Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

Celebrazione del IV novembre 2009
GIORNATA DELLE FORZE ARMATE E DELL’UNITA’ NAZIONALE

A Monza quest’anno con la celebrazione ufficiale del IV Novembre si ritornerà a
rendere omaggio al “Campo dei Partigiani”, ma non sarà scritto sul manifesto!
Dopo quanto accaduto due anni fa con la deposizione di una corona alla tomba di un gerarca
fascista e dopo che lo scorso anno l’amministrazione comunale aveva deciso di recare la corona
solo al monumento dei “Caduti di tutte le guerre” e non più anche al “Campo dei Partigiani”,
quest’anno si ritorna al rituale che si era svolto ininterrottamente per 60 anni, e cioè: prima la
deposizione di una corona al monumento dei “Caduti di tutte le Guerre” e poi la deposizione di una
corona al “Campo dei Caduti Partigiani”.
A questa decisione si è giunti nella riunione in comune delle “Associazioni d’Arma” alla presenza
del Sindaco Marco Mariani giovedì 15 ottobre.
Una riunione dove, dopo una discussione serrata ma serena, la proposta avanzata con
determinazione dall’ANPI, sostenuta da diverse associazioni, è stata accolta. Il giorno successivo il
Sindaco decideva di inserirla solo nel programma dettagliato della celebrazione e non nel manifesto
sul quale ha fatto scrivere solo: “Deposizione di corone ai Campi dei Caduti”.
Sembra che questo fatto sia a seguito di una provocatoria richiesta con lettera al Sindaco del
rappresentante dell’Associazione dei paracadutisti - non era presente alla riunione – con la quale
richiedeva di rendere omaggio anche alle tombe dei “Caduti della Repubblica Sociale Italiana” e
comunque per “equità” riteneva “corretto” onorare solo il “Campo dei Caduti di tutte le Guerre”.
L’ANPI Provinciale di Monza e Brianza respinge questa richiesta ed interpretazione della storia:
Nessuna “parificazione” tra chi come i fascisti repubblichini erano dalla parte della dittatura
mussoliniana e del barbaro invasore nazista, corresponsabili di efferati massacri, fucilazioni e
torture; e chi come i Partigiani combattevano con gli alleati “Anglo americani” una guerra di
liberazione per dare al nostro Paese libertà e democrazia.
Questa è la storia condivisa da tutte le forze democratiche italiane a partire dalle più alte cariche
dello Stato: Presidente della Repubblica, Presidenti del Senato e della Camera ed anche dal capo del
Governo che, dopo la sua partecipazione alla celebrazione del 25 aprile ad Onna in Abruzzo dove si
era messo al collo il fazzoletto tricolore di un Partigiano, ha fatto ritirare la proposta di legge,
presentata da alcuni parlamentari del Centro Destra sul riconoscimento come “Combattenti” a quelli
della Repubblica di Salò.
L’ANPI invita a partecipare alle manifestazioni celebrative della “Festa delle forze armate e
dell’Unità nazionale”, raccomandando ai propri associati di essere presenti sia al cimitero che al
corteo che partirà da piazza Garibaldi, con le nostre bandiere ed il fazzoletto tricolore.
Onore ai martiri per la Libertà, viva la Resistenza, viva la Costituzione, viva l’Italia!
Comitato di Presidenza
ANPI Provinciale di Monza e Brianza
Monza, 23 ottobre 2009.

 

Print Friendly, PDF & Email

Il Teatro Leonardo da Vinci – Quelli di Grock
presenta

ANTOLOGICA GROCK
dal 30 ottobre al 14 novembre 2009
produzione Quelli di Grock


Quelli di Grock inaugura la stagione 2009/2010 proponendo un quartetto di spettacoli che raccontano la storia e la poetica della Compagnia e festeggia così la gestione diretta del Teatro Leonardo da Vinci.

Sono quattro spettacoli in puro stile Grock: ironia, fisicità, poesia, movimento e liricità. Si inizia con La clé du chapiteau (30 ott/1nov), dedicato al mondo magico e onirico del circo, per proseguire con Cinema Cinema (2/4 nov), omaggio del teatro alla settima arte, Ze sciò masgoòn (7/9 nov), amaro epilogo di un’amicizia consumata sulle assi di un palcoscenico, e infine Caos (12/14 nov), spettacolo cult ed esplosione di energia, della forza espressiva del corpo e del movimento.


