sviluppo sostenibile assunti dallo stesso Comune di Monza in altre sedi;

    -DANNOSO per la città: non si capisce quale sia l’interesse pubblico nel prevedere un aumento di popolazione di 40.000 abitanti, nuove costruzioni per 4.500.000 di metri cubi di cemento , consumo di aree libere ed agricole per  oltre 3.000.000 di mq. Di contro: il limitato incremento di popolazione,  la crisi economica,  l’invenduto e lo sfitto (oltre 2000 alloggi).

    Come ci si sposterà in una città già congestionata oggi? La previsione di una mini metropolitana e della ovovia sul canale Villoresi fanno solo sorridere…. Non viene prevista alcuna priorità alle infrastrutture perché vengano realizzate prima dell’edificazione e…chi la finanzierà?

    L’approvazione del Piano creerà diritti pesantissimi dei privati, che sarà molto difficile contrastare;

    -A VANTAGGIO DI POCHI: non certo dei cittadini residenti che hanno già mille problemi di mobilità e di servizi, non certo a vantaggio della vivibilità della città che avrà meno aree verdi, non certo a vantaggio delle finanze comunali che verranno dissanguate dalla necessità di nuovi servizi e di nuove urbanizzazioni. Ma solo a vantaggio di alcuni proprietari di aree che, grazie alla rivalutazione economica dei loro terreni, potranno far cassa. Il caso Cascinazza è esemplificativo: dopo che la vicenda giudiziaria trentennale è stata conclusa definitivamente con la sentenza della cassazione del dicembre 2006 che ha condannato il privato a risarcire le spese legali al Comune, ora viene riaperta la questione concedendo una volumetria esagerata (580mila metri cubi pari a 80 palazzi );

    -SENZA PARTECIPAZIONE: i cittadini sono stati tenuti all’oscuro delle trattative con i proprietari delle aree, gli unici interlocutori ritenuti degni di essere ascoltati. Una informazione istituzionale distorta, tramite Tua Monza (novembre 2010), che prometteva servizi aggiuntivi senza dire a quali costi e con quale distruzione  del territorio;

    La gestione del Consiglio Comunale è stata di parte, sono stati eliminati  immotivatamente gran parte degli emendamenti presentati dalla minoranza, le votazioni sono avvenute con seconde convocazioni a numero legale ristretto (14 consiglieri anziché 21) e su tutte queste irregolarità  abbiamo presentato 2 Esposti ed un Atto di contestazione al Prefetto;

    CONTINUEREMO A CONTRASTARE sia sul piano giuridico che su quello politico questa Variante che non risponde alle reali priorità di Monza, per evitare il peggio e perseguire il bene di Monza.

    Città Persone

    Monza, 5 Ottobre 2011

     

    Print Friendly, PDF & Email

    Buongiorno,

    Vi segnalo questo articolo.

    Soni iniziati Iavori per le villette all’interno del Parco Brianza Centrale.

    Uno scempio senza precedenti ed un pericoloso precedente per tutti gli sfratti di Pedemontana.

    Se un comune può costruire all’interno di un Parco di rilevanza provinciale, vuol dire che abbiamo oltre passato ogni limite.

    Spero possiate pubblicare sul vs sito.

    http://brianzacentrale.blogspot.com/2011/10/avviata-la-costruzione-di-villette-nel.html

     

    Print Friendly, PDF & Email

    MENSILE DI INFORMAZIONE POLITICA LOCALE  Cosa dicono i politici seregnesi? 

    APOTI : - Bando a chi si improvvisa politicante del momento e che non ha le competenze...

    - LEGA: - Perché i nostri due ex colleghi di partito (Forcolin e Giannobi ndr )   attaccano gli assessori Liviero e Sambruni? -

    PARTITO DEMOCRATICO : - Le Lega pensa più alle poltrone che ai cittadini.  Un esempio: una fattura non pagata dal comune di circa 6000 euro  per cui il fornitore ha fatto causa, ci costerà  circa 20.000 euro

    - PDL:  Tutto bene !

