Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Con la fine dell’anno scolastico arriva nelle scuole primarie e secondarie di Monza la pagella elettronica che permetterà alle famiglie di essere aggiornate on line, in totale sicurezza e privacy, sui risultati scolastici dei ragazzi. Il capoluogo brianzolo è tra le prime città in Italia ad adottare questo strumento di comunicazione.

Si tratta di un risultato importante ottenuto dall’Assessorato all’Educazione grazie alla collaborazione e al lavoro sinergico con le istituzioni scolastiche del territorio. Il progetto si chiama Infoschool “Scrutinio 10 e lode” e “Pagella on line”.

 

La pagella elettronica – afferma l’Assessore all’Educazione Pierfranco Maffè - è uno strumento efficace che segna una svolta nella modalità di comunicazione tra scuola e famiglia con la finalità di rendere sempre più snelli, agili e diretti i contatti tra le due parti. Inoltre, facilita gli insegnanti nella compilazione dei documenti, velocizzando la fase di scrutinio e ottimizzando la concentrazione sulla valutazione. Consente alle scuole anche di avere documenti unificati su tutto il territorio monzese con possibilità di adattamenti individualizzati.

Questo progetto si inserisce all’interno di più vasto piano di informatizzazione che l’Amministrazione comunale sta portando avanti grazie a un crescente investimento sulle procedure on line.

In prospettiva i genitori potranno tra qualche tempo visionare su Internet anche le verifiche, i giudizi dei compiti in classe e delle interrogazioni”.

 

La pagella elettronica interesserà un totale di 4555 alunni delle scuole primarie e secondarie di Monza. La spesa sostenuta dall’Amministrazione comunale per l’anno 2011 e 2012 è stata di 9000 euro complessivi.

Gli istituti coinvolti sono:

Le scuole primarie Alfieri, Zara, Omero, S. Alessandro, Citterio, Buonarroti, Manzoni, Anzani, Masih, Raiberti, De Amicis, Rodari, Rubinowicz e le scuole secondarie di primo grado Sabin, Confalonieri (e succursale), Ardigò, Bellini e Pertini.

 

I genitori riceveranno il codice di accesso per la pagella online durante il tradizionale incontro di fine anno con i professori.

 

Monza, 6 giugno 2011

Ufficio Stampa

 

Print Friendly, PDF & Email

Riceviamo e pubblichiamo.

COMUNICATO STAMPA

Il Mulino del Parco Torna a vivere

Prendono il via i lavori di recupero del mulino a pietra ottocentesco di Cascina Mulini Asciutti nel Parco di Monza.

Il mulino Cascina Mulini Asciutti tornerà presto a far girare le proprie pale per macinare a pietra antichi cereali e mostrare ciò che la scienza e la tecnologia possono fare per la sostenibilità del pianeta.

CREDA onlus, un’organizzazione no profit che si occupa di tematiche ambientali, ha infatti concordato con il Comune di Monza un piano per riportare in vita e rendere accessibili al pubblico l’antico impianto molitorio. Il progetto di recupero, denominato La Fattoria di Leonardo, prevede, oltre al recupero delle macine, l’allestimento di un percorso di visita interattivo sulle fonti energetiche rinnovabili, a partire dall’utilizzo dell’acqua, una delle prima fonti energetiche sfruttate dall’uomo.

La prima fase del progetto sarà realizzata grazie al finanziamento diretto di CREDA onlus e ai contributi della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza e della Provincia di Monza e della Brianza.

Un sostegno importante viene anche dal volontariato, grazie alla collaborazione con la sezione monzese di Italia Nostra e con PerkinElmer, azienda leader a livello mendiale nel settore della strumentazione scientifica, impegnata nella realizzazione di soluzioni tecnologicamente avanzate per la salute e la sicurezza delle persone e dell’ambiente in cui vivono. Venerdì 20 maggio una ventina di dipendenti della multinazionale americana hanno dedicato una giornata del loro lavoro al progetto, nell’ambito della campagna internazionale For the better day. Un’altra giornata di volontariato è prevista per luglio.

