Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

 

11.210 cittadini lombardi – di cui ben 3.500 brianzoli -

 

hanno firmato per la riduzione dei costi della politica in Regione Lombardia

 

DEPOSITATE LE FIRME IN REGIONE

 

del Progetto di Legge di Iniziativa Popolare

 

 

Consegnato in Regione Lombardia lotto di 11.210 firme, più del doppio del necessario (5.000 firme) per depositare un Progetto di Legge Regionale di Iniziativa Popolare (P.L.R.I.P.), avviando così l’iter per l’esame e la discussione in Regione della legge.

Il Progetto di Legge, illustrato ed argomentato sul sito web del Comitato Promotore

www.zeroprivilegi.org

il cui primo e principale sostenitore è il MoVimento 5 Stelle della Lombardia, si pone l’obiettivo di ridurre di decine di milioni di euro i costi della politica in Lombardia, combattendo gli sprechi della cosiddetta “Casta” politica pagati dalla collettività, a cominciare dagli spropositati costi del Consiglio Regionale della Lombardia per stipendi, diarie, trasferte, vitalizi, indennità varie, dei Consiglieri Regionali.

Gli obiettivi del Progetto di Legge sono:

  1. dimezzare i compensi dei consiglieri regionali (indennità mensile e diaria)
  2. eliminare il vitalizio oggi spettante al consigliere
  3. eliminare l’indennità di fine mandato
  4. ridurre e regolamentare in modo più rigoroso e controllabile le spese per gli spostamenti e per le missioni

per arrivare ad una riduzione complessiva dei costi pari al 54%, traducibile in oltre 58 milioni di euro nell’arco di un mandato (cinque anni) del Consiglio Regionale lombardo.

        - La risposta dei cittadini brianzoli è stata straordinaria. Persone di tutti gli orientamenti politici e sociali sono venuti ai banchetti o si sono recati nei comuni per apporre la propria firma a sostegno del Progetto di Legge. Nella maggior parte dei casi hanno accompagnato l’atto della firma con l’esternazione della propria indignazione per come un Casta autoreferenziale continui ad approfittare di una serie di privilegi che si è assegnata, quando i cittadini si trovano ad affrontare una durissima crisi, e vengono loro tagliati servizi essenziali, per necessità di bilancio che la medesima Casta ha portato al dissesto.

Cordialmente,                     

Gianmarco Corbetta

MoVimento 5 Stelle Monza e Brianza

gianmarco.corbetta@inwind.it">gianmarco.corbetta@inwind.it

328.7021050

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Ciao,
ecco i link degli ultimi aggiornamenti del blog di Brugherio Futura.
Se non vuoi più ricevere questa newsletter, invia un'e-mail a questo indirizzo con oggetto "cancellazione newsletter".
Sentiti libero/a di inoltrare questa e-mail a chiunque pensi possa interessare.
Brugherio Futura Blog
http://brugheriofutura.wordpress.com

TU CHIAMALE, SE VUOI … LE MOZIONI

Il Popolo della Libertà ha presentato una mozione di fiducia nei confronti del Sindaco Maurizio Ronchi, che appartiene alla stessa coalizione dello stesso Pdl. L'Amministrazione cadrà e si andrà ad elezioni o è solo un'altro episodio della crisi fra Lega e Pdl?

POST IT: Jean Tarlo e la mozione di sfiducia

Due nuove vignette di Jean Tarlo che affrontano la questione della mozione di sfiducia al SIndaco.

PIANO SCUOLA 2011-2012: LA SCUOLA UMILIATA E OFFESA

La scuola diventa terreno per le ripicche fra i partiti. A Brugherio approvato un pessimo Piano Scuola.

IL CENTRODESTRA SI SPACCA ANCHE SULL’URBANISTICA; IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO SI ARENA

La maggioranza di centrodestra, che si è costituita per garantire gli interessi dei costruttori, non riesce a mettersi d'accordo sul Piano di Governo del Territorio. E' un altro segno dei dissidi interni che diventano sempre più grandi.

POST IT: il Sindaco e le serpi in seno

Il Sindaco litiga anche con gli Assessori del Pdl. Questa volta il motivo è la nomina di un nuovo dirigente comunale.

27 SETTEMBRE: EARTH OVERSHOOT DAY 2011

Il 27 settembre la Terra ha esaurito le risorse del 2011, ma l'anno non è ancora finito.

IL PESCATORE DI PERLE #2

Il pescatore di perle ha trovato una notizia che riguarda i nostri politici, l'Unione Europea e gli Albi professionali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Susanna Pozzoli

ON THE BLOCK. HARLEM PRIVATE VIEW

inaugurazione sabato 15 ottobre 2011, ore 18.00

 

LISSONE – Museo d’arte contemporanea – viale Padania 6

 

Saranno presenti l’artista e il curatore della mostra

 

 

Dal 15  ottobre al 13 novembre 2011 una sala del Museo d’arte contemporanea di Lissone sarà dedicata alla giovane fotografia contemporanea, con la presentazione della mostra dei lavori dell’artista Susanna Pozzoli.

 

Curata da Daniele Astrologo Abadal, la mostra presenta il progetto On the Block. Harlem Private View di Susanna Pozzoli e l’edizione ad esso correlata. Per la prima volta in Italia è possibile apprezzare la serie completa delle fotografie (sessantasei), in formato 30x30 cm realizzate dall’artista tra luglio 2007 e luglio 2009, durante la sua permanenza presso HSF by MA (Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte), programma no-profit di residenza per artisti internazionali attivo a New York dal 2007. 

