Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

L’ETICA NELLO SPORT

Martedì 7 maggio a San Fruttuoso un convegno dedicato alle famiglie e alle associazioni sportive del territorio promosso nell’ambito del progetto «Monza Family»

 Monza, 03 maggio 2019. Rispetto, è la parola chiave. Un termine che deve essere condiviso nella vita e nello sport. Così l’Assessore alle Politiche Sociali presenta l’incontro «Sport: una questione di appartenenza» in programma martedì 7 maggio alle ore 17.30 presso la società «San Fruttuoso Calcio» (via Montanari, 23) per parlare di etica e sport ai genitori, allenatori, educatori, insegnanti e ragazzi.

Dirigenti, allenatori e genitori: un rapporto di rispettoL’Assessore sottolinea il ruolo educativo congiunto della famiglia e delle società nella formazione e preparazione dei giovani attraverso la pratica della disciplina sportiva. Per questo l’appuntamento del prossimo 7 maggio riveste grande importanza, essendo volto allo sviluppo di sinergie fondate sul rispetto, il dialogo e la collaborazione fra dirigenti, allenatori e genitori.

 I relatori. Ne parleranno Don Luca Magnani (responsabile della Pastorale Giovanile della Comunità Pastorale «Quattro Evangelisti»), Alessio Martino(allenatore e campione italiano professionisti di Muay Thai) e Nicoletta Porzano (psicopedagogista e counselor).

L’alleanza tra famiglie e società sportive. Scopo dell’incontro, promosso nell’ambito del progetto «Monza Family», è il coinvolgimento dei genitori, il confronto con loro e la condivisione degli obiettivi. Tutto ciò per migliorare il dialogo tra società sportive e famiglie, mettendo le basi per una solida alleanza tra i due principali soggetti che contribuisco alla formazione dei giovani.Un percorso necessario. La competizione sportiva, conclude l’Assessore, è sì basata sulla voglia di vincere e di affermarsi, ma anche e soprattutto sul rispetto dell’altro, anche se in quel momento è un avversario, in un pieno spirito di lealtà. Per questo bisogna iniziare un percorso etico e sociale in cui famiglie e volontari devono spendersi in prima persona. Un percorso non facile, ma sicuramente fruttuoso e necessario.

 Il 21 maggio si parlerà di educazione. Il prossimo appuntamento sarà con «Percorsi educativi: una questione di consapevolezza e identità». Si svolgerà martedì 21 maggio alle ore 17 al «Binario 7» (Sala «Picasso» – via Turati, 6).

Info: mpagani@comune.monza.it. La partecipazione agli incontri è libera.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)