Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Print Friendly, PDF & Email

 20131114-juliakent veronica vracy mariani

 Sabato 16 novembre 2013 Julia Kent inaugura l'undicesima stagione musicale curata da Musicamorfosi e diretta da Saul Beretta. Tutte le date in programma, le informazioni e i costi

Riceviamo e pubblichiamo

 

 

Ogni anno LAMPI cambia i suoi orizzonti e lo sa bene l’affezionato pubblico di questa fortunata rassegna che giunge felicemente al suo undicesimo compleanno, un traguardo importante in mezzo alle mille difficoltà che anche il mondo della musica vive.

Da quest’anno LAMPI torna al Teatrino della Villa Reale, il luogo magico dove la rassegna è nata. Sarà quella la sede – che si affianca al consueto Teatro Villoresi punto di riferimento delle stagioni degli ultimi anni – per quei concerti più intimi e confidenziali che trovano migliore collocazione all’interno del gioiello della Villa Reale. In omaggio a questo ritorno simbolico Musicamorfosi ha deciso di intitolare la stagione W il Teatrino.

Tante le curiosità tra le proposte di quest’anno. Si inizia con due serate speciali: quella del 16 novembre con un particolarissimo solo della violoncellista canadese Julia Kent in un viaggio cinematografico tra loop-music e suoni contemporanei in un doppio set serale; segue il 21 dicembre il duo sloveno Nika Perunovic e Marko Zalatelj, voce e chitarra per un repertorio di standard che spazia tra il jazz, il pop, il blues e la bossa nova (anche questo in un doppio set serale). In entrambi i primi set delle ore 19 all’ingresso verrà proposto un aperitivo prima del concerto.

Il 19 gennaio al Teatro Villoresi tocca a un altro duo, in questo caso strumentale, costituito dal fisarmonicista francese Vincent Peirani e del chitarrista svedese Ulf Wakenius, gli orizzonti dei quali si perdono in una musica dalle forti commistioni e dal sapore modern jazz. La sede del Teatrino diventa davvero ottimale per il concerto della cantante portoghese Lula Pena nel suo intimo recital di fado moderno, che attualizza quella nobile tradizione popolare. Torna, come ormai tradizione, Giovanni Falzone con un nuovo progetto presentato in anteprima assoluta che strizza l’occhio al mondo della canzone “impegnata”. Chiude il primo recital italiano della cantante di Sarajevo Amira Medunjanin, che il «Guardian» ha definito “la Billie Holiday della Bosnia” e che verrà accompagnata dal chitarrista Bosko Jovic.

Lampi torna per farci viaggiare e sognare, per farci scoprire nuova musica, per incontrare nuovi musicisti e nuovi generi musicali. Non ultimo, per farci guardare da un altro punto di vista il mondo in cui viviamo. Evviva quindi il Teatrino, evviva il meraviglioso gioiello della Villa Reale che a breve chiuderà per i necessari restauri. Evviva la vita piena di musica, quella capace di accendere e rendere migliori il nostro “teatrino" di tutti i giorni.

Saul Beretta

 

20131114-Julia-Kent-Photo-by-Pedro-Anguila 

 

 

sabato 16 novembre 2013, doppio set ore 19.00 (con aperitivo) e 21.30
Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza
JULIA KENT | Character
violoncello, effetti, loop (Canada | USA)
Una musica dal taglio cinematografico che lavora per immagini ancor prima che per suoni, un concerto che viene costruito a poco a poco, a partire da piccole cellule melodiche che vanno a comporre un flemmatico affresco minimalista, classificato dalla stampa specializzata come “ambient visionario ed evocativo”. Quello della Kent è un aggiungere piani attraverso campionamenti che mescolano contributi ritmici e fraseggi ottenuti percuotendo, pizzicando o usando l’archetto in modo non-ortodosso. Collaboratrice di Antony And The Johnsons, Devendra Banhart e Donovan, ma anche di Paolo Sorrentino per il quale ha scritto la colonna sonora di diversi film tra cui “This must be the place”, la canadese presenta a LAMPI il suo nuovo album solista “Character”, edito dalla prestigiosa Leaf Records, un viaggio immersivo in un’atmosfera diafana e densa di chiaroscuri.

