Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Monza, 9 settembre 2011 – Il comune di Monza ha negato la piazza ai gazebo che il Pd avrebbe voluto allestire nel prossimo fine settimana nei principali punti della città per raccogliere le firme a favore del referendum per l'abolizione della legge elettorale, il cosiddetto "porcellum".

Lo denuncia il segretario cittadino Marco Sala, secondo il quale "Mariani viola così un diritto costituzionalmente garantito. Riteniamo inaccettabile il comportamento dell'amministrazione e chiediamo che al più presto vengano messi a disposizione del comitato e del Pd gli spazi necessari per permettere ai cittadini di poter firmare".

"Chiediamo inoltre - continua il segretario del Pd, il cui esecutivo ha deciso in questi giorni di aderire alla campagna referendaria - che il comune informi la cittadinanza sul fatto che è possibile, come prevede la legge, firmare anche negli uffici comunali che l'amministrazione è tenuta a mettere a disposizione, dando anche adeguata informazione".

Quanto al referendum, Sala sottolinea come sia necessario per abolire "una pessima legge che prevede liste bloccate e un parlamento di 'nominati' che impedisce agli elettori di scegliere i propri rappresentanti. Per il Pd l'iniziativa referendaria deve essere soprattutto un forte stimolo per una nuova legge che garantisca il diritto dell'elettore di poter scegliere chi lo rappresenta e la governabilità del paese".

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)