Come sottolinea Daniela Ronchi, Assessore alla Cultura, Identità e Tradizioni locali della Città di Lissone, “E’ un vero piacere poter presentare al nostro pubblico presso il Museo d’arte contemporanea di Lissone gli straordinari lavori e la sensibilità di questa giovane artista che ha vissuto questa ricca e fervida esperienza newyorkese. Sono certa che tale apertura della programmazione musale verso il contemporaneo, i giovani, l’internazionalità e i molteplici linguaggi espressivi dell’arte del presente non possa che stimolare il dibattito sull’arte e sulla cultura, ampliare nuovi orizzonti e creare stimolanti opportunità di scambio e sviluppo non solo artistico-culturale, ma anche sociale ed economico”.

Le fotografie raccontano gli interni di un block (strada) nel cuore di Harlem, 121st Street, delimitata da Lenox Ave e Adam Clayton Powell Blvd, in un momento di cambiamento urbano e sociale importante, fenomeno conosciuto con il nome di “gentrification”. Pozzoli è arrivata sulla 121st street a luglio del 2007, invitata da Raffaele Bedarida, curatore del progetto residenziale, a partecipare a HSF by MA e ha trovato un modo personale e originale per raccontare questa realtà, concentrandosi sui suoi vicini e i loro luoghi di vita. Entrando lentamente a far parte della comunità ed acquistando la fiducia dei residenti, ha infatti avuto accesso a molti luoghi privati che ha fotografato con la sua Rolleiflex, in pellicola. Ben lontana da un intento giornalistico, riesce a cogliere con grande lucidità le preesistenze di questi luoghi ricchi di identità e storie. Nel progetto, che non include ritratti ed è composto da una serie di interni, percepiamo la traccia degli abitanti in un prima o dopo poetico ed evocativo caratterizzato da una forte atemporalità.

Nel 2010 il progetto On the Block. Harlem Private View di Susanna Pozzoli è stato pubblicato da Allemandi & C. e Montrasio Arte, a cura di Raffaele Bedarida e Ruggero Montrasio, con saggi di Raffaele Bedarida, Mario Calabresi, Alessandra Coppa e con un’intervista all’artista di Daniele Astrologo Abadal e Raffaele Bedarida.

Parte del progetto è stata esposta presso UCR California Museum of Photography di Los Angeles, nella mostra On Site a cura di Lisa Henry, da maggio ad agosto 2010. Susanna Pozzoli è stata inoltre invitata a presentare il libro On the Block. Harlem Private View e a discuterne le linee guida con Colin Westerbeck, direttore di UCR in una serata organizzata presso il museo, conclusasi con un book signing dell’artista. In questa occasione Pozzoli ha tenuto due giorni di workshop con gli studenti di Riverside. Durante il New York Photo Festival 2010 (12 – 16 maggio 2010) il progetto e il volume sono stati esposti al pubblico in una mostra personale visitata da un ampio numero di addetti ai lavori ed appassionati. Durante il Mois de la Photo a Parigi, questo lavoro è stato incluso nella mostra e nel catalogo-DVD Italian Emerging Photography a cura di Laura Serani, esposto nelle sale dell’Istituto Italiano di Cultura di Parigi. Nel 2011 (20 gennaio-4 marzo) il progetto è stato esposto nella sua forma integrale nella personale presso The Private Space di Barcellona. Con Montrasio Arte partecipa a MIA 2011, fiera d’arte dedicata alla fotografia d’autore a Milano e in uno slight show presenta il progetto durante il festival Fotografia Europea a Reggio Emilia, presso lo spazio Gerra.

La mostra, la cui inaugurazione è prevista presso il Museo d’arte contemporanea di Lissone sabato 15 ottobre alle ore 18, sarà aperta al pubblico fino a domenica 13 novembre 2011.

Orari di apertura: martedì, mercoledì e venerdì 15-19, giovedì 15-23, sabato e domenica 10-12 / 15-19. lunedì chiuso.

Ingresso libero

Per maggiori informazioni:

Museo d’arte contemporanea di Lissone

Viale Padania 6, Lissone, MB

e-mail: museo@comune.lissone.mb.it

www.museolissone.it

tel. 039 2145174 – 039 7397368

Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte è un programma di residenza per giovani artisti internazionali, ideato nel 2007 da Ruggero Montrasio, diretto da Francesca Montrasio, e curato da Raffaele Bedarida. Il progetto, attivo dal 2007, ha invitato ad oggi trenta artisti provenienti da tutto il mondo. Durante il suo primo triennio di attività HSF by MA ha avuto il piacere di ospitare, oltre agli artisti, anche scrittori e musicisti quali Marco Mancassola, Marco Missiroli, ed i giovani curatori Daniele Astrologo Abadal, Lorenzo Giusti. HSF by MA a partire dal 2009 ha inaugurato un rapporto di collaborazione con il Mongin Art Center di Seoul e, dal 2010, collabora con l’Accademia Bezalel di Gerusalemme. HSF by MA ha al suo attivo diverse pubblicazioni e numerose mostre personali e collettive degli artisti coinvolti nel progetto di residenza.