    AMARE SEREGNO: - Andiamo avanti a discutere per non lasciare che Seregno  sia solo una città di servizi, una città povera, una città dormitorio…

    - FED. SINISTRA : - Scuola, una riforma fatta solo sui …numeri  -

    ALZANOCENE 1909 - SEREGNO  1 - 0 CALCIO  6^ Giornata - Serie D - Girone B Sintesi dell'incontro

    e se ti sei perso CRONACA di SEREGNO di venerdì clicca qui

     

    www.seregno.tv      info@seregno.tv" >info@seregno.tv

     

    Print Friendly, PDF & Email

    Finalmente inizia l’abbattimento
    della rampa nord della Statale 36
    Ecco esattamente cosa succederà da mercoledì
    Intanto, questa la situazione dei lavori:
    - Molte le porzioni di galleria già pronte
    “a macchia di leopardo”
    - Imbocco sud e uscita verso il Parco già
    realizzati (strutture grezze)
    - Si avvicina il momento della riapertura
    dell’incrocio Cavallotti-SS36
    Ancora troppi problemi nelle ore di punta
    Occorrono più vigili e polstrada
    Gli annunci pubblici di Anas riguardo al cantiere
    per il tunnel di viale Lombardia sulla SS36 sono
    sempre piuttosto stringati e tecnici, spesso quindi
    enigmatici per i non addetti ai lavori.
    Sulla base delle nostre informazioni che teniamo
    costantemente aggiornate, vorremmo aiutare a capire
    meglio con parole il più possibile semplici.
    Cosa succede esattamente da mercoledì 5 ottobre
    Le operazioni che iniziano mercoledì 5 ottobre sono
    molto importanti ed anche le più delicate e complesse
    di tutto il progetto. Si tratta dell’avvio
    di ventidue specifiche fasi di cantiere che porteranno
    dapprima all’abbattimento del cavalcavia nord
    e subito dopo alla realizzazione della rampa di discesa
    e dell’imbocco principale del tunnel da questa
    parte.

     

    Il primo passo avverrà nella notte tra mercoledì e
    giovedì. In corrispondenza del cavalcavia Nord, il
    traffico sulla SS36 in direzione Lecco verrà spostato
    su una carreggiata laterale provvisoria che è
    stata appositamente costruita, una sorta di rampabis
    destinata alla fine ad essere anch’essa abbattuta.
    E’ stato necessario per poter mantenere sempre
    aperte due corsie per senso di marcia lungo
    questa strada statale che è, dopo la Salerno-Reggio
    Calabria, la più congestionata d’Italia.
    Una volta deviato il traffico, le travi dei ponti
    verranno letteralmente tagliate e la carreggiata in
    direzione Milano-Lecco verrà smantellata, mantenendo
    in funzione la sede originaria nella direzione
    contraria Lecco-Milano. Questa scelta tecnica inconsueta,
    dettata sempre dall’esigenza di mantenere
    la SS36 aperta, ha comportato – tra luglio e oggi –
    la realizzazione di numerose palificazioni di sostegno
    e rinforzo.
    Nelle fasi successive, la stessa operazione di deviazione
    laterale del traffico su tracciato provvisorio
    e di smantellamento della sede originaria
    verrà eseguita per la carreggiata Lecco-Milano.
    Che cosa è stato fatto e cosa accadrà a breve
    Intanto, il tratto di galleria compreso fra le vie
    Taccona-Vittorio Veneto e l’ex cavalcavia di San
    Fruttuoso è già pronto, per entrambi i sensi di
    marcia e per sei corsie totali, con alcuni tasselli
    mancanti, uno dei quali è una porzione di canna
    Milano-Lecco in corrispondenza di via Cavallotti.
    Quando anche questo piccolo pezzo sarà finito, potrà
    finalmente essere riaperto l’incrocio (come
    promesso da Anas). Attenzione però che, nello stesso
    tempo, verrà chiuso l’attraversamento Vittorio
    Veneto-Taccona.
    Sono già pronti altri tratti grezzi di tunnel “a
    macchia di leopardo”, per esempio tra la zona dell’ex
    cavalcavia di San Fruttuoso e l’uscita sud

    (altezza di via Tito Speri), dove l’imbocco è per
    metà pronto.
    Per realizzare l’altra metà, tutto il viale sarà
    entro dicembre spostato più a ridosso di Monza. In
    coincidenza con questa operazione, l’incrocio all’ex
    cavalcavia di San Fruttuoso cambierà radicalmente,
    in una maniera che dovrebbe ridurre problemi
    e code lungo via Romagna, ma che potrebbe però
    accentuare le code in uscita da San Fruttuoso.
    Come vanno le cose agli incroci e nei quartieri
    Allo stato attuale, nonostante la buona volontà di
    tutti, i problemi agli incroci restano molto pesanti,
    specie nelle ore di punta. Il problema principale
    è la congestione del traffico sulla Statale
    36, con code accatastate che finiscono per bloccare
    gli incroci stessi e quindi per rallentare notevolmente
    l’uscita da Monza città e da San Fruttuoso,
    con ripercussioni pesantissime nei quartieri.
    Come abbiamo più volte detto, a questo problema è
    possibile porre rimedio soltanto in un modo: con agenti
    del traffico (polizia municipale e polstrada)
    che applichino all’imprevedibile evolversi della
    situazione le loro scelte “umane”. Non esiste impianto
    semaforico, per quanto “intelligente”, capace
    di cavarsela in una condizione così caotica e
    dinamica.
    Per questo rinnoviamo l’appello al Comune ed alla
    Polizia Stradale perchè la presenza di pattuglie,
    già migliorata, venga ulteriormente incrementata.
    Monza, 05 ottobre 2011
    Comitato San Fruttuoso 2000,
    Comitato Triante, Comitato Viale Lombardia,
    Comitato Romagna, Comitato Monviso