“Con La Fattoria di Leonardo”, spiega Luca Baglivo, direttore di CREDA onlus, “vogliamo offrire al pubblico la possibilità di riscoprire il passato e, nel contempo, avvicinarsi al mondo delle energie rinnovabili e toccare con mano le scoperte scientifiche e le tecnologie amiche dell’ambiente. Ringraziamo Perkin Elmer per il sostegno offertoci e ci auguriamo che altri possano contribuire allo sviluppo del progetto”.

Monza, 24 maggio 2011

CHI SIAMO

 

CREDA onlus, Centro Ricerca Educazione Documentazione Ambientale, è un’associazione che opera dal 1987 nel campo della tutela e della valorizzazione dell’ambiente, promovendo sul territorio progetti di ricerca, educazione e formazione ambientale.

L’associazione, nata per volere di AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani), Italia Nostra, Legambiente e WWF (World Wildlife Fund), è divenuta un polo di riferimento per l’educazione ambientale e l’educazione allo sviluppo sostenibile nel territorio delle Province di Milano e di Monza e della Brianza. L’azione dell’associazione si sviluppa in tre principali aree di intervento: Progetti e servizi per lo sviluppo sostenibile, Educazione e Didattica, Eventi culturali e Settimane verdi al Parco di Monza.

Ogni anno oltre 15.000 bambini e ragazzi frequentano le attività proposte dal centro.

Sito web: www.creda.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Monza - Presso la sede Philips, Lunedì 30 maggio, si è riunita la giuria che ha visionato gli elaborati prodotti dalle classi della Provincia di Monza e della Brianza che hanno partecipato al progetto ‘GUERRIERI DELLA SALUTE’.

Ben 1200 bambini di 54 classi della provincia hanno incontrato i Messaggeri della Salute tra novembre 2010 e marzo 2011. 745 bambini, delle classi visitate hanno partecipato al Concorso testimoniando il gradimento dell’iniziativa attraverso un elaborato sul tema della difesa attiva di uno stile di vita attento al proprio benessere e a quello collettivo dimostrando come diventare “Guerrieri della Salute”.

 

La giuria ha esaminato gli elaborati e decretato i vincenti che si aggiudicano l’allestimento di un’aula scolastica con la soluzione illuminotecnica “SchoolVision”, premio offerto da Philips:

 

  • Scuola A. Manzoni, Monza, classe 4^A, con l’elaborato “Studenti Informati”;
  • I.C. Albiate, Tregasio, classi 4^A - 4^B, con l’elaborato “Piccoli gesti quotidiani per grandi risultati”;
  • ·         VII Circolo – Plesso Citterio, Monza, classe 5^C con l’elaborato “Guerrieri della Salute – anche noi”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Monza, 31 maggio 2011 – “Le elezioni vinte in Brianza dal centrosinistra sono un campanello di allarme per Pdl e Lega, che da due anni guidano con un bassissimo profilo la Provincia di Monza. Crediamo che a Palazzo Grossi si debba aprire un dibattito, come peraltro annunciato dal presidente Allevi in caso di sconfitta, anche per fare in modo che le proposte che hanno raccolto consenso tra i cittadini e che abbiamo avanzato in questi mesi in Consiglio ad esempio su lavoro e famiglie, giovani, cultura e territorio siano discusse e finalmente messe in pratica”.

Lo dichiara il capogruppo del Pd Domenico Guerriero commentando l’esito dei ballottaggi in Brianza, ad Arcore, Desio e Limbiate, vinti da sindaci sostenuti dal Pd e dal centrosinistra.

“Pdl e Lega sono stati sconfitti alle elezioni e sono in affanno in molte amministrazioni brianzole – continua Guerriero. I cittadini si aspettano però risposte urgenti su temi decisivi e la Provincia deve essere anche in grado di ottenere da Regione e governo ciò che le spetta, in termini di risorse ma anche di servizi non più all’altezza delle aspettative, vedi l’allungamento dei tempi di attesa negli ospedali, oppure il rincaro dei trasporti che tartassa i pendolari, oppure ancora le infrastrutture che mancano, a cominciare dal prolungamento della metropolitana fino a Vimercate. Servono fatti, non più annunci, a cui molti cittadini con il loro voto hanno mostrato di non credere più”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Monza, 31 maggio 2011 – “Queste elezioni hanno mostrato che i cittadini sono stufi del malgoverno e degli annunci. Per questo pensiamo che anche a Monza l’anno prossimo gli elettori manderanno a casa la giunta Mariani e l’alleanza di centrodestra, che già ora scricchiola vistosamente, come dimostra il continuo rinvio del voto in Consiglio comunale, anche grazie alla nostra ferma opposizione, della maxi variante al piano di governo del territorio che prevede nei prossimi anni una vera e propria colata di cemento in città”

Lo dichiara il segretario cittadino del Pd Marco Sala, commentando l’esito delle elezioni amministrative.