Susanna Pozzoli (1978)

È nata a Chiavenna (SO), si laurea in Lingue e Letterature Straniere all’Università di Bergamo nel 2002. Nello stesso anno si trasferisce definitivamente a Parigi, dove risiede sino al 2006. Prosegue la propria formazione conseguendo un master in Critica cinematografica alla Sorbonne di Parigi. Nel 2005 è a Barcellona invitata dal Progetto Leonardo nel contesto della residenza Hangar. Nel 2007 si reca a New York invitata dal programma di residenza internazionale per artisti Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte dove rimane stabile fino a maggio 2009. A marzo 2010 il progetto On the Block. Harlem Private View è pubblicato da Allemandi/Montrasio Arte e presentato in mostra in diversi spazi espositivi in Italia e all’estero. Nel 2010 conclude ed espone da Montrasio Arte Milano il progetto After the Funeral e partecipa al premio Arti Visive San Fedele ricevendo la menzione dei critici. Invitata ad esporre nella mostra Risonanze presenta nella Galleria San Fedele un nuovo progetto dal titolo Memento Mori. Nel 2011, oltre alle mostre legate a On the Block. Harlem Private View, terminerà il progetto passato prossimo, che unisce video e fotografia in un’installazione creata ad hoc per le sedi di Sondrio della Fondazione Gruppo Credito Valtellinese che ospiteranno la mostra, un catalogo sarà pubblicato dalla Fondazione.

Tra i principali progetti artistici si ricorda: HMK2010 (Seoul, settembre-dicembre2010), On the Block (New York, luglio 2007 – luglio 2009), passato prossimo (Chiavenna, 2000-2011), The Day After the Funeral (Chiavenna, gennaio 2008 – marzo 2010).

 

Print Friendly, PDF & Email

Monza, 6 Ottobre 2011

L’Amministrazione monzese, con l’adozione della variante al Piano di Governo del Territorio, ha posto un pesante mattone sullo sviluppo sostenibile della città.

I 4.000.000 metri cubi di palazzi e capannoni, resi possibili, deturperanno, con nuovo cemento e asfalto, il paesaggio cittadino ed i 290 ettari di aree agricole.

Le 40.000 persone in più renderanno, con le loro auto, ancora più caotica la viabilità cittadina, con conseguenti nuove insopportabili congestioni.

Oltre il 70% di aree libere ed agricole, ancora presenti in città, saranno fatte sparire solo per accontentare alcuni cementificatori. Aree che svolgono un’importante funzione ambientale nella ricarica delle falde acquifere, nell’assorbimento delle acque meteoriche e di piena del Lambro, nella depurazione dell’aria (la città di Monza è tra le più inquinate d’Italia), nella valorizzazione del paesaggio, nella regolazione del clima, ecc.

Tutti i soldi che, fino ad oggi, sono stati spesi per migliorare la qualità della vita in città risulteranno spesi invano perché inghiottiti nell’espansione caotica della città permessa perché, la variante al PGT adottato, è priva di regole certe.  

                                                                                    LEGAMBIENTE MONZA

                                                                                               Il presidente

 

Print Friendly, PDF & Email

Spettabile Redazione,

ormai è un dato di fatto : i cittadini monzesi usano sempre di più e in modo massiccio la bicicletta.

Questo non conta però per i loro amministratori, che non se ne accorgono e stanno perdendo l’occasione, di nuovo, per assecondare l’esigenza sempre più sentita, di spostarsi in città, in modo intelligente.

E così, dopo i dati raccolti dal censimento delle biciclette, che da diversi anni la nostra associazione mette in campo per fotografare la situazione della mobilità ciclistica, siamo passati, durante le quattro ore censite, da 3500 passaggi del 2004, a 13331 del 29 settembre di quest’anno.

Un incremento di quasi il 400% che dovrebbe dar seguito a provvedimenti conseguenti che da anni chiediamo ma che rimangono semplicemente inascoltati : moderazione del traffico, piste ciclabili, rastrelliere per bici, bicistazione, bike sharing.

 

Un’ulteriore sintetica analisi a caldo dei risultati di questo censimento ci portano a constatare l’alta affluenza di biciclette alla stazione ferroviaria mettendo a nudo l’insufficiente possibilità di parcheggio della propria bici a causa del ridotto numero di rastrelliere sia nella piazza della stazione che in p.zza Castello.

Se poi analizziamo un po’ le risposte ai nostri questionari compilati nella stessa mattinata del 29 settembre, possiamo affermare che il potenziale numero di cittadini che utilizzerebbero la bici per i normali spostamenti casa-lavoro, casa-scuola, ecc., lieviterebbe ancora di più se ci fossero più piste ciclabili e moderazione del traffico. Infatti delle 108 persone intervistate che non usano mai o raramente la bici, 80 fanno questa scelta  proprio a causa delle condizioni di insicurezza delle strade.

 

Interventi che avrebbero come diretta conseguenza una mobilità ciclistica sicura ( meno incidenti e magari azzeramento di quelli mortali, non più sopportabilie partecipata.

E soprattutto cambierebbero sensibilmente il volto della città e la sua vivibilità. Tutto ciò non può rimanere inascoltato per sempre.

La giunta di Monza guardi e ascolti ciò che i suoi cittadini chiedono veramente per creare una lista di vere priorità.

