Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Sicurezza Stradale nelle scuole primarie, coinvolti 600 alunni

Uno spettacolo di burattini per sensibilizzare gli alunni delle scuole primarie sull’importanza della sicurezza stradale e per insegnare l’importanza del rispetto delle regole del Codice della strada.

A partire da questa settimana, 600 studenti dei tre Comprensori scolastici saranno coinvolti in un progetto didattico di educazione stradale proposto dall’Amministrazione Comunale nell’ambito della metodologia VeloOK, uno degli elementi della campagna “Attenta-Mente!” a cui ha aderito il Comune di Lissone.

Complessivamente, saranno 8 gli spettacoli proposti nelle scuole a partire dalle classi della De Amicis e della Buonarroti. Fra gag, battute e storie tutte da ridere, il Centro Teatrale Corniani Artisti Associati - Famiglia di Burattinai Professionisti metterà in scena uno spettacolo di alto valore educativo, adatto anche ai più piccoli.

Gli alunni si troveranno di fronte il “Signor Bassotto”, un vigile urbano che vive in una città piena di traffico e di inquinamento. Il Signor Bassotto però, a differenza degli altri vigili urbani, non è un umano ma bensì un cane, molto simpatico, che entra immediatamente in sintonia con i bambini. Racconta del suo lavoro, della sua dedizione per far rispettare i segnali stradali a tutti, adulti e bambini. Tra canzoni e simpatici errori di interpretazione dei segnali, la storia in modo leggero e divertente porterà il bambino a conoscere le più elementari norme di comportamento da tenere sul marciapiede, quando si attraversa la strada, in bicicletta, in auto, etc. Rispettare la strada significa rispettare la propria vita e quella degli altri: è questo il motto del Signor Bassotto.

Lissone, 12 Novembre 2018