Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

 

Domenica 13 novembre 2011 - Viaggio solidale volontariato - Incontro d'informazione e di preparazione aperto a tutti

Domenica 2 ottobre 2011 alle ore 11 All'auditorium CA' GRANDA in via Ca' Granda 19 Milano (Consiglio di Zona 9), organizziamo l'incontro per informare e preparare i volontari o aspiranti, che hanno il desiderio di fare un viaggio importante in Africa a Natale o in estate. Durante l'incontro, verranno presentati i nostri progetti, il viaggio di volontariato in Togo in particolare.

Saranno anche presenti, i volontari che hanno già fatto il viaggio e che partecipano al nostro progetto, e sono disponibili a rispondere a tutte le vostre domande e raccontarvi con immagini, la loro esperienza.


Quindi, potete venire insime agli amici. Mandare una mail o una telefonata per assicurare la propria partecipazione all'incontro. Invita quindi tutti amici che pensi possono essere interessati a questo viaggio.

Programma:

Ore 11 - 13: Presentazione del viaggio e testimonianza dei viaggiatori con le loro foto e video

Ore 13 - 14.30: Pausa Pranzo

Ore 14.30 - 17: Inizio percorso con le persone che decidono di andare questo inverno.

Domenica 27 novembre 2011

“Voci, musiche e danze tradizionali dall’Africa”con il libro musicale di Ekamba Bessa Pegas
allaPalazzina LIBERTY a Milano Largo Marinai d'Italia, 1


“Musica e riflessioni” per ascoltare e perleggere i pensieri di vita dal profondo cuore del griot il cantautore, dalprofondo cuore del continente dei grandi baobab: l’Africa, il cuore del mondo. Unviaggio tra musica, poesia e pensieri inediti per capire, ascoltare e viverel’Africa con le sue magie e realtà.

Al lettore, che diventa ascoltatore attento ecurioso, il compito di esplorare un mondo dalle tante chiavi d’interpretazione,cercando ogni volta di trovare la combinazione giusta per scoprire accordi diparole e suoni che custodiscono il messaggio … dal cuore dell’Africa.

“Un viaggio tra i colori e le suggestionidell’Africa, assaporando il fascinodella cultura, della creatività, dellamusica e dell'arte dei vari paesi.

3 Dicembre, "La notte delle percussioni 2011" auditorium CA GRANDA in via Ca Granda 19 Milano


Dopo "La Notte delle Percussioni 2007, 2008, 2009 e 2010", ecco per il quinto anno consecutivo tornare l'appuntamento ormai fisso, ancora più in grande con le percussioni di Africa, Sud America, e Oriente: paesi nei quali la magia e il ritmo della danza al suono dei tamburi, suscitano un’ atmosfera suggestiva e carica di energia. Africa America e Oriente, terre lontane ma legate da comuni tradizioni e medesime forme espressive di vita. Giunta alla quinta edizione, la “Notte delle percussioni” torna ancora una volta per continuare a divertire e a diffondere l’infinito bagaglio artistico – culturale di questi popoli, mostrandoci con fierezza le tradizioni che non abbandoneranno mai. Africa, America e Oriente, riporteranno sul palcoscenico cultura, arte e spettacolo.

Afriaca aderisce all'iniziativa http://madreterrachiamauomo.org/ di AFRICA 70, puoi aderire anche tu!

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Nova Milanese, 12/10/2011

Titolo: Il Bosco Incantato - Rassegna di cinema per ragazzi

Parte domenica 16 la rassegna cinematografica autunnale dedicata ai ragazzi a cura della Barz and Hippo con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura.

Ecco il programma dettagliato dei film:


Domenica 16 ottobre 2011 - I Puffi, film d'animazione di Raja Gosnell (Stati Uniti, Belgio - 90 minuti)
Martedì 1 novembre 2011- Kung Fu Panda 2, un film d'animazione di Jennifer Yuh Nelson (Stati Uniti - 91 minuti)
Giovedì 8 dicembre 2011- Le avventure di Tintin - Il segreto dell'unicorno, un film d'animazione di Steven Spielberg (Stati Uniti - 98 minuti)
Domenica 18 dicembre 2011 - Happy Feet 2, un film d'animazione di George Miller (Australia - 90 minuti)

Inizio spettacoli alle ore 15:00 presso l'Auditorium Comunale in Piazza Gio.I.A.