 Massimo Benetti –  Uff. Stampa FIAB Monzainbici

 

Print Friendly, PDF & Email

I Love live....Give me five

l'integrazione va in gol con l'Aurora Desio

Occhietti vispi, sorriso aperto o furbetto, tanta voglia di correre, giocare e divertirsi. Con bambini che già conoscono, perchè frequentano la stessa scuola, o con nuovi bambini, che presto diventeranno loro amici. Con un pallone tra i piedi. Con una maglia arancioblù addosso e un braccialettino “Live” al polso. Con una lingua universale, quella dello sport e del sorriso, che può abbattere ogni barriera o pregiudizio.

Sono Faizan e Fahad Ahmad , fratellini di 9 e 7 anni; Abdul Moeez Jahangir di 10, Afraz Alì di 11 e Shawaiz Mohammad di 6. Chi sono? I cinque bambini residenti a Desio, tutti pakistani, che hanno aderito all'innovativo progetto lanciato dall'Aurora Desio 1922 con l'associazione di Monza Live Onlus e la collaborazione del Comune di Desio attraverso gli Assessorati allo Sport e alla Multiculturalità. Un progetto, denominato “Give me five – calcio e integrazione parlano la stessa lingua” che ha permesso loro di iscriversi grauitamente alla rinnovata Scuola calcio dell'Aurora. La quota d'iscrizione, comprendente tutto il materiale sportivo, sarà coperta da Live, che ha deciso di aderire mettendo a disposizione un budget di circa 2 mila euro ricavato attraverso le proprie aste online di cimeli dei campioni dello sport (partecipare è bello, coinvolgente e a fin di bene...vai su www.ilovelive.it per tutte le informazioni).

Giovedì sera, presso il centro sportivo comunale, si è svolta la “Festa dell'accoglienza” dei nuovi calciatori dell'Aurora e “baby testimonial di Live”. Alla presenza delle loro famiglie, dell'assessore allo Sport Paolo Smorta, della dirigenza arancioblù (Gabriele Cattaneo, Ivano Iachini e Mauro Arienti del settore giovanile), dei loro nuovi compagni. Assente solo il piccolo di 6 anni, perchè non stava bene. Ospite d'eccezione Matteo Piccinni, difensore dell'Albinoleffe, ottimo protagonista in serie B, uno dei Testimonial ufficiali Live, che si è messo a disposizione quasi due ore fra foto, autografi e una raffica di domande dei ragazzi del vivaio desiano. Una cerimonia semplice e informale, che ha visto la consegna del materiale sportivo ai piccoli pakistani e un gustoso rinfresco.
Adesso, tutti in campo, ad allenarsi: c'è da vincere la partita dell'integrazione, dell'amicizia.

Andrea Zalamena- Presidente di Live Onlus

"Non appena mi è stato proposto questo progetto, ho subito detto di si, con grande entusiasmo. E' bello poter pensare di avere questi piccoli cinque Testimonial di Live che entrano ufficialmente nella squadra giovanile dell'Aurora Desio, un club storico per la città stessa. Ed è importante pensare che grazie al nostro aiuto potranno crescere, fare gruppo, fare amicizie, integrarsi e divertirsi dietro ad un pallone".

Giacomo Bindi (vicepresidente di Live Onlus- calciatore del Crotone, serie B): "Fa molto piacere per Live poter aderire a questa iniziativa. Io in tutta la mia vita, grazie al calcio, ho fatto un miliardo di amicizie, spero quindi che anche per questi bambini sia la stessa cosa. Avranno la possibilità di entrare a far parte di un gruppo che permetterà anche di integrarsi e fare amicizia, questa è la cosa importante. Il calcio è uno sport di gruppo e le amicizie che fai da bambino sono quelle che ritrovi anche da grande".

Gabriele Cattaneo (responsabile vivaio Aurora Desio 1922): “Siamo molto contenti di aver messo in piedi questo progetto particolare, che permetterà a questi bambini di integrarsi all'insegna dello sport e dell'amicizia. Ringraziamo in primis Live, e il Comune, per la loro collaborazione e speriamo che l'iniziativa possa ripetersi nei prossimi anni”.

Aurora Desio 1922 ringrazia e sostiene

 

Print Friendly, PDF & Email
EUROPA TERRA PROMESSA?
PER MARE E PER TERRA IN CERCA DI
PACE, LAVORO E LIBERTA’
Venerdì 14 Ottobre ore 21
Sala Bachelet - Oratorio di Triuggio
Via Marconi, 1 - Triuggio (Monza e Brianza)
Relatori:
ISOKE AIKPITANYI
Responsabile casa accoglienza “La ragazza di Benin City ” -
- Progetto rivolto alle donne nigeriane vittime della tratta -
EMILIANO BOS
Giornalista della Radiotelevisione Svizzera.
Autore del libro “IN FUGA DALLA MIA TERRA”
Moderatore
SILVIO ZILIOTTO
Acli Milano – Ufficio Politiche Internazionali
L'evento è stato organizzato dalle associazioni
ACLI di Triuggio
Amiche di ABCD

 

Print Friendly, PDF & Email

RINVIATO AL 17 OTTOBRE LO SCIOPERO DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DELLA COOP CESED

SU INVITO FORMALE DELLA COMMISSIONE NAZIONALE DI GARANZIA PER L’ESERCIZIO DEL DIRITTO DI SCIOPERO PRESSO LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, ABBIAMO DOVUTO RINVIARE LO SCIOPERO DI ALCUNI GIORNI.