     

    Comitati per la Galleria - Monza
    Comitato San Fruttuoso 2000, Comitato Triante,
    Comitato viale Lombardia, Comitato Romagna, Comitato Monviso

    c/o Associazione HQ Monza, via tazzoli 37, 20052 Monza



     

    Print Friendly, PDF & Email

     

     

    Riparte la Stagione di Prosa del Teatro Manzoni con i consueti otto titoli.

    Tra gli artisti proposti in cartellone spiccano i nomi conosciuti e amati di Zuzzurro&Gaspare in “La cena dei cretini”, Massimo Dapporto e Antonella Elia in “La verità”, Maria Amelia Monti, Gianfranco Jannuzzo e altre personalità dello Spettacolo Nazionale.

    Una proposta variegata per tutti i gusti, con tante sfaccettature e sfumature. Si parte con il musical “Aladin” con Flavio Montrucchio nella parte di Aladin e Stefano Masciarelli nel ruolo del Genio, musiche dei Pooh, lo scorso anno ha fatto più di 130 repliche di tourneè con oltre 150.000 biglietti venduti. “Piccoli equivoci”, testo cult degli anni ottanta che ha riscosso un grande successo sia a teatro che al cinema, rimesso in scena dopo venticinque anni da Claudio Bigagli con un cast di attori eccezionali, fra i migliori che può offrire la generazione dei trentenni. Una storia molto divertente e amara, a momenti toccante e quasi tragica. Tornano al Manzoni gli esilaranti Gianluca Ramazzotti/Miriam Mesturino/Raffaele Pisu con “Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa”. E poi una commedia pirandelliana “L’uomo, la bestia e la virtù”, con Enzo Vetrano e Stefano Randisi (neo-vincitori del Premio Nazionale Le Maschere del Teatro Italiano come miglior spettacolo 2011 con “I giganti della montagna).

    Oltre al genere della commedia brillante, non manca la musica con i Pooh in “Aladin”, Cesare Cremonini in “Tante belle cose”, e il cantante lirico di “Cercasi tenore”.

     

    L’esordio è atteso per il 17 novembre!

    INFO ABBONAMENTO 8 TITOLI

    I NUOVI ABBONAMENTI SARANNO IN VENDITA DALL’11 OTTOBRE!

     

    Al via anche la campagna dei nuovi abbonamenti del Teatro Manzoni di Monza. Di seguito tutte le informazioni: i periodi di vendita, i costi e i riferimenti.

    ABBONAMENTO INTERO 8 spettacoli:

    PLATEA 178 euro

    BALCONATA 150 euro

    GALLERIA 80 euro

    ABBONAMENTO RIDOTTO (solo CRAL convenzionati):

    PLATEA 158 euro

    BALCONATA 140 euro

    GALLERIA 70 euro

    ORARI BOTTEGHINO

    Durante la campagna abbonamenti (fino al 31 ottobre 2011) il botteghino del Teatro osserverà il seguente orario da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00; successivamente (dal 1 novembre 2011) gli orari saranno da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

     Inoltre i biglietti singoli per gli spettacoli “Aladin” (dal 17 al 20 novembre) e “Piccoli equivoci” (dal 1 al 4 dicembre) saranno in vendita in botteghino e on-line da martedì 18 ottobre.

     

    SPETTACOLI FUORI ABBONAMENTO

     

    Il Teatro Manzoni propone come sempre anche una carrellata di spettacoli fuori abbonamento.

    Fra i dieci titoli troverete spettacoli di opera lirica, balletto classico e contemporaneo, altri musical e commedie.