“Pdl e Lega – continua l’esponente dei democratici – oltre a mettere a rischio la vivibilità, il verde e il futuro urbanistico della città, hanno mortificato in questi anni le principali politiche avviate dalla passata giunta di centrosinistra, facendo di Monza la città maglia nera per inquinamento e traffico, peggiorando i servizi sociali, negando politiche e spazi per tutti i giovani, svilendo la sua anima solidale e chiudendo quasi tutti gli spazi per la partecipazione. L’anno prossimo anche a Monza il Pd si metterà a disposizione per promuovere e sostenere una salutare e necessaria riscossa civica”

 

Print Friendly, PDF & Email

Sono già oltre 60 le squadre che hanno aderito alla VI edizione di “3 vs 3 il basket in città” in programma domenica 5 giugno in piazza Trento e Trieste.

La manifestazione è patrocinata dall'Assessorato alle Attività Sportive in collaborazione con UISP - Comitato di Monza Brianza, le società di basket di Monza e con il contributo di Enerxenia.


Nell'area della piazza verranno allestiti sei campi di basket sui quali si disputeranno i tornei: minibasket, maschile under 13, 15 e 17, femminie under 16 e over 16, maschile senior e master.

Verrà disputata una finalissima tra la vincente della categoria Senior e la vincente della categoria Master, per designare la squadra che parteciperà alle finali nazionali UISP a Spoleto.

Le premiazioni del minibasket si svolgeranno al termine della mattinata mentre le premiazioni del basket si svolgeranno al termine della manifestazione.

Sarà attivo un punto di ristoro per tutto il tempo della manifestazione.

 

Come iscriversi

L’iscrizione, max 50 squadre minibasket e max 100 squadre basket, è gratuita e deve essere inviata all'ufficio Manifestazioni e Attività sportive o alla UISP compilando il modulo allegato in tutte le sue parti.

 

Ad ogni giocatore verrà regalata una canottiera per disputare le partite.
Verranno premiate le prime 3 squadre di ogni categoria.

Il torneo si disputerà secondo il Regolamento tecnico allegato.

 

Per informazioni e modulo di iscrizione:

http://www.comune.monza.it/portale/monzaservizi/sport_impianti/torneo_3_vs_3/index.html

 

Ufficio Manifestazioni e Attività sportive

Tel: 039.3864.79

Fax: 039.324279

sport@comune.monza.it

 

Print Friendly, PDF & Email

GELSIA AMBIENTE – APPALTO DEL COMUNE DI DESIO

 

MARTEDI’ 24 MAGGIO I LAVORATORI E LE LAVORATRICI DEL CANTIERE DI DESIO SI SONO RIUNITI IN ASSEMBLEA PER VALUTARE, ALLA LUCE DELL’ALTISSIMA PARTECIPAZIONE (OLTRE L’80%) ALLO SCIOPERO GENERALE DEL 6 MAGGIO SCORSO, INDETTO DALLA CGIL, COME PROSEGUIRE LA MOBILITAZIONE SULLE SPECIFICHE QUESTIONI APERTE IN AZIENDA.

IN PARTICOLARE, DALL’ASSEMBLEA E’ EMERSA LA NECESSITA’ DI UNA ATTENTA VERIFICA DEI CARICHI DI LAVORO, DEI LIVELLI DI INQUADRAMENTO DEL PERSONALE E, SOPRATTUTTO, DEL NUMERO DI LAVORATORI EFFETTIVAMENTE IMPEGNATO CHE, COME DENUNCIATO DA MOLTI, E’ INFERIORE ALLE REALI NECESSITA’.