CI E’ STATO INFATTI COMUNICATO CHE, FIN DAL 6 AGOSTO SCORSO, UN’ALTRA ORGANIZZAZIONE SINDACALE HA INDETTO PER IL 7 OTTOBRE UNO SCIOPERO NAZIONALE DEL PERSONALE IMPIEGATO NEI SERVIZI APPALTATI DAGLI ENTI LOCALI, DUNQUE GLI STESSI SERVIZI NEI QUALI OPERA CESED.

PERTANTO, IL RISPETTO DELLA LEGGE CI IMPONE DI RINVIARE LO SCIOPERO DI ALMENO 10 GIORNI, SPOSTANDO LA DATA AL 17 OTTOBRE CON MANIFESTAZIONE A MILANO SOTTO LA SEDE DELLA CESED. (via del Progresso 3, angolo via M. Gioia).

                                                                                            Monza, 5/10/2011                                                      

FP CGIL MONZA E BRIANZA

 

Print Friendly, PDF & Email
PER NON DIMENTICARE… Don Gallo a Nova Milanese: sempre in prima linea per i diritti degli ultimi

DON GALLO a Nova Milanese (Monza e Brianza)

Don Andrea Gallo, che sarà ospite principale dell'evento, è un sacerdote e partigiano, fondatore e animatore della comunità di San Benedetto al Porto di Genova e di altri centri di accoglienza. Le comunità di Don Gallo accolgono persone con ogni tipo di problema di emarginazione, tutti gli ultimi, i più deboli, gli emarginati, i più fragili e tutte le persone con difficoltà che la società non vuole e non riesce ad aiutare e ad integrare.
 
PER NON DIMENTICARE…

Don Gallo a Nova Milanese: sempre in prima linea per i diritti degli ultimi

 di Laura Tussi

 In Auditorium Comunale, sabato 29 ottobre 2011, ore 17.oo, si aprirà la nuova stagione del progetto “Per Non Dimenticare” con una staffetta benefica di raccolta fondi a favore delle comunità del caro amico e compagno Don Andrea Gallo. Sul palco si esibiranno attori del calibro di Moni Ovadia, Flavio Oreglio, Alberto Patrucco, Bebo Storti, Renato Sarti, Diego Parassole, Paolo Ciarchi, Daniele Biacchessi, i 7grani e molti altri. “Per non dimenticare”, l'importante Progetto riguardante la memoria storica dell'Antifascismo e della Resistenza è organizzato, promosso e coordinato da LauraTussi, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Nova Milanese, con l’Istituto Comprensivo Via Prati di Desio e con molte altre realtà associative e istituzionali e centri di ricerca per la Pace e la Nonviolenza. Il progetto “Per non dimenticare” è sempre aperto ad argomenti di attualità, di importanza e di rilievo civile e di impegno sociale e umanitario. Infatti, Don Andrea Gallo, che sarà ospite principale dell'iniziativa, è un sacerdote e partigiano, fondatore e animatore della comunità di San Benedetto al Porto di Genova e di altri centri di accoglienza. Le comunità di Don Gallo accolgono persone con ogni tipo di problema di emarginazione, tutti gli ultimi, i più deboli, gli emarginati, i più fragili e tutte le persone con difficoltà che la società non vuole e non riesce ad aiutare e ad integrare. Don Andrea Gallo è stato uno dei più grandi amici di Fabrizio De André e caro amico di Moni Ovadia e di altri personaggi importanti del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo. Ricordiamo l'ultimo suo libro, dal titolo “Di sana e robusta Costituzione”, edito da Aliberti e Mondadori, che sarà disponibile dopo l'iniziativa e sarà autografato e dedicato, a chiunque lo richieda, dallo stesso Don Gallo. Durante l'evento sarà presente anche e soprattutto Emergency.

Saranno presenti RAI e RAI NEWS 24.

DON GALLO a NOVA MILANESE

“PER NON DIMENTICARE”

Stagione 2011/2012

Staffetta benefica in favore delle comunità di Don Gallo

Presentano LAURA TUSSI e RENATO SARTI

Intervengono con DON GALLO

MONI OVADIA, BEBO STORTI, ALBERTO PATRUCCO, DIEGO PARASSOLE,

DANIELE BIACCHESSI, GIULIO CAVALLI, ANTONIO PIZZINATO, GIULIO CRISTOFANINI,

I 7GRANI

Con la partecipazione di RAI NEWS 24, TGRAI, EMERGENCY

Sabato 29 Ottobre 2011 ore 17.00

AUDITORIUM COMUNALE- Nova Milanese

 Con il patrocinio: 

                 Città di Nova Milanese

                 Comune di Cesate - Medaglia d’argento al Valore Civile   

                 Comune di Cologno Monzese

                 Comune di Cormano

                 Città di Desio 

                  Città di Bresso

                  Città di Cinisello Balsamo (Milano)

                  Comune di Sinalunga (Siena)- Assessorato alla Memoria

 In collaborazione con:

