Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Muggiò, 29 aprile 2019 ore 21.00

presso Cascina Faipò – Via Filippo Meda, 2

                                                          La lista civica Muggiò Partecipata presenta:                                                           

IL NOSTRO PIANETA È' IN PERICOLO, MA DA DOVE INIZIAMO?

Una serata di approfondimento per conoscere lo stato di salute del nostro clima, le conseguenze di questo sistema di sviluppo, quali pratiche possiamo adottare, dimostrazione di esempi riusciti per combattere l'inquinamento intraprese dall' amministrazione di Cassina de' Pecchi. Ne parliamo con:

- Paolo Valisa, meteorologo del Centro Geofisico Prealpino di Varese

- Alberto Caspani, giornalista di Altreconomia, e consigliere comunale di Lista per Biassono

- Tommaso Chiarella, assessore alle Politiche Ambientali di Cassina de' Pecchi e Coordinatore Regionale dell'Associazione dei Comuni Virtuosi

“ la terra su cui viviamo non l'abbiamo ereditata dai nostri padri, l'abbiamo presa in prestito dai nostri figli”.

citazione dal discorso che nel 1852, Capo Seattle pronunciò in risposta alla richiesta del Governo degli Stati Uniti d’America, relativamente alla volontà di comprare le terre del suo popolo, gli indiani d’America.

Piccole accortezze:

1) Comprare frutta e verdura di stagione, avranno fatto meno km per arrivare sulla tua tavola, e magari alcuni prodotti li avrai coltivati tu.

2) Preferire acqua del rubinetto, o dalle case dell'acqua

3) Ridurre la carne rossa, gli allevamenti intensivi direttamente o indirettamente sono responsabili di un'altissima percentuale di inquinamento.

4) Non acquistare uno smartphone nuovo ogni sei mesi. La fabbricazione di quegli oggetti è estremamente onerosa sotto più profili, in primis quello delle emissioni di CO2.

5) Metà del calore prodotto dalla tua caldaia si disperde all’esterno dell’abitazione? Adoperarsi nell’isolamento termico della propria casa non è una spesa: è un investimento. Tieni presente che il riscaldamento è tra le prime fonti di inquinamento urbano, al pari del trasporto veicolare.

6) Sostituire i faretti alogeni, con moderne lampade a basso consumo (LED).

7) La maggioranza dei tuoi viaggi in auto li fai da solo? Valuta la possibilità di condividere qualche tragitto con amici e colleghi.

8) Attenzione agli sprechi domestici. Con il cibo buttato vengono sprecati terra, acqua, e i fertilizzanti- senza contare le emissioni di gas serra – che sono stati necessari per la sua produzione e l’ambiente è stato quindi inquinato, sfruttato o alterato invano.

9) Prima di smanettare sui siti di vendite on-line per qulche acquisto, prova a verificare se lo puoi acquistare sotto casa. Ricordati che questa tipologia di acquisti, crea traffico, inquina, e strozza il piccolo negoziante.

10) Se hai figli, impegna molto tempo a insegnarli la responsabilità individuale per la tutela efficace del bene collettivo.

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)