ADDIRITTURA EMERGE UN INACCETTABILE RITARDO NELLA FORNITURA DEL VESTIARIO ESTIVO: FATTO SCANDALOSO IN UN LAVORO EFFETTUATO ALL’APERTO, IN CONDIZIONI DI VERA E PROPRIA FATICA FISICA, IN UN CLIMA CALDO E UMIDO CHE TUTTI CONOSCIAMO!

E’ EVIDENTE CHE AI LAVORATORI CHE GARANTISCONO ALLA CITTADINANZA LA TUTELA DI UN BENE PREZIOSO COME L’IGIENE AMBIENTALE DEVONO ESSERE GARANTITE LA MASSIMA SICUREZZA E IL MASSIMO RISPETTO DELLA DIGNITA’ PROFESSIONALE!

RITENIAMO, PERTANTO, CHE L’INCONTRO CON L’AZIENDA, FINALMENTE FISSATO - DOPO MESI DI RINVII - AL 16 GIUGNO PROSSIMO, DEBBA PORTARE ALLE PRIME CONCRETE E FATTIVE SOLUZIONI, SENZA LE QUALI SARA’ INEVITABILE LA PROTESTA DEI LAVORATORI.

25 MAGGIO 2001

 

FP CGIL MONZA E BRIANZA

 

Print Friendly, PDF & Email

A conclusione della terza edizione dal titolo "Pace come riconciliazione
uomo-ambiente. Disastri ambientali ed ecocittadinanza" del Premio Teodoro
Moneta, l'Istituto Green Man di Monza consegna i premi alle scuole
vincitrici:
1) Venerdì 27, ore 21, durante la festa di fine anno del Liceo Zucchi di
Monza verrà premiata la classe 1 E per il multimedia "Il fiume. Una pace
... mancata".
2) Sabato 28, ore 18, durante la festa della Scuola secondaria di primo
grado Parini di Sovico, verranno premiate le classi dell'Istituto
Comprensivo Paccini di Sovico per la ricerca sulla percezione dei ragazzi
del disastro Lambro del febbraio 2010.
Interverrà il Presidente di Green Man Vito Ciriello, che presenterà il
bando della prossima edizione del Premio Teodoro Moneta I Giovani della
Lombardia per l'Europa di Pace che, con l'anno scolastico 2011 / 2012,
sarà alla sua quarta edizione.
Ogni scuola riceverà un premio molto utile per la didattica: con un
note-book offerto dalla ditta Format di Sesto S.Giovanni, che ringraziamo
per la collaborazione.

ISTITUTO GREEN MAN - MONZA

 

Print Friendly, PDF & Email

L’Amministrazione Comunale e le Organizzazioni Sindacali si stanno confrontando da alcuni mesi per giungere alla sottoscrizione del Fondo per le politiche di sviluppo del personale dell’anno 2010, attraverso il quale viene retribuito il salario accessorio dei dipendenti.

Le delegazioni trattanti di parte pubblica e sindacale divergono, in particolare, sui due seguenti punti:

  1. Ammontare delle risorse da destinare alle progressioni orizzontali.

Le progressioni orizzontali sono un istituto previsto dal Contratto Nazionale di Lavoro che consente di riconoscere selettivamente uno scatto economico “stabile” (una volta assegnato entra permanentemente nel salario del dipendente) ai lavoratori che hanno raggiunto un più elevato livello di professionalità a parità di categoria di inquadramento.

La richiesta delle R.S.U. è quella di destinare €605.000 circa per l’effettuazione di progressioni orizzontali per tutto il personale che ha i requisiti per concorrere alla concessione del beneficio (762 dipendenti su 989).

La posizione dell’Amministrazione è di parziale accoglimento della richiesta dei lavoratori: si prevede, infatti, di destinare a tali progressioni €100.000 in luogo di €605.000 richiesti dai sindacati. Tale posizione è motivata sia dalla necessità di garantire la selettività effettiva nell’erogazione del beneficio economico, imposta dalle norme contrattuali, sia dalla necessità di ottemperare all’art.40 del D.lgs 165/2001, recentemente modificato nell’ambito del processo di riforma della Pubblica Amministrazione (c.d. Riforma Brunetta), il quale prevede l’obbligo per gli Enti di destinare alla produttività individuale dei dipendenti un importo prevalente rispetto a qualsiasi altra voce accessoria (quindi anche alle progressioni orizzontali).