 ANPI, ANED, APEI, ARCINOVA, CAMPAGNA DI OBIEZIONE DI COSCIENZA ALLE SPESE MILITARI, CASA DELLA CULTURA-Milano, CENTRO STUDI SERENO REGIS-Torino, CENTRO INTERDISCIPLINARE DI SCIENZE PER LA PACE-UNIVERSITÀ DI PISA, FLC-CGIL, DIFESA AMBIENTE, EMERGENCY, FONDAZIONE GIANFRANCESCO SERIO, IL DIALOGO.org, ISTITUTO PEDAGOGICO DELLA RESISTENZA, OSSERVATORIO NAZIONALE ED EUROPEO PER IL RISPETTO DELLE PARI OPPORTUNITA’- ONERPO, PEACELINK, RETE ANTIFASCISTA NORD OVEST MILANO, TEATRO DELLA COOPERATIVA, TEMPI DI FRATERNITA’, LAVORATORI LARES METALLI PREZIOSI….e tanti altri. 

DON GALLO a Nova Milanese (Monza e Brianza) (70 Kb - Formato pdf)

  • PER NON DIMENTICARE… Don Gallo a Nova Milanese: sempre in prima linea per i diritti degli ultimi 
  • In Auditorium Comunale, sabato 29 ottobre 2011, ore 17.oo, si aprirà la nuova stagione del progetto “Per Non Dimenticare” con una staffetta benefica di raccolta fondi a favore delle comunità del caro amico e compagno Don Andrea Gallo. Sul palco si esibiranno attori del calibro di Moni Ovadia, Flavio Oreglio, Alberto Patrucco, Bebo Storti, Renato Sarti, Diego Parassole, Paolo Ciarchi, Daniele Biacchessi, i 7grani e molti altri. “Per non dimenticare”, l'importante Progetto riguardante la memoria storica dell'Antifascismo e della Resistenza è organizzato, promosso e coordinato da LauraTussi, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Nova Milanese, con l’Istituto Comprensivo Via Prati di Desio e con molte altre realtà associative e istituzionali e centri di ricerca per la Pace e la Nonviolenza. Il progetto “Per non dimenticare” è sempre aperto ad argomenti di attualità, di importanza e di rilievo civile e di impegno sociale e umanitario. Infatti, Don Andrea Gallo, che sarà ospite principale dell'iniziativa, è un sacerdote e partigiano, fondatore e animatore della comunità di San Benedetto al Porto di Genova e di altri centri di accoglienza. Le comunità di Don Gallo accolgono persone con ogni tipo di problema di emarginazione, tutti gli ultimi, i più deboli, gli emarginati, i più fragili e tutte le persone con difficoltà che la società non vuole e non riesce ad aiutare e ad integrare. Don Andrea Gallo è stato uno dei più grandi amici di Fabrizio De André e caro amico di Moni Ovadia e di altri personaggi importanti del mondo della cultura, della politica e dello spettacolo. Ricordiamo l'ultimo suo libro, dal titolo “Di sana e robusta Costituzione”, edito da Aliberti e Mondadori, che sarà disponibile dopo l'iniziativa e sarà autografato e dedicato, a chiunque lo richieda, dallo stesso Don Gallo. Durante l'evento sarà presente anche e soprattutto Emergency. Saranno presenti RAI e RAI NEWS 24.
  •  

    Print Friendly, PDF & Email

    TERRITORI DEL SUD/TERRITORIOS DEL SUR

    SEZIONE SPECIALE 52° PREMIO INTERNAZIONALE

    BICE BUGATTI – GIOVANNI SEGANTINI

                 

    Il Bice Bugatti Club, in occasione della VII Giornata del Contemporaneo, inaugura sabato 8 ottobre 2011 alle ore 18.00 in Sala Gio.I.A. (Piazza Gio.I.A., Nova Milanese) la mostra Territori del Sud/Territorios del Sur (8-22 ottobre) dedicata alle opere degli artisti latinoamericani che partecipano alla Sezione Speciale del Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini 2011.

    Accanto ai lavori di questa III edizione della Sezione Speciale verranno esposte alcune opere degli anni passati (2009, 2010) così da ricostruire, attraverso un percorso dal forte impatto visivo e  intellettuale, le tappe di uno scambio artistico-culturale con il Sudamerica che quest’anno si arricchisce di una nuova iniziativa, l’esposizione presso lo spazio mARTadero di Cochabamba, in simultanea con la mostra in Sala Gio.I.A., delle opere di 13 artisti italiani selezionati dal Bice Bugatti Club all’interno di un progetto denominato, non a caso, Territori del Sud.

    L’edizone 2011 sottolinea quindi l’aspetto sempre più internazionale di un Premio la cui storia e la cui identità mantengono forti legami con il territorio della Brianza, rivelandone così il carattere prettamente glocale. Le serate di approfondimento con esperti d’arte organizzate durante la mostra intendono quindi affrontare proprio questo tema, fondamentale chiave di lettura del Premio e dell’arte contemporanea in generale, a partire dalla pubblicazione del libro I cinquant’anni del Premio Bugatti-Segantini, promossa dal Bice Bugatti Club, a cura di Claudio Rizzi.