    Il primo spettacolo sarà “Heidi”, dedicato al pubblico delle famiglie; per la serata di capodanno il musical “Pirates”, tratto dal romanzo di Salgari "Jolanda, la figlia del corsaro nero" con Luisa Corna; fra gennaio e marzo 2012 ci saranno tre spettacoli di teatro d’opera, uno al mese: “Carmen” di Bizet, “Boheme” di Puccini, “Traviata” di Verdi. Due nuove produzioni del Teatro dell’Opera di Milano, mentre l’ultima è di As.Li.Co. di Como; a febbraio 2012 “Un americano a Parigi” con il ballerino Raffaele Paganini; a marzo 2012 lo spettacolo di maggior successo al mondo sul rapporto di coppia “Caveman – L’uomo delle caverne” regia di Teo Teocoli.

    E ancora: Slovak National Theatre nel balletto “La Bayadere”; “Cenerentola” opera in musical, e “Pinocchio burattino senza fili” con le musiche di Edoardo Bennato.

     Adrian Duci in “La Bayadere”

     Sono in programmazione ALTRI EVENTI SPECIALI: continuerà l’iniziativa APERITIVO IN CONCERTO (concerti di musica classica con aperitivo, a ingresso). Lo scorso anno l’iniziativa, proposta la domenica mattina e accolta da un vasto e vario pubblico, era stata progettata con i musicisti di UECO United Europe Chamber Orchestra.

    INFO ABBONAMENTO OPERA

     

    “ABBONAMENTO OPERA” IN VENDITA DAL 18 OTTOBRE!

     Da martedì 18 ottobre sarà in vendita anche l’abbonamento trasversale alle 4 opere ospitate al Teatro Manzoni:

    “CARMEN” sabato 21 gennaio

    “LA BOHEME” sabato 11 febbraio

    “LA TRAVIATA” sabato 31 marzo

    “CENERENTOLA” sabato 14 aprile

      

    ABBONAMENTO INTERO 4 spettacoli:

    PLATEA 100 euro

    BALCONATA 90 euro

    GALLERIA 70 euro

    ABBONAMENTO RIDOTTO

    (CRAL convenzionati e Università della Terza Età):

    PLATEA 85 euro

    BALCONATA 76 euro

    GALLERIA 60 euro

    ORARI BOTTEGHINO

    Durante la campagna abbonamenti (fino al 31 ottobre 2011) il botteghino del Teatro osserverà il seguente orario da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00; successivamente (dal 1 novembre 2011) gli orari saranno da martedì a sabato dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

     

    TEATRO MANZONI PER LA SCUOLA

     

    Il 21 novembre partirà anche la 29ª edizione della stagione per le scuole.

    In cartellone 20 spettacoli, oltre 30 repliche, per tutte le fasce di età: dalla Scuola dell’Infanzia alla Scuola Secondaria di 2° grado. Continuano i progetti iniziati gli scorsi anni: progetto classici per l’infanzia, progetto classici per le superiori, progetto teatro in matematica, progetto musica in primo piano, progetto memoria, progetto adolescenza e progetto per i più piccoli.

     

    Un Teatro che racconta e incontra – insieme ai bambini e ai ragazzi dai 3 ai 18 anni – luoghi, oggetti, emozioni, storie, volti, affetti.

    Utilizzando il linguaggio dei suoni, delle parole, del corpo, del segno, dei colori, dei gesti, del video. Mettendo in scena tematiche diverse: il Natale, il sonno, la diversità, le nuove tecnologie, l’emigrazione, la bellezza, la Shoah e la Memoria, il Mito, l’abuso di alcol. Prendendo ispirazione da artisti classici e contemporanei, italiani e stranieri: Ovidio, Dante, Basile, Goldoni, Mozart, Salgari, Pirandello, Prokofiev, Rodari, Schmitt. Scoprendo legami con la matematica, la musica, il disegno, l’opera lirica. Ospitando riconosciute compagnie teatrali, ognuna con la propria modalità di giocare il teatro. Proponendo il dialogo fra attori e pubblico, e chiedendo ai bambini di esprimere le proprie impressioni attraverso l’iniziativa “Lascia un segno, un pezzo, uno strappo” all’interno della novità: I Martedì nel Foyer.

    Questo intende fare il Teatro Manzoni: tessere una trama di persone e personaggi.

    Il titolo scelto per il Concorso di Illustrazione di questa terza edizione è: “Il personaggio del mio teatro”.

     Info e prenotazioni



    Letizia Schiavello

    Ufficio Stampa – Teatro Manzoni Monza
    E-mail: letizia@teatromanzonimonza.it

    Tel.: +39 039 386 500

    (centralino Mart-Sab 10.30-13, 16-19) 
    Fax: 039 2300966
    WebSite: www.teatromanzonimonza.it

     

     

    Iscriviti alla newsletter
    Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

    Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)