venerdì 30, sabato 31 ottobre, domenica 1 novembre 2009
LA CLÉ DU CHAPITEAU
di Susanna Baccari, Valeria Cavalli, Claudio Intropido, Alessandro Serena
scene e luci Claudio Intropido
coreografia Susanna Baccari, Valeria Cavalli
con Susanna Baccari, Valeria Cavalli, Gianpaolo Gambi, Luca Gatti, Alessandro Larocca, Andrea Ruberti
regia Claudio Intropido

La clé du chapiteau è una dichiarazione d’amore per il mondo del Circo, per le persone che lo abitano, per il suo spirito, per il suo modo di intendere la vita “necessario”, semplice, non influenzato dalle mode né da vani intellettualismi. Il Circo è questo, da sempre: fuori rumori assordanti e dissonanti, dentro la certezza genealogica derivante da una tradizione millennaria, il costante equilibrio fra l’esattezza, la metodicità dei “numeri” e il rapporto con il rischio, la paura di cadere. Il Circo è il regno dei contrasti: i lustrini si mimetizzano con la segatura, la ricchezza dei costumi si contrappone alla sobrietà assoluta di una vita nomade, gli stessi numeri possono essere pieni di sublime poeticità o di spiazzante rozzezza. Ogni cosa ci appare assolutamente astratta e concreta al tempo stesso: un tendone così fortemente legato a terra, chiodi, paletti, fili annodati che sembrano volerlo schiacciare al suolo per la paura che, come una mongolfiera, voli via.
Raccontare il Circo è parlare di vita, di morte, di uomini, di lingue diverse, di fatica, di sogno, di speranza; camminare metaforici fili sospesi nell’aria, essere clown per ridere o per piangere, usare forse la frusta in una pista rotonda, come il mondo sul quale miracolosamente viviamo.



martedì 3, mercoledì 4, giovedì 5 novembre 2009
CINEMA CINEMA
di Valeria Cavalli, Claudio Intropido, Claudio Orlandini
scene e luci Claudio Intropido
musiche originali Mauro Buttafava
coreografia Susanna Baccari, Valeria Cavalli
con Susanna Baccari, Valeria Cavalli, Alessandro Larocca, Francesco D’Agostino, Andrea Ruberti
regia Claudio Intropido

Cinema Cinema è uno spettacolo dedicato all’immagine e al sogno, un omaggio alla settima arte e non solo ai grandi film, ai grandi registi, ai grandi attori, ma a tutto il mondo che gravita attorno al cinema e alle importanti influenze che esso ha esercitato nell’arte, nella moda, nel costume, nella vita di tutti i giorni. Quelli di Grock racconta il proprio cinema: per un attimo l’immagine proiettata diventa un odore, un sapore, un’illuminazione colorata, un ammiccare con gli occhi, una voce. La distanza tra lo schermo e gli occhi pare ridursi e tutto lo spettacolo ha il tono di una conversazione a tratti frivola, a tratti ironica, a tratti surreale. La scena si trasforma più volte, diventa schermo, set di produzione, sala di montaggio in un circo impazzito di luci e movimento per riscoprire il lato umano, contraddittorio dell’uomo-attore immutabile sia sul palcoscenico che sul set. E l’apparizione di “Gelsomina” da La strada porta dritti al gran finale felliniano.


sabato 7, domenica 8, lunedì 9 novembre 2009
ZE SCIÒ MASGOÒN
di Bruno Stori
scene, costumi, disegno luci Claudio Intropido
musiche Mauro Casappa
con Alessandro Larocca, Andrea Ruberti
regia Bruno Stori

Appaiono in scena, nel mezzo di un palcoscenico spoglio, delimitato da una fuga di quinte sghembe, due strani individui in frac. Bianchi e incanutiti, quasi fossero usciti da un ripostiglio polveroso, s’incontrano o forse si ritrovano per riprendere il filo di una vecchia amicizia. Con la consuetudine e l’intesa che è propria dei legami più profondi, suggerendosi e scambiandosi gesti e battute, rispecchiandosi l’uno nell’altro, si riscoprono attori. In bilico tra comicità e tragedia, malinconia ed euforia, le loro azioni scorrono fluide, sostenute e quasi incalzate dalle più disparate suggestioni musicali e lo “show” assume i contorni di un sogno, del loro sogno.
Inevitabilmente le battute e i gesti di questa “strana coppia” scivolano dalla dimensione del teatro in quella della vita reale e la disillusione, la stanchezza di due vecchi attori comici assumono significati esistenziali prima ancora che professionali. Le scenografie si disintegrano, oscilla minacciandoli un lampadario, tutto cade a pezzi e i due si confessano: “noi siamo vecchi, siamo pieni d’acciacchi, siamo smarriti… abbiamo mentito in tutte le lingue, abbiamo fatto di tutto senza fare niente…”. Sembrano ormai decisi a gettare la spugna, avendo esaurito tutto quello che il repertorio offre, ma con un ultimo colpo di coda, sulla stanchezza prevale l’orgoglio e la voglia di testimoniare il senso d’indignazione e il risentimento attraverso il proprio lavoro.
L’amicizia, l’arte e il linguaggio della scena possono resistere anche ai tempi più oscuri. Nel teatro come nella vita, malgrado tutto, bisogna andare avanti …the show must go on.


