Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit

Dal 2008 rivista non profit di cultura, ambiente e politica. Senza pubblicità.

Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email

Il coworking della Cgil apre le porte ai giovani. Susanna Camusso a Monza per il taglio del nastro

Il momento tanto atteso è arrivato: Officina Giovani apre ufficialmente le porte ai propri coworkers.

Lo fa con una inaugurazione pubblica venerdì 21 settembre, in via Monte Oliveto a Monza, proprio lì dove sorgerà il “luogo della formazione, dello sviluppo e dell’orientamento al lavoro”. 

Appuntamento a partire dalle  17:30, con la musica di Alessio Capatti e lo street food.

È uno spazio di lavoro condiviso, pensato per dare risposte concrete alle esigenze dei lavoratori freelance e ai più giovani, che per la prima volta si affacciano in un mondo del lavoro che offre pochi punti di riferimento.

A tagliare il nastro ci penserà Susanna Camusso, segretario generale della Cgil nazionale, accompagnata da Maurizio Laini, segretario generale della Cgil di Monza e Brianza, e da Claudio Treves, segretario generale nazionale di NidiL-Cgil.

Officina Giovani si inserisce nel più ampio sforzo della Camera del Lavoro di Monza e Brianza di intercettare i bisogni dei lavoratori autonomi, dei precari e dei disoccupati: un nuovo investimento nel tentativo di realizzare forme di tutela e rappresentanza al tempo della gig economy. Iniziativa che va a sommarsi alle attività che già quotidianamente vengono svolte sul territorio, a favore delle “nuove identità di lavoro”. Un approccio nuovo, nello spirito della Carta dei Diritti Universali del Lavoro, proposta di legge con la quale la Cgil chiede di estendere le tutele fondamentali a tutte le lavoratrici e i lavoratori, indipendentemente dal settore, dalla tipologia contrattuale, dall’essere autonomi, subordinati o atipici.

All’evento inaugurale di venerdì parteciperanno anche i rappresentanti dei numerosi partner del progetto: Victoria Arruabarrena e Samuele Tieghi della Scuola di Formazione Politica Alisei; Gian Carlo Brunato, presidente di CS&LRoberto D’Alessio del Consorzio Comunità BrianzaSara Didoni di “Mi fido di noi” DesBriFrancesco Facciuto dell’Associazione MinervaMargherita Motta, presidente di Arci ScuotiventoIlenia Puleio, direttore del Cesvip Lombardia MilanoBarbara Riva, direttore Afol Monza e Brianza; e Lino Ceccarelli e Matteo Villa dell’Area Giovani e Lavoro della Cgil di Monza e Brianza.

Il nuovo coworking, dunque, si candida ad essere un luogo di incontro per tutte le realtà che sul territorio si occupano di formazione e lavoro.

Con Officina Giovani offriamo, insieme alle 15 postazioni di coworking assegnate gratuitamente attraverso un bando pubblico, una serie di servizi e di attività  di orientamento al mercato del lavoro e di formazione che possono rappresentare risposte concrete alle difficoltà che oggi i giovani trovano nel mondo del lavoro, ma è anche il tentativo di provare a costruire insieme a loro nuove forme di tutela e rappresentanza, rinnovando il sindacato dentro un lavoro che cambia”, afferma Maurizio Laini.

L’invito – fanno sapere dalla Camera del Lavoro – è rivolto a tutti: giovani, studenti, partite iva, lavoratrici e lavoratori, cittadine e cittadini.

Monza | 13 settembre 2018

 

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti gratis alla nostra newsletter per ricevere gli aggiornamenti e le novità sugli articoli e le iniziative di Vorrei

Per iscriverti devi accettare i nostri termini di utilizzo dei tuoi dati, ovvero la nostra politica riguardo la privacy. Non li cediamo a nessuno e non abusiamo mai! :)