 

sabato 21 dicembre 2013, doppio set ore 19,00 (con aperitivo) e 21,30
Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza
NIKA & MARKO | A night before Christmas
voce e chitarra (Slovenia)
[aperitivo a cura di Madre Bio]
Con la sua originalissima cover di “My Funny Valentine”, utilizzata da tv, film e addirittura suonerie telefoniche, la cantante slovena Nika Perunović è diventata una superstar nella scena slovena come voce di Patetico la cui avventura musicale consisteva in arrangiamenti originali in lingua slovena di famosi successi pop, rock, jazz e reggae. Dopo lo scioglimento del gruppo Nika ha continuato su questo sentiero con il nuovo compagno artistico Marko Zalatelj, affrontando però molti di quei classici nella loro rispettiva lingua originale. Nella voce suadente e pastosa della Perunović, per la prima volta in Italia, rivivono grandi classici e standard jazz, blues e pop di Jobin, Cole Porter, Nina Simone, i Beatles e Jimi Hendrix.

 

domenica 19 gennaio 2014, ore 16.30
Teatro Villoresi di Monza
VINCENT PEIRANI & ULF WAKENIUS | Vagabondi
fisarmonica, chitarra e voci (Francia | Svezia)
Virtuoso di fisarmonica senza frontiere, tra improvvisazione di derivazione jazzistica e rilettura di classici che toccano grandi maestri quali Duke Ellington, Thelonious Monk e Miles Davis. Vincent, che definisce il suo strumento come “un’orchestra in solo”, è stato il primo fisarmonicista a entrare nella classe di jazz del Conservatorio di Parigi. Ha fatto parte, tra gli altri, del trio di Michel Portal, del gruppo di jazz indiano Madhu e del nuovo quartetto di Daniel Humair. Tra i suoi progetti quello "nuovissimo" con il chitarrista Ulf Wakenius, con il quale collabora anche all’interno del quartetto della coreana Youn Sun Nah. Su Wakenius John McLaughlin ha scritto: "sembra che sia nato già con la chitarra tra le mani”. E se così non fosse sarebbe difficile poter vantare collaborazioni come quelle con l’Oscar Peterson Quartet negli ultimi anni di carriera del grande pianista, oltre che altri grandi del calibro dello stesso McLaughlin, Pat Metheny e John Scofield.

 

sabato 22 febbraio 2014, ore 21.00
Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza
LULA PENA | Post Fado
voce e chitarra (Portogallo)
Con una voce che trova corrispettivi tra quelle dei colleghi maschi come Tom Waits, Leonard Cohen, Caetano Veloso e Rodrigo Leão, la portoghese cantante e poetessa Lula Pena si appropria del fado per andare “oltre al fado” e consegnarlo al nuovo millennio con una sensibilità poetica completamente contemporanea, spoglia e disadorna nella sua disarmante semplicità. Nata e cresciuta a Lisbona lontana dal televisore, ma avvolta dalla presenza costante della radio del padre, Lula matura un rapporto dialettico con la musica popolare portoghese incaricandosi di un ruolo nuovo, quello della “phadista” – dal suo primo album del 1998 , “Phados” – che l’ha portata per le strade di tutta Europa, assieme alla sua musica cavernosa, nostalgica e ricchissima di profondi legami con le radici.

 

sabato 29 marzo, ore 21,00
Teatro Villoresi di Monza
GIOVANNI FALZONE | La banda del teatrino
Giovanni Falzone Contemporary Orchestra con la partecipazione dell'ExtraCoro di Arsene Duevi (Italia)
regia, scene e costumi di Andrea Taddei
produzione Musicamorfosi per il Progetto Un Parco delle Culture a Desio
Dopo il successo dei due grandi progetti orchestrali prodotti da Musicamorfosi e presentati in anteprima a LAMPI, “Led Zeppelin Suite” e “Sempre Verdi” (eseguito quest’ultimo anche all’interno del cartellone di MiTo 2013) Giovanni Falzone si ripresenta al pubblico nella veste assolutamente inedita di autore di canzoni “impegnate”. Con l’ironica e grottesca “La Banda del Teatrino” il musicista siciliano si tuffa in una sorta di cabaret che parla di noi, ovvero di quell’Italia che amiamo e odiamo, quel paese il cui dibattito politico viene spesso definito appunto “teatrino”. Uno spettacolo che si sviluppa attraverso dieci canzoni aspre e pungenti, scritte per una formazione che vacilla tra il gruppo rock, l'ensemble medioevale e la banda di paese, con la partecipazione di un coro che ricorda quello delle antiche tragedie greche. Artista incessantemente curioso, Falzone dimostra ancora una volta di non riconoscere quella parola comoda a molti musicisti ovvero “il confine”.