giovedì 12, venerdì 13, sabato 14 novembre 2009
CAOS
di Valeria Cavalli, Claudio Intropido
scene e luci Claudio Intropido
coreografia Susanna Baccari, Valeria Cavalli
con Susanna Baccari, Valeria Cavalli, Luca Gatti, Claudio Intropido, Alessandro Larocca, Andrea Ruberti
regia Claudio Intropido

Costruito attingendo alle tecniche del teatro-danza, patrimonio consolidato nello stile di Quelli di Grock, Caos si sviluppa intrecciando parole elementari, pensieri e concetti pratici con i gesti della quotidianità. I corpi degli attori-danzatori, mostrati in diretta o ripresi da una telecamera a circuito chiuso, partono da una gestualità banale che progressivamente si trasforma in espressione complessa ed esaustiva. Le coreografie invadono lo spazio e senza sosta i sei attori, quattro uomini e due donne, liberano un’energia esplosiva e travolgente.
Caos può essere definito uno sguardo sul vuoto del vivere quotidiano, ma non uno sguardo drammatico o pensoso, bensì mordace, tagliente, ironico, deformante, illuminante. In Caos non c’è posto per l’angoscia, lo smarrimento, il fastidio: al contrario, tutto avviene all’insegna dell’euforia, di uno sfogo fisico e verbale che diventa sempre più incontenibile e contagioso, fino ad un irresistibile e “torrenziale” finale.

Per informazioni e prenotazioni:
Teatro Leonardo da Vinci – Via Ampère 1, angolo piazza Leonardo da Vinci, Milano
02 26.68.11.66 dal lun al sab dalle 15.30 alle 19.30 - biglietteria@teatroloenardo.it
Quelli di Grock – Via E. Muzio 3, Milano
02 66.98.89.93 dal lun al ven dalle 10.00 alle 18.00 – promozione@quellidigrock.it

Date e orari
Tutti i giorni alle 20.45 escluso il giovedì ore 19.45 e la domenica ore 16.00

LA CLÉ DU CHAPITEAU
venerdì 30 ott (ore 20.45), sabato 31 ott (ore 20.45), domenica 1 nov (ore 16.00)
CINEMA CINEMA
martedì 3 nov (ore 20.45), mercoledì 4 nov (ore 20.45), giovedì 5 nov (ore 19.45)
ZE SCIÒ MASGOÒN
sabato 7 nov (ore 20.45), domenica 8 nov (ore 16.00), lunedì 9 nov (ore 20.45)
CAOS
giovedì 12 nov (ore 19.45), venerdì 13 nov (ore 20.45), sabato 14 nov (ore 20.45)

Prezzi
Posto unico € 20,00; riduzione giovani fino ai 25 anni e strutture convenzionate € 14,00; riduzione anziani oltre i 60 anni € 10,00; martedì ingresso € 12.50;  giovedì riduzione tessera Agis € 15,00 - ABBONAMENTO AI 4 SPETTACOLI: € 35.00


Anna Dotti - Uff. Comunicazione Quelli di Grock
Via E. Muzio, 3 Milano
Tel. 02- 66.98.89.93 / Cell 333-7467917
e-mail: comunicazione@quellidigrock.it
www.quellidigrock.it

 

Print Friendly, PDF & Email

GRUPPO VALLE DELLA NAVA
in in collaborazione con
ASSOCIAZIONE PER I PARCHI DEL VIMERCATESE

Nell'ambito della campagna di valorizzazione del corridoio ecologico tra il
Parco dei colli Briantei ed il Parco Regionale di Montevecchia Valle del Curon
e


organizza

ALBERI, MITI E LEGGENDE NELLA VALLE DELLA NAVA

Una visita guidata in Valle Nava seguendo racconti miti e leggende del passato per
scoprire gli alberi come non li avete mai visti
.