Biglietto intero posto unico € 5,00; ridotto (under 14 e over 65) € 3,50; tessera al cinema insieme € 14,00.

Per ulteriori informazioni contattare l'Ufficio Cultura del Comune di Nova Milanese al numero telefonico 0362 / 43.498

http://www.barzandhippo.com/guardare/content.php?stag=inverno&;idcomune=12

 

Print Friendly, PDF & Email

 


incontro con figuranti in abito storico

DA MARIA ANTONIETTA A PAOLINA

la moda a cavallo della Rivoluzione Francese

Sabato 22 ottobre 2011, ore 15.00

Biblioteca Civica di Mezzago (Monza)

Via Stefano Biffi 32 – Ingresso libero – Info: 349/5422273

La Rivoluzione Francese fu un periodo di radicale sconvolgimento sociale, culturale e politico che segnò la fine dell’epoca moderna e l’inizio di quella contemporanea. Un periodo talmente controverso e complicato da meritare continue riletture, turbinio straordinario di idee, movimenti politici, cadute e di ascese di personaggi e classi sociali. Mai come in quel periodo, dove ogni atteggiamento veniva giudicato come espressione diretta del proprio credo politico, tanto da far meritare la ghigliottina a chi non ostentava i segni distintivi della Rivoluzione, la moda ha subito cambiamenti epocali. I coletti alti delle nuove giacche maschili denunciavano l’integrità rivoluzionaria di chi li portava, uomini nuovi e orgogliosi che paravano il collo dalla lama della ghigliottina e portavano i calzoni lunghi in spregio a quelli corti al ginocchio degli aristocratici, e le dame ostentavano un nastrino rosso al collo, quasi a voler esorcizzare il taglio fatale. Mai come prima e dopo questo periodo la moda è cambiata in modo così radicale: in venti anni si è passati dal fasto e dagli eccessi dorati della monarchia assoluta al rigore classicheggiante dell’impero napoleonico che faceva esplicito riferimento all’eleganza leggera dell’antica Grecia e ai fasti militari di Roma. A questo tema è dedicato l’incontro che si terrà Sabato 22 ottobre presso la Biblioteca Civica di Mezzago (Monza), organizzato da Associazione Napoleonica d’Italia e Souvenir Napoléonien. Una simpatica chiacchierata che, grazie alla competenza di due esperti di storia del costume e della moda, Rossana Bellotti e Enrico Ercole, porterà il pubblico indietro nel tempo alla scoperta di usi, costumi, modi e mode di due epoche fondamentali della nostra storia divise dal taglio netto della Rivoluzione Francese e della ghigliottina. Per farlo son state scelte due “signore” incontrastate della moda del loro tempo: la regina di Francia Maria Antonietta e Paolina Bonaparte, sorella di Napoleone: grandi donne di carattere e potere che seppero, a modo loro, imporre il proprio stile con grazia ed eleganza, tanto da essere ancora oggi considerate vere e proprie icone di stile in tutto il mondo. Il tutto sarà vivificato dalla proiezione di immagini e dalla presenza di figuranti in costume che mostreranno dal vivo le caratteristiche di ogni stile: per scoprire che sotto alle ampie gonne di Maria Antonietta si nascondeva una vera e propria impalcatura di legno, stoffa e ferro e che invece all’epoca di Paolina le dame facevano a gara a chi portava il vestito più impalpabile.

Rossana Belotti, imprenditrice e appassionata del periodo napoleonico, ritrarrà la nascita della moda sul finire del ‘700 e l’evoluzione che ne seguì, fino agli usi e costumi del periodo napoleonico, con lo stile altamente femminile rappresentato da Paolina.

Enrico Ercole, giornalista ed esperto di storia del costume, curatore di molti eventi dedicati ai sovrani francesi e austriaci, ci introduce ai fasti della moda ai tempi di Maria Antonietta.