 

sabato 12 aprile, ore 21,00
Teatro Villoresi di Monza
AMIRA & BOSKO | Sarajevo mon Amour
voce e chitarra (Bosnia Erzegovina)
Per la prima volta in Italia la cantante di Sarajevo che per merito della sua meravigliosa voce, dotata di qualità timbriche duttili e suggestive, il quotidiano britannico “Guardian” ha definito “la Billie Holiday della Bosnia”. Il genere che frequenta non è però esattamente il jazz, bensì la sevdah, repertorio di canzoni bosniache che – come in analoghe tradizioni europee – si nutre della malinconia indotta dalla nostalgia dell’amore, quello senza speranza, così come quello senza fine. Ma soprattutto l’amore come malattia che induce a vivere questa musica quasi come un modello esistenziale. Il significato della parola sevdah in turco denota desiderio amoroso ed estasi, traendo origine dal termine arabo da cui deriva l’espressione “malinconia”, quella che abbraccia questa attitudine musicale e di cui Amira si è nutrita per donare a una voce di per sé già splendida un immaginario ancor più denso ed evocativo.

 

Programma Lampi 2013/14

sabato 16 novembre 2013, doppio set ore 19.00 (con aperitivo) e 21.30
Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza
JULIA KENT (Canada) violoncello, effetti, loop

sabato 21 dicembre 2013, doppio set ore 19.00 (con aperitivo) e 21.30
Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza
NIKA PERUNOVIC & MARKO ZALATELJ (Slovenia) voce e chitarra

domenica 19 gennaio 2014, ore 16,30
Teatro Villoresi di Monza
VINCENT PEIRANI & ULF WAKENIUS (Francia | Svezia) fisarmonica, chitarra e voci

sabato 22 febbraio 2014, ore 21,00
Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza
LULA PENA (Portogallo) voce e chitarra

sabato 29 marzo, ore 21,00
Teatro Villoresi di Monza
GIOVANNI FALZONE e la Banda del Teatrino (Italia) tromba & banda

sabato 12 aprile, ore 21,00
Teatro Villoresi di Monza
AMIRA DUO - Amira Medunjanin & Bosko Jovic (Bosnia Erzegovina) voce e chitarra

 

INFO

tel. 331.451.99.22 - info@musicamorfosi.it
www.musicamorfosi.it - http://lampi.musicamorfosi.it

BIGLIETTI E ABBONAMENTI
TEATRINO DI CORTE
Posto unico primo spettacolo con aperitivo: € 25
Posto unico secondo spettacolo: € 18

TEATRO VILLORESI
Posto unico non numerato: € 18
Over 75, under 30 e titolari di Suoni Mobili card: € 15

ABBONAMENTO 2013-14
6 spettacoli: € 90
prevendita online su lampi.musicamorfosi.it e vivaticket
ProMonza, Piazza Carducci, Monza
da martedì a domenica ore 9.30/13.00 - 14.30/17.30
tel. 039.323222 / www.promonza.it

COME ARRIVARE
Il Teatrino di Corte della Villa Reale di Monza è dentro la Villa Reale. Entrando dal cancello principale con l’auto si può trovare parcheggio nel piazzale antistante la villa. Sul navigatore potete segnare Viale Cesare Battisti 1 incrocio con viale Regina Margherita

Il Teatro Villoresi è nella zona pedonale di Monza, nel centro storico della città. Arrivando da Villa Reale in viale Regina Margherita di Savoia parcheggio gratuito nei festivi e tutti i giorni dalle ore 18:30.

 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)