Si tratta di una visita guidata particolare. Scopriremo gli alberi della Valle della Nava raccontando i miti e le leggende che ci sono stati tramandati nei secoli e che hanno ad oggetto le piante ... dal mito dell'Alloro della ninfa Dafne a quello della quercia di Argo passando dalla mitologia celtica e dalle più belle  tradizioni popolari italiane. .
Incontreremo elfi, draghi, ninfe, fate e folletti ... un mondo fantastico e sconosciuto,
nascosto com'è tra le foglie degli alberi.
Parleremo anche degli usi che i nostri nonni facevano del legno e di come conoscessero, molto meglio di noi, le caratteristiche delle piante riuscendo ad utilizzarle al meglio.

DOMENICA 25 OTTOBRE 2009 , ore 10.00
CASATENOVO, Via Leone XIII (all'altezza di P.za Sala)
loc. Colombina


La partecipazione è libera. L'escursione si svolgerà su sentieri di campagna non asfaltati e non presenta
particolari difficoltà. La durata prevista è di circa 2 ore. Si consiglia abbigliamento comodo.
Con la partecipazione si sottintende che il partecipante abbia idoneità fisica a svolgere attività motorie anche se non competitive.
L’organizzazione declina ogni responsabilità per danni alle persone o alle cose che dovessero verificarsi prima, durante e dopo la manifestazione. info: vallenava@gmail.com, parchivimercatese@brianzaest.it


La Valle della Nava

La Valle della Nava si trova in territorio di Casatenovo, Missaglia e Monticello Brianza.
Si tratta di una vera e propria oasi naturale dove zone agricole ben conservate si alternano a boschi, siepi e prati stabili.
La valle prende il nome dal Rio Nava che la attraversa longitudinalmente.
Il gruppo di volontari riuniti nell'Associazione Valle della Nava di Casatenovo sta svolgendo da qualche anno un prezioso lavoro di studio e valorizzazione di questo territorio ricco oltre che di bellezze naturali, anche di emergenze architettoniche legate alla tradizione rurale.
Da anni questi cittadini si adoperano perché possa vedere la luce un parco, un'area protetta che farebbe parte del corridoio verde tra il Parco dei Colli Briantei ed il Parco Regionale di Montevecchia Valle del Curone, uno spazio di biodiversità e quiete nel cuore della Brianza che urla, fuma e produce.

 

Print Friendly, PDF & Email

Il borgomastro Maurizio Ronchi fa scrivere sui giornali: “È fatta, arriva la Decathlon”. Noi gli rispondiamo che si sbaglia. Quello che è veramente fatto, è il Parco Est delle Cave, che è ormai diventato un parco sovracomunale riconosciuto dalla Provincia di Milano. È stato voluto dai cittadini e dalle amministrazioni di cinque comuni: Brugherio, Carugate, Cologno, Cernusco e Vimodrone. È l’ultimo grande polmone verde che salvaguarda il territorio in questa zona, tenendo presente che la Lombardia è una delle zone più inquinate d’Europa. E salvaguarda quindi la salute degli abitanti, brugheresi compresi. Basta con i grandi insediamenti commerciali, basta con la cementificazione, con l’aumento del traffico e dell’inquinamento. Come fa Ronchi a parlare di “bene della città”?

Il progetto della Decathlon era già stato bocciato dalla Provincia. Chi ha interesse a tirarlo di nuovo fuori?

“Difendiamo la terra dei nostri padri”, era scritto a grandi caratteri nei manifesti elettorali della Lega. Forse volevano dire “Distruggiamo la terra dei nostri padri”. E dei nostri figli, anche.

Decathlon e Ronchi si sbagliano se credono che ora possano fare i loro interessi sulla testa dei cittadini. Noi daremo battaglia e invitiamo tutte le forze democratiche e ambientaliste di Brugherio, insieme a quelle degli altri comuni, ad esigere il rispetto degli impegni sottoscritti.

Comitato Parco delle Cave di Brugherio
Circolo di Rifondazione di Brugherio
Brugherio Futura

 

Print Friendly, PDF & Email

Adiconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e  Unione Nazionale Consumatori presentano il progetto comune sui temi “alimentazione e sostenibilità”

dedicato ai cittadini lombardi

 

Milano, 15/10/2009  - In occasione della giornata mondiale dell’alimentazione, indetta dalla FAO, Adiconsum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori, presentano “Verso l’Expo del Consumatore”, percorso di informazione-formazione rivolto ai cittadini lombardi.

Il progetto, curato dalle sedi regionali verrà realizzato con i fondi dell’Antitrust, erogati dal  Ministero dello Sviluppo Economico e  dalla Regione Lombardia.

Al centro del programma, presentato unitariamente dalle associazioni di tutela dei consumatori, sarà il