Maria Antonietta, la sovrana francese destinata a salire i gradini della ghigliottina suggellando col proprio sangue il trionfo della Rivoluzione Francese, salì al trono a fianco del marito, il mite Luigi XVI, nel 1774. Dopo il lungo periodo in cui la moda e lo stile del regno più “stiloso” d’Europa erano stati dettati esclusivamente dai sovrani (Luigi XIV e Luigi XV), finalmente la Francia tornava ad avere una regina giovane e affascinante, assai propensa a cedere alle lusinghe e ai lazzi della moda. Al contrario del consorte, uomo sciatto e poco curato nel vestire, Maria Antonietta seppe imporre da subito il proprio stile: dapprima opulento oltre ogni misura, con altissime pettinature incrostate di gioielli e piume e fastosi abiti con paniers ampissimi, per poi farsi quasi agreste, con le scandalose chemise di mussola e più comodi abiti all’inglese privi di gabbie e busti steccati. Fu la sovrana dell’eccesso, la dama che non esitò a presentarsi con una nave da guerra fluttuante tra i riccioli di un’acconciatura alta quasi mezzo metro e con abiti talmente incrostati di pietre preziose da rendere impossibile qualsivoglia movimento, ma anche la dama soave che scandalizzò la Francia per essersi fatta ritrarre in abiti talmente semplici e leggeri da farla sembrare quasi nuda. Insomma, fu la regina dell’eccesso, in un senso e nell’altro, colei che dando via libera al costosissimo estro del suo coiffeur, Leonard, e della sua modista, Rose Bertin, inventò le figure professionali dei moderni parrucchieri e stilisti, colei che trasformò la moda francese in un vero e proprio modello di vita e ostentazione monarchica.

Paolina Bonaparte, nasce nobile ma assai povera, ma arriva, grazie al più celebre fratello Napoleone I, ai fasti inimmaginabili della corte imperiale. Si dice che vinse tante battaglie a letto più di quante ne vinse il glorioso fratello in guerra e in politica. Maria Paola Bonaparte, la più amata tra le sorelle di Napoleone, va in sposa a 17 anni al generale Victor Emmanuel Le Clerc e ne seguì la carriera fino a Santo Domingo, da cui tornò vedova in Italia nel 1802. Sposa in seconde nozze per “convenienza diplomatica” il principe Camillo Borghese nel 1803, vantando così anche il titolo nobiliare di Principessa Borghese, e diventando uno dei personaggi più popolari e mondani del tempo. Non ebbe un gran ruolo nella storia, ma Paolina gode di una fama inarrivabile per la sua leggendaria bellezza, la sua irrequietezza, i numerosi amanti che cambiava a seconda dell’umore, e per il suo comportamento anticonformista, che le ha dato la palma di prima vera femmista dell’epoca. La sua vita era piena di capricci ma fu la musa ispiratrice delle numerose opere di Antonio Canova (Venere Vincitrice) e di moltissimi altri artisti. Come modello e simbolo dell’epoca napoleonica, influenzava Parigi e Roma, liberando la moda, dopo ben due secoli, dalla servitù di sottogonne ampie e strutturate, di busti opprimenti e dal fastidio di parrucche e trucchi pesanti. Paolina e le sue toilette e gli splendidi accessori, i suoi abiti trasparenti di mussola, e la fascinosa capacità di vivere circondata dalla bellezza: la sua casa a Roma (Villa Paolina Bonaparte Borghese già residenza del Cardinale Silvio Valenti Gonzaga, vicino a Porta Pia) fu descritta come la sola che offrisse la proprietà inglese, l'eleganza francese e il gusto italiano contemporaneamente. Non a caso è stata eletta quest’anno la donna più bella nell’arte italiana.

Enrico Ercole
349/5422273

 

Print Friendly, PDF & Email

 

 

Via libera al Gruppo di acquisto solidale di impianti fotovoltaici in Brianza.