L’accoglimento della richiesta delle R.S.U. porterebbe, a decorrere dall’anno 2011, gli stanziamenti per progressioni orizzontali a quota €1.382.000 (i €605.000 euro si andrebbero infatti a sommare ai €777.000 già stanziati negli anni precedenti per tale istituto) a fronte di uno stanziamento variabile per la produttività di €384.000. Tale ipotesi disattenderebbe chiaramente la disposizione normativa citata, oltre ad essere inaccettabile per l’Amministrazione che, sin dal suo insediamento, ha improntato le proprie politiche del personale alla valorizzazione del merito nel raggiungimento degli obiettivi.

La posizione dell’Amministrazione porterebbe invece ad un equilibrio compatibile con il disposto normativo, assestando le risorse per progressioni orizzontali a quota € 877.000 a fronte di € 889.000 per la produttività dei dipendenti.

  1. Recupero, a seguito di intervenuta disposizione normativa, di una quota di salario accessorio erogato ai lavoratori nell’anno 2010.

L’Amministrazione Comunale, a seguito delle disposizioni introdotte dall’art. 9, comma 4, del Decreto Legge n. 78/2010, è obbligata al recupero di € 349.610,52, erogati ai dipendenti ai sensi dell’art.4, comma 2, lett b) del CCNL 31 luglio 2009, nell’ambito dei compensi per produttività dell’anno 2009, liquidati nel mese di giugno 2010.

L’Amministrazione Comunale, pur ribadendo l’obbligatorietà del recupero, confermata sia da fonti ministeriali che della magistratura contabile, ha manifestato la propria disponibilità a concordare con le Organizzazioni Sindacali le modalità con cui operare il suddetto recupero, privilegiando l’opzione di decurtazione delle somme dovute, con modalità eventualmente rateale, direttamente nella fase di destinazione dei Fondi 2010 e del biennio successivo.

Le R.S.U., con nota del 31 marzo u.s., hanno invece escluso ogni forma di recupero dai Fondi, scelta che potrebbe obbligare, pertanto, l’Amministrazione ad optare per il recupero individuale delle somme percepite dai singoli dipendenti con la produttività 2009, sino all’occorrenza della somma complessiva da recuperare.

 

Print Friendly, PDF & Email

n relazione all’accoglimento di alcuni profughi africani all’interno della Cascina Costa Alta da parte di una cooperativa incaricata dal Comune di Monza di gestire la struttura all’interno del Parco, l’Assessore alla Sicurezza Simone Villa interviene:

Quello che è accaduto oggi è molto grave e per molti versi incredibile.
Alcuni operatori privati che lavorano per il Comune di Monza in strutture
comunali come la Cascina Costa Alta e che con il nostro Comune dovrebbero collaborare con sollecitudine e correttezza, hanno pensato invece di decidere unilateralmente di ospitare una decina di profughi nordafricani, senza concordare la cosa con l’Amministrazione e, fatto ancora più intollerabile, senza darne la benché minima comunicazione preventiva neanche al Sindaco.

Al di là delle posizioni personali in merito al tema dell’accoglienza, ci si trova davanti ad operatori che hanno dimenticato il loro dovere e la correttezza nei confronti dell’Amministrazione Comunale monzese che ha il compito di governare e monitorare le attività che si svolgono sul territorio.


Ben sapendo che il Sindaco, a nome dell’intera Giunta, ha più volte sottolineato l’impossibilità da parte della città di Monza a ospitare i profughi, è facile comprendere i motivi di un tale comportamento sotterraneo e poco limpido.

Sia però chiaro che questo tipo di atteggiamento ha in realtà compromesso la credibilità e l’affidabilità degli operatori della Cascina Costa Alta che sono stati coinvolti in questo triste episodio.

Personalmente mi sono attivato per informare immediatamente il Prefetto
della questione. Nell’odierna seduta di Giunta sottoporrò il problema all’Esecutivo sollevando anche la questione di come sia possibile continuare a collaborare con soggetti così inaffidabili e irrispettosi dei ruoli
”.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)