    Il Premio Internazionale Bice Bugatti – Giovanni Segantini, realizzato da oltre cinquant’anni dalla Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani (LAP) in stretta collaborazione con il Comune di Nova Milanese, si distingue infatti nel panorama dei premi dedicati all’arte contemporanea nazionali per vitalità e costante desiderio di innovazione, che hanno spinto l’organizzazione, grazie al fondamentale contributo del Bice Bugatti Club, ad attivare nuove collaborazioni in nome della cooperazione internazionale e dell’interculturalità, del dialogo con luoghi ed espressioni artistiche diverse ed alternative, considerati quali valori fondamentali della cultura e dell’arte contemporanea.

    Nell’ambito del gemellaggio culturale stilato il 13 gennaio 2009 tra il Proyecto mARTadero di Cochabamba, Bolivia, e il Comune di Nova Milanese, grazie all’intermediazione del Bice Bugatti Club, sono state quindi realizzate molteplici iniziative che hanno favorito una comunicazione artistica tra le realtà latinoamericane e il territorio del Nord Italia.

    In particolare, opere di artisti latinoamericani, provenienti da Bolivia, Perù, Cile e Argentina, sono state selezionate dal Proyecto mARTadero e hanno concorso nella Sezione Speciale del Premio Internazionale Bice Bugatti - Giovanni Segantini (edizioni 2009, 2010, ottobre 2011), e sono state esposte presso: Villa Vertua, Nova Milanese (2009 e 2010 in adesione alla giornata nazionale dell’arte contemporanea di AMACI); Associazione Mutuo Soccorso, Bergamo (2009 e 2010); Latinoamericando (edizione 2009); Chie Art Gallery, Milano (2010).

    Le opere latinoamericane sono state pubblicate in una sezione specifica dei cataloghi del Premio Internazionale Bice Bugatti - Giovanni Segantini (edizioni 2009, 2010 e 2011), intitolata Territori del Sud, e sono state oggetto di diversi articoli nei più importanti periodici latinoamericani di riferimento (Los Tiempos, La Opinion in Bolivia; El Tribuno, in Argentina; La Estrella de Iquique, in Cile), oltre che nei periodici locali italiani (il Cittadino, Il Giornale di Desio, L’Esagono, etc.) e riviste specialistiche, quale ARTE Contemporanea (n.25), grazie alla curatela realizzata dalla critica d’arte Ilaria Bignotti.

    Dall’8 al 22 ottobre 2011 la Sala Gio.I.A di Nova Milanese ospiterà la mostra degli artisti sudamericani e, proprio in occasione dell’inaugurazione, avrà luogo anche la premiazione dei vincitori dell’edizione 2011 alla presenza del Sindaco di Nova Milanese Laura Barzaghi, dell’Assessore all’Istruzione e Cultura Rosaria Longoni, del Console onorario della Bolivia Giuseppe Crippa, del direttore della LAP Alessandro Savelli e del presidente del Bice Bugatti Club Luigi Rossi, con il coinvolgimento delle comunità sudamericane presenti sul territorio.

    Gli artisti in gara sono: Roly Arias (Salta, Argentina); Sandra De Berduccy (La Paz, Bolivia); Maria Laura Buccianti (Salta, Argentina); Diego García Arrázola (Cochabamba, Bolivia); Rossmary Mamani (El Alto, Bolivia); Mercedez Ruiz (Salta, Argentina); Andrés Justiniano Sierra (Salta, Argentina); Julio César Soria Justo (Tacna, Perù); Gunnar A. Quispe Sanjines (Potosí, Bolivia); Nivardo Torrico (Tarija, Bolivia).

    La giuria del LII Premio Internazionale Bice Bugatti-Giovanni Segantini, che presenzierà alla nomina dei vincitori, composta da Rosaria Longoni, Assessore alla Cultura di Nova Milanese, Simona Bartolena, critico d’arte, Luigi Cavadini, direttore Museo d’arte contemporanea Lissone, Lorella Giudici, critico d’arte, Francesco Pagliari, critico d’arte, Alessandro Savelli, pittore e direttore della LAP, assegnerà i seguenti premi: Primo Premio-acquisto internazionale Bice Bugatti Club (Euro 2.500); Secondo Premio-acquisto internazionale Bice Bugatti Club (Euro 1.500); Terzo Premio-acquisto internazionale Bice Bugatti Club (Euro 1.000); Medaglia del Presidente de la Repubblica italiana.

    Nell’ambito di questa iniziativa, al fine di promuovere un vero incontro e scambio culturale, Proyecto mARTadero e Bice Bugatti Club presenteranno in contemporanea con la mostra degli artisti latinoamericani a Nova Milanese una selezione di 13 artisti italiani presso lo spazio mARTadero di Cochabamba: Alessandro Savelli (www.alessandrosavelli.it); Andrea Cereda; Angelo Cesana (www.angelocesana.it); Antonio Pizzolante (www.antoniopizzolante.it); Claudio Borghi (www.claudioborghi.it); Franco Marrocco (www.francomarrocco.com); Giovanni Cerri (www.giocerri.com); Pierantonio Verga; Francesca Strada (www.francescastrada.com); Tullio Forgione (www.tullioforgione.it); Max Marra; Marco La Rocca, Alessandro Carozzi. Le opere degli artisti italiani rimarranno per un anno a disposizione del Proyecto mARTadero, che si impegnerà a organizzare ulteriori esposizioni all’interno del territorio nazionale. Dopo un anno, previo consenso dell’artista, i quadri potranno essere ceduti ad eventuali istituzioni interessate in America latina (come musei di arte contemporanea, ambasciate etc.), in caso contrario, entreranno a far parte della collezione del Proyecto mARTadero.