Monza, 14 settembre 2011

Un nuovo Patto di economia solidale nasce in Brianza: il FotoGAS, progetto con il quale i Gruppi di acquisto solidale sbarcano nel mondo del fotovoltaico. A lanciare il patto è il DESBri (Comitato verso il Distretto di economia solidale della Brianza), con la firma di due fornitori di impianti fotovoltaici (Solaris Srl e Cooperativa sociale Coopwork) e di tre realtà locali, socie del DESBri, che hanno collaborato alla messa a punto del patto stesso (Retina dei Gas, Consorzio Comunità Brianza, Consorzio CS&L). Il progetto si fonda su importanti motivazioni ambientali ed economiche al fine di promuovere l’istallazione di impianti fotovoltaici sui tetti o sulle terrazze delle case degli aderenti (privati o enti) al DESBri e ai Gas (Gruppi di acquisto solidale) adottando un criterio inclusivo allo scopo di avvicinare anche altri soggetti al Distretto. Oltre a rendere disponibile - in relazione al periodo di lavoro inerente i contratti compresi nel progetto - almeno una postazione lavorativa (es. tirocinio formativo o assunzione) per un soggetto svantaggiato, i fornitori firmatari si impegnano a proporre un prezzo trasparente concordato, non modificabile, e a sostenere il Fondo di solidarietà del DESBri, versando l’1% del fatturato originato da ogni impianto realizzato per mezzo del FotoGAS (lo stesso 1% viene richiesto anche alle famiglie contraenti). Compito del DESBri è invece principalmente diffondere l'informazione circa l'iniziativa nei confronti dei propri soci e della cittadinanza interessata, oltre che vigilare che il Capitolato e il prezzo trasparente concordato siano rispettati nei contratti stipulati tra i fornitori e le famiglie clienti. Ad oggi, tramite il FotoGAS, una dozzina di impianti sono già stati installati in altrettante abitazioni brianzole.

Allegato: Patto di economia solidale e Capitolato
--
Chiara Perego
Segreteria DESBRI

Ass. COMITATO VERSO IL DISTRETTO DI ECONOMIA SOLIDALE DELLA BRIANZA
P.ta Erba, 11 - 20852 Villasanta (Mb) - C.F. 94604920150
segreteria@desbri.org

 

Print Friendly, PDF & Email

 

PGT: BOCCIATI DAL TAR

C'è un importante comune lombardo che ha adottato un PGT di grande impatto sulla città. Viene aumentata considerevolmente la superficie urbanizzata e conseguentemente è previsto un aumento della popolazione del 30%.

Una cosa impensabile, nemmeno fossimo in Cina o in un'altra zona del mondo caratterizzata dalla fuga della popolazione dalle campagne.

Di fronte a tale insensata operazione di urbanizzazione due cittadini fanno ricorso al TAR Lombardia che arriva a sentenza, nella quale viene constatato che il PGT oggetto di ricorso “prevede un considerevole aumento della popolazione residente, […] si tratta di un incremento superiore al 30% e considerevole anche in valore assoluto, previsto secondo logica nell’arco dei cinque anni che […] costituiscono il termine di validità del documento di piano”. Basta guardare l’andamento storico per verificare che “l’evoluzione demografica del Comune di S. è caratterizzata da una sostanziale stabilità”. Questa previsione di crescita spropositata e non dimostrata da effettiva necessità, a detta del TAR, è “senza dubbio una illogicità manifesta […]e comporta l’annullamento del piano”.

Conseguentemente, il TAR annulla il PGT.

Il comune in questione è Soncino (CR).

Ma il PGT potrebbe essere quello di Segrate, che è darà luogo ad un incremento della popolazione addirittura maggiore: secondo le previsioni del PGT proposto da PDL-Lega Nord, la popolazione si Segrate passerà dagli attuali 34.341 (dato al 31.12.2010) a 48.744 (PGT, Documento di Piano-Relazione, tab. 5).

L'aumento è del 41%.

Questa previsione di crescita spropositata e non dimostrata da effettiva necessità è “senza dubbio una illogicità manifesta”.

Non lo diciamo noi, lo dice il TAR di Brescia (sentenza n.951 del 28 giugno 2011).

11/10/11

Segrate Nostra

www.segratenostra.org

http://www.facebook.com/segratenostra

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Corso di Recitazione Organizzato dalla Parrocchia Sacro Cuore

 Da Ottobre 2011 a Giugno 2012

Il corso sarà tenuto dall'attore Alessandro Pazzi, diplomato all'Accademia Paolo Grassi di Milano.

Lezione di prova gratuita lunedì 24 ottobre ore 21 presso l'Auditorium della Parrocchia, via Vittorio Veneto 28- Monza

Per informazioni sul corso 3292390208

 

Print Friendly, PDF & Email

 

L’Istituto Superiore “IPSSCTAR Olivetti” di Monza, in collaborazione con E.C.Fo.P. Monza e Brianza, Fondazione Enaip Lombardia, Società Cooperativa Sociale In-presa, Scuola Borsa, ETASS, Brianza Formazione Lavoro e Sviluppo, Associazione Cuochi Brianza, Gruppo Bibos  e Università Bicocca, nel quadro di un progetto regionale IFTS, finanziato da Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Fondo Sociale Europeo e Regione Lombardia, organizza un corso di formazione gratuito per 25 persone, previa selezione.

 OBIETTIVI E SBOCCHI PROFESSIONALI

Il tecnico superiore per la ristorazione e la valorizzazione dei prodotti territoriali e delle produzioni tipiche, opera sia sul versante della produzione, dell’organizzazione e dell’erogazione dei servizi, sia su quello della valorizzazione delle risorse e della cultura del territorio in risposta, anche, a nuove esigenze e modelli di comportamento in materia di alimentazione.

 DESTINATARI DEL CORSO

  • Uomini/donne con età compresa tra i 18 e i 29 anni compiuti, residenti o domiciliati in Lombardia

 REQUISITI DI ACCESSO

  • Possesso del diploma d’istruzione secondaria superiore o di un diploma professionale di tecnico (D.Lgs n. 226) o di un attestato di competenza di III livello europeo conseguito precedentemente all’anno 2009/2010. Possono presentare domanda di partecipazione anche apprendisti assunti ai sensi art. 50 del D.Lgs 276/03 presso sedi operative di aziende lombarde

 MODULI FORMATIVI PREVISTI

Prodotti e particolarità della produzione locale; programmare e organizzare processi produttivi; relazionarsi con il cliente e valorizzare i prodotti del territorio; promozione e commercializzazione; economia e strategia aziendale; strumenti di budgeting e controllo.

STRUTTURA, DURATA, SEDE DEL CORSO

Il corso ha una durata di 1000 ore, di cui 700 in aula e 300 di stage. Lo stage si svolgerà presso aziende o strutture del territorio, appositamente individuate.

Il corso durerà dal 24 Ottobre 2011 a Luglio 2012,  e avrà sede principale presso IPSSCTAR “Olivetti” di Monza, Via Lecco, 12.

 CERTIFICAZIONE FINALE

I partecipanti che avranno frequentato almeno il 75% delle ore corsuali, potranno accedere agli esami finali in presenza di una Commissione esaminatrice, con il successivo rilascio di un certificato di specializzazione tecnica superiore valido su tutto il territorio nazionale, nel quale sono indicati i crediti formativi (18 crediti formativi universitari), acquisiti e spendibili nel  corso di laurea in Economia ed amministrazione delle imprese attivo presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

MODALITÀ DI SELEZIONE

 

L’ammissione al corso è subordinata al superamento di una prova di selezione (test scritto più colloquio motivazionale).

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Le domande di partecipazione (scaricabili sia da www.olivettimonza.it che dai siti degli altri enti partecipanti al progetto) dovranno pervenire presso la segreteria dell’ IPSSCTAR “Olivetti”di Monza, Via Lecco 12, preferibilmente entro l’ 11 ottobre 2011 (farà fede la data di ricezione della domanda).

Le domande dovranno essere corredate da CV, due fototessera, fotocopia carta d’identità (in corso di validità), fotocopia del codice fiscale e attestato titolo di studio che certifichi il percorso formativo perseguito (rilasciato dall’istituto scolastico). Se apprendisti, è necessario allegare la copia del contratto di apprendistato.

Il corso totalmente GRATUITO sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di 12 persone.

RICHIESTA D’INFORMAZIONI

Ulteriori informazioni sono disponibili presso la segreteria dell’IPSSCTAR “Olivetti” di Monza, Via Lecco, 12, tel. 039/324812 , email: mirc060005@istruzione.it, sito internet www.olivettimonza.it .

Il Dirigente Scolastico dell’ IPSSCTAR “Olivetti”

              Fernando D’Alfonso

Si ringrazia per il sostegno all’iniziativa la Provincia di Monza e Brianza,

la Camera di Commercio di Monza e Brianza, il Comune di Lissone e Slow Food.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

 

11.210 cittadini lombardi – di cui ben 3.500 brianzoli -

 

hanno firmato per la riduzione dei costi della politica in Regione Lombardia

 

DEPOSITATE LE FIRME IN REGIONE

 

del Progetto di Legge di Iniziativa Popolare

 

 

Consegnato in Regione Lombardia lotto di 11.210 firme, più del doppio del necessario (5.000 firme) per depositare un Progetto di Legge Regionale di Iniziativa Popolare (P.L.R.I.P.), avviando così l’iter per l’esame e la discussione in Regione della legge.

Il Progetto di Legge, illustrato ed argomentato sul sito web del Comitato Promotore

www.zeroprivilegi.org

il cui primo e principale sostenitore è il MoVimento 5 Stelle della Lombardia, si pone l’obiettivo di ridurre di decine di milioni di euro i costi della politica in Lombardia, combattendo gli sprechi della cosiddetta “Casta” politica pagati dalla collettività, a cominciare dagli spropositati costi del Consiglio Regionale della Lombardia per stipendi, diarie, trasferte, vitalizi, indennità varie, dei Consiglieri Regionali.

Gli obiettivi del Progetto di Legge sono:

  1. dimezzare i compensi dei consiglieri regionali (indennità mensile e diaria)
  2. eliminare il vitalizio oggi spettante al consigliere
  3. eliminare l’indennità di fine mandato
  4. ridurre e regolamentare in modo più rigoroso e controllabile le spese per gli spostamenti e per le missioni

per arrivare ad una riduzione complessiva dei costi pari al 54%, traducibile in oltre 58 milioni di euro nell’arco di un mandato (cinque anni) del Consiglio Regionale lombardo.

        - La risposta dei cittadini brianzoli è stata straordinaria. Persone di tutti gli orientamenti politici e sociali sono venuti ai banchetti o si sono recati nei comuni per apporre la propria firma a sostegno del Progetto di Legge. Nella maggior parte dei casi hanno accompagnato l’atto della firma con l’esternazione della propria indignazione per come un Casta autoreferenziale continui ad approfittare di una serie di privilegi che si è assegnata, quando i cittadini si trovano ad affrontare una durissima crisi, e vengono loro tagliati servizi essenziali, per necessità di bilancio che la medesima Casta ha portato al dissesto.

Cordialmente,                     

Gianmarco Corbetta

MoVimento 5 Stelle Monza e Brianza

gianmarco.corbetta@inwind.it">gianmarco.corbetta@inwind.it

328.7021050

 

Print Friendly, PDF & Email

 

Ciao,
ecco i link degli ultimi aggiornamenti del blog di Brugherio Futura.
Se non vuoi più ricevere questa newsletter, invia un'e-mail a questo indirizzo con oggetto "cancellazione newsletter".
Sentiti libero/a di inoltrare questa e-mail a chiunque pensi possa interessare.
Brugherio Futura Blog
http://brugheriofutura.wordpress.com

TU CHIAMALE, SE VUOI … LE MOZIONI

Il Popolo della Libertà ha presentato una mozione di fiducia nei confronti del Sindaco Maurizio Ronchi, che appartiene alla stessa coalizione dello stesso Pdl. L'Amministrazione cadrà e si andrà ad elezioni o è solo un'altro episodio della crisi fra Lega e Pdl?

POST IT: Jean Tarlo e la mozione di sfiducia

Due nuove vignette di Jean Tarlo che affrontano la questione della mozione di sfiducia al SIndaco.

PIANO SCUOLA 2011-2012: LA SCUOLA UMILIATA E OFFESA

La scuola diventa terreno per le ripicche fra i partiti. A Brugherio approvato un pessimo Piano Scuola.

IL CENTRODESTRA SI SPACCA ANCHE SULL’URBANISTICA; IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO SI ARENA

La maggioranza di centrodestra, che si è costituita per garantire gli interessi dei costruttori, non riesce a mettersi d'accordo sul Piano di Governo del Territorio. E' un altro segno dei dissidi interni che diventano sempre più grandi.

POST IT: il Sindaco e le serpi in seno

Il Sindaco litiga anche con gli Assessori del Pdl. Questa volta il motivo è la nomina di un nuovo dirigente comunale.

27 SETTEMBRE: EARTH OVERSHOOT DAY 2011

Il 27 settembre la Terra ha esaurito le risorse del 2011, ma l'anno non è ancora finito.

IL PESCATORE DI PERLE #2

Il pescatore di perle ha trovato una notizia che riguarda i nostri politici, l'Unione Europea e gli Albi professionali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Susanna Pozzoli

ON THE BLOCK. HARLEM PRIVATE VIEW

inaugurazione sabato 15 ottobre 2011, ore 18.00

 

LISSONE – Museo d’arte contemporanea – viale Padania 6

 

Saranno presenti l’artista e il curatore della mostra

 

 

Dal 15  ottobre al 13 novembre 2011 una sala del Museo d’arte contemporanea di Lissone sarà dedicata alla giovane fotografia contemporanea, con la presentazione della mostra dei lavori dell’artista Susanna Pozzoli.

 

Curata da Daniele Astrologo Abadal, la mostra presenta il progetto On the Block. Harlem Private View di Susanna Pozzoli e l’edizione ad esso correlata. Per la prima volta in Italia è possibile apprezzare la serie completa delle fotografie (sessantasei), in formato 30x30 cm realizzate dall’artista tra luglio 2007 e luglio 2009, durante la sua permanenza presso HSF by MA (Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte), programma no-profit di residenza per artisti internazionali attivo a New York dal 2007. 

Come sottolinea Daniela Ronchi, Assessore alla Cultura, Identità e Tradizioni locali della Città di Lissone, “E’ un vero piacere poter presentare al nostro pubblico presso il Museo d’arte contemporanea di Lissone gli straordinari lavori e la sensibilità di questa giovane artista che ha vissuto questa ricca e fervida esperienza newyorkese. Sono certa che tale apertura della programmazione musale verso il contemporaneo, i giovani, l’internazionalità e i molteplici linguaggi espressivi dell’arte del presente non possa che stimolare il dibattito sull’arte e sulla cultura, ampliare nuovi orizzonti e creare stimolanti opportunità di scambio e sviluppo non solo artistico-culturale, ma anche sociale ed economico”.

Le fotografie raccontano gli interni di un block (strada) nel cuore di Harlem, 121st Street, delimitata da Lenox Ave e Adam Clayton Powell Blvd, in un momento di cambiamento urbano e sociale importante, fenomeno conosciuto con il nome di “gentrification”. Pozzoli è arrivata sulla 121st street a luglio del 2007, invitata da Raffaele Bedarida, curatore del progetto residenziale, a partecipare a HSF by MA e ha trovato un modo personale e originale per raccontare questa realtà, concentrandosi sui suoi vicini e i loro luoghi di vita. Entrando lentamente a far parte della comunità ed acquistando la fiducia dei residenti, ha infatti avuto accesso a molti luoghi privati che ha fotografato con la sua Rolleiflex, in pellicola. Ben lontana da un intento giornalistico, riesce a cogliere con grande lucidità le preesistenze di questi luoghi ricchi di identità e storie. Nel progetto, che non include ritratti ed è composto da una serie di interni, percepiamo la traccia degli abitanti in un prima o dopo poetico ed evocativo caratterizzato da una forte atemporalità.

Nel 2010 il progetto On the Block. Harlem Private View di Susanna Pozzoli è stato pubblicato da Allemandi & C. e Montrasio Arte, a cura di Raffaele Bedarida e Ruggero Montrasio, con saggi di Raffaele Bedarida, Mario Calabresi, Alessandra Coppa e con un’intervista all’artista di Daniele Astrologo Abadal e Raffaele Bedarida.

Parte del progetto è stata esposta presso UCR California Museum of Photography di Los Angeles, nella mostra On Site a cura di Lisa Henry, da maggio ad agosto 2010. Susanna Pozzoli è stata inoltre invitata a presentare il libro On the Block. Harlem Private View e a discuterne le linee guida con Colin Westerbeck, direttore di UCR in una serata organizzata presso il museo, conclusasi con un book signing dell’artista. In questa occasione Pozzoli ha tenuto due giorni di workshop con gli studenti di Riverside. Durante il New York Photo Festival 2010 (12 – 16 maggio 2010) il progetto e il volume sono stati esposti al pubblico in una mostra personale visitata da un ampio numero di addetti ai lavori ed appassionati. Durante il Mois de la Photo a Parigi, questo lavoro è stato incluso nella mostra e nel catalogo-DVD Italian Emerging Photography a cura di Laura Serani, esposto nelle sale dell’Istituto Italiano di Cultura di Parigi. Nel 2011 (20 gennaio-4 marzo) il progetto è stato esposto nella sua forma integrale nella personale presso The Private Space di Barcellona. Con Montrasio Arte partecipa a MIA 2011, fiera d’arte dedicata alla fotografia d’autore a Milano e in uno slight show presenta il progetto durante il festival Fotografia Europea a Reggio Emilia, presso lo spazio Gerra.

La mostra, la cui inaugurazione è prevista presso il Museo d’arte contemporanea di Lissone sabato 15 ottobre alle ore 18, sarà aperta al pubblico fino a domenica 13 novembre 2011.

Orari di apertura: martedì, mercoledì e venerdì 15-19, giovedì 15-23, sabato e domenica 10-12 / 15-19. lunedì chiuso.

Ingresso libero

Per maggiori informazioni:

Museo d’arte contemporanea di Lissone

Viale Padania 6, Lissone, MB

e-mail: museo@comune.lissone.mb.it

www.museolissone.it

tel. 039 2145174 – 039 7397368

Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte è un programma di residenza per giovani artisti internazionali, ideato nel 2007 da Ruggero Montrasio, diretto da Francesca Montrasio, e curato da Raffaele Bedarida. Il progetto, attivo dal 2007, ha invitato ad oggi trenta artisti provenienti da tutto il mondo. Durante il suo primo triennio di attività HSF by MA ha avuto il piacere di ospitare, oltre agli artisti, anche scrittori e musicisti quali Marco Mancassola, Marco Missiroli, ed i giovani curatori Daniele Astrologo Abadal, Lorenzo Giusti. HSF by MA a partire dal 2009 ha inaugurato un rapporto di collaborazione con il Mongin Art Center di Seoul e, dal 2010, collabora con l’Accademia Bezalel di Gerusalemme. HSF by MA ha al suo attivo diverse pubblicazioni e numerose mostre personali e collettive degli artisti coinvolti nel progetto di residenza.

Susanna Pozzoli (1978)

È nata a Chiavenna (SO), si laurea in Lingue e Letterature Straniere all’Università di Bergamo nel 2002. Nello stesso anno si trasferisce definitivamente a Parigi, dove risiede sino al 2006. Prosegue la propria formazione conseguendo un master in Critica cinematografica alla Sorbonne di Parigi. Nel 2005 è a Barcellona invitata dal Progetto Leonardo nel contesto della residenza Hangar. Nel 2007 si reca a New York invitata dal programma di residenza internazionale per artisti Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte dove rimane stabile fino a maggio 2009. A marzo 2010 il progetto On the Block. Harlem Private View è pubblicato da Allemandi/Montrasio Arte e presentato in mostra in diversi spazi espositivi in Italia e all’estero. Nel 2010 conclude ed espone da Montrasio Arte Milano il progetto After the Funeral e partecipa al premio Arti Visive San Fedele ricevendo la menzione dei critici. Invitata ad esporre nella mostra Risonanze presenta nella Galleria San Fedele un nuovo progetto dal titolo Memento Mori. Nel 2011, oltre alle mostre legate a On the Block. Harlem Private View, terminerà il progetto passato prossimo, che unisce video e fotografia in un’installazione creata ad hoc per le sedi di Sondrio della Fondazione Gruppo Credito Valtellinese che ospiteranno la mostra, un catalogo sarà pubblicato dalla Fondazione.

Tra i principali progetti artistici si ricorda: HMK2010 (Seoul, settembre-dicembre2010), On the Block (New York, luglio 2007 – luglio 2009), passato prossimo (Chiavenna, 2000-2011), The Day After the Funeral (Chiavenna, gennaio 2008 – marzo 2010).

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)