Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Print Friendly, PDF & Email

header NCDN con sito per pagine personli

Il 21 settembre a Milano un cammino politico e poetico dal tramonto all’alba

Riceviamo e pubblichiamo

Da Milano parte una mobilitazione dal mondo del teatro e della cultura, aperta a tutti i cittadini che si compirà in un cammino metropolitano dal tramonto all’alba il 21 settembre 2019.

L’iniziativa, dal titolo NEL CUORE DELLA NOTTE, nasce in seguito a una lettera aperta a Mimmo Lucano, scritta da Alessandra De Santis, attrice e operatrice culturale di Milano e da successivi scambi e incontri con lo scrittore Antonio Moresco, con alcuni rappresentanti di Repubblica Nomade, con altri artisti e molte altre persone. Insieme si è deciso, quindi, di proporre un altro gesto carico di prefigurazione e visione, che coinvolgesse anche i corpi e che avrà la forma di un cammino metropolitano notturno.

Il nostro Paese, le nostre vite hanno attraversato e stanno attraversando un momento buio. Cose fino a poco tempo fa inimmaginabili sono accadute e stanno ancora accadendo sotto i nostri occhi e vengono ad assumere l’aspetto di normalità, nel costume, nella vita politica, sociale, nazionale, continentale, mondiale. C’è stata una rottura degli argini, si sta varcando una soglia di non ritorno, anche a livello planetario e di specie. Disumanità, avidità economica, ottusità, odio, sopraffazione, paura, conflitti identitari esasperati ad arte, razzismo, disprezzo, violenza sistematica e ferocia omicida contro la parte femminile dell’umanità hanno assunto un aspetto endemico e non più tollerabile, che ha a che vedere anche con i comportamenti, le parole e gli esempi che sono stati esibiti da chi fino a poco tempo fa aveva ruoli di governo e che, invece di governare i conflitti, ha gettato benzina sul fuoco per cinico calcolo elettorale. È come se si fosse scoperchiato un calderone ribollente e dalle sue viscere fossero straripati, insieme a passioni negative e miserie che ci sono sempre state, anche fantasmi e demoni che si credevano relegati in un terribile recente passato che ci illudevamo di esserci lasciato alle spalle.

Ma ci sono per fortuna anche spinte che si muovono controcorrente, e la speranza che trovino accoglienza nella nuova fase che si è appena aperta. C’è bisogno di rafforzarle, di aggiungere a queste luci sempre nuove luci, per dare vita a costellazioni.

Quello che si propone non è un cammino panoramico attraverso strade bianche e sentieri, ma un cammino metropolitano, notturno, dall’ora del tramonto del 21 settembre all’alba del giorno dopo, per dire che siamo tutti al buio ma che abbiamo bisogno di riprendere il movimento e di affrettare la fine di questo buio.

È una grande sfida pensare a un progetto comune tra persone che fino a poco tempo fa non si conoscevano affatto, non avendo alcuna struttura a sostegno dell’iniziativa, basandosi sul lavoro volontario e sull’assunzione di alcune responsabilità da parte di molti.

La natura, l’originalità, il sentimento, il messaggio, la carica simbolica, la possibilità di irradiazione di questo cammino stanno anche nel fatto che si svolge di notte, dal tramonto all’alba, nella città addormentata. In questi mesi, per fortuna, ci sono state e vengono organizzate molte altre manifestazioni su temi attuali e scottanti, contro il razzismo e il fascismo, contro il tentativo di conculcare diritti civili acquisiti ecc., alle quali si può partecipare e molti di noi partecipano con convinzione. Ma quello che vorremmo fare attraverso questo progetto è “mettere al mondo” qualcosa che porta con sé anche una novità di forma e linguaggio, che esprime una sua particolare verticalità e un diverso attrito nelle coscienze, avvalendosi della sensibilità non solo politica ma anche artistica di molti dei suoi artefici, per aggiungere -nel nostro piccolo- a quello che già c’è, qualcosa che ancora non c’è, per dare un contributo di lotta originale e a tutto campo nel nostro rischioso presente.

Il percorso partirà dal Piazzale della Stazione di Rogoredo, l’appuntamento per tutti è nei pressi del tabellone degli orari dei treni alle ore 19.00 (con partenza alle 19.30).

Per raggiungere il piazzale, punto di ritrovo, si può arrivare con la metropolitana MM 3 Gialla Fermata Rogoredo e poi salire verso il piazzale.

La conclusione sarà all’alba alle ore 7.30 circa, sul Monte Stella.

I dettagli sul cammino e i suggerimenti su come attrezzarsi si potranno leggere sul sito bit.ly/nel-cuore-della-notte.

Durante il cammino verranno diffusi degli audio relativi a dei testi che abbiamo scelto e che abbiamo fatto leggere a una serie di voci del teatro, della poesia della letteratura.

Sono previsti momenti di sosta, delle stazioni per riposare e/o per incontrare dei luoghi e scambiare un segno, compiere un’azione semplice in relazione agli abitanti del luogo.

C’è bisogno di gesti spiazzanti e irradianti, non espressi solo a parole ma anche con un coinvolgimento psicofisico delle persone, che possano incidere sulle menti e sui cuori e ridare coraggio, allargando i possibili in un momento di pericolosa chiusura degli orizzonti.

Vi chiediamo di camminare con noi nel cuore della notte, di essere il cuore della notte.

Ufficio Stampa

Renata Viola violarenata67@gmail.com  cell. 348 5532502

Facebook

https://www.facebook.com/groups/camminonelcuoredellanotte/

E-mail

camminonelcuoredellanotte@gmail.com

Per segnalare la propria adesione al cammino

https://forms.gle/wZZEipuzDsBhLCvF9

Per sostenere il cammino con una donazione

https://www.produzionidalbasso.com/project/nel-cuore-della-notte-un-cammino-dal-tramonto-all-alba/

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)