    Le due mostre verranno inaugurate in simultanea attarverso video-conferenza in Bolivia (alle ore 12.00 locali) e in Italia (alle ore 18.00 locali) il giorno sabato 8 ottobre.

    Le selezioni delle opere latinoamericane e italiane saranno accompagnate dalle specifiche curatele di Ilaria Bignotti e Alessia Barzaghi, pubblicate in lingua spagnola e italiana, che contestualizzeranno lo scambio tra i due paesi e verranno presentate all’inaugurazione dell’esposizione.

    Presenzierà all’evento anche il Consigliere della Provincia di Monza e Brianza con delega all’Expo Bruno Molteni, che in questa sede presenterà il progetto Sulle orme di Bugatti e Segantini, volto a sottolineare la genialità e l’internazionalità di questa famiglia novese che si è conquistata un posto di rilievo nel panorama culturale e produttivo mondiale.

    Il progetto, ideato e promosso dalla Provincia di Monza e Brianza e dal Bice Bugatti Club, è stato studiato nell'ambito dell'Expo 2015 e prevede l’organizzazione nel 2013, in parallelo con la mostra I Segantini, i Bugatti, i Giacometti: dai ghiacciai alle metropoli (Palazzo Reale, Milano, 2013), di una serie di interessanti manifestazioni collaterali legate al mondo della famiglia Bugatti, delle loro auto e dell’arte contemporanea, che si svolgeranno tra Milano, Brianza ed Engadina (Svizzera).

    Durante l’esposizione Territori del Sud/Territorios del Sur verranno organizzate due serate con esperti d’arte volte a presentare e a contestualizzare il libro I cinquant’anni del Premio Bugatti-Segantini, dedicato alla ricostruzione della storia e dei protagonisti della rassegna artistica novese, in un’ottica al contempo locale e internazionale.

    Il Bice Bugatti Club, che ha ideato, redatto e stampato il volume, ha ritenuto infatti doveroso ripercorrere le tappe del Premio Internazionale Bice Bugatti - Giovanni Segantini, un’iniziativa di fondamentale importanza per la storia artistica e culturale della città e del territorio della Brianza, vero punto di riferimento da oltre cinquant’anni per gli autori attivi soprattutto nel Nord Italia.

    Il Premio, attraverso i suoi protagonisti e le scelte di gusto dei critici e degli storici che vi hanno collaborato, si può infatti considerare a tutti gli effetti uno specchio dell’evoluzione artistica locale e un esempio al contempo di forte radicamento territoriale, per i suoi legami ideali e operativi con le realtà museali e associative circostanti, e di apertura all’internazionale, in una prospettiva pienamente glocale.

    Martedì 11 Ottobre 2011, alle ore 21.00 presso l’Auditorium Sala Gio.I.A., Claudio Rizzi (critico d'arte e curatore, direttore artistico del Civico Museo di Maccagno e collaboratore dell'Associazione Ad Acta, Milano), affiancato dal direttore della LAP Alessandro Savelli, presenterà il volume da lui curato I cinquant’anni del Premio Bugatti-Segantini.

    Introdurrà la serata l’Assessore Rosaria Longoni.

    Lunedì 17 Ottobre 2011, alle ore 21.00, presso l’Auditorium Sala Gio.I.A., incontro-dibattito tra Luigi Cavadini (direttore del Museo d’arte contemporanea Lissone) e Simona Bartolena (critica e storica d’arte, fondatrice dell’Associazione Heart - Pulsazioni culturali, già curatrice del progetto della mostra Qui, già, oltre) sull’arte contemporanea in Brianza con le sue presenze artistiche locali e insieme internazionali.

    Introdurrà la serata l’Assessore Rosaria Longoni.

     

    Territori del Sud/Territorios del Sur

    Mostra realizzata dal Bice Bugatti Club in collaborazione con:

    LAP | Città di Nova Milanese | mARTadero | NADA | Fundacion IMAGEN Grupo GCP

    E con il patrocinio di:

    Regione Lombardia | Provincia Monza e Brianza | Consulado de Bolivia en Italia

    Sponsorizzata da:

    OMG | COM

    Un ringraziamento particolare a:

    Fernando Garcia | Juan Malebrán | Daniel Cotillas del Proyecto mARTadero

    Sede espositiva:

    Sala Gio.I.A.

    Piazza Gio.I.A., Nova Milanese

    dal 8 al 22 ottobre 2011

    inaugurazione sabato 8 ottobre ore 18.00

    giorni e orari di apertura:

    8 ottobre: 10.00 - 12.00; 18.00 - 21.00

    9, 16 ottobre: 10.00 - 12.00; 15.00 - 18.00

    15, 22 ottobre: 15.00 - 18.00

    11, 17 ottobre: dale 21.00 alle 23.00

    ingresso: libero

    Contatti:

    Coordinamento Progetto Bolivia – Territori del Sud

    Magda Rossi: magdarossi81@gmail.com

    Coordinamento generale Bice Bugatti Club

    Alessia Barzaghi: informazioni@bicebugatticlub.eu

     

    Link di riferimento:

     

    www.martadero.org

    www.bicebugatticlub.eu

    www.comune.novamilanese.mb.it

     

    Iscriviti alla newsletter
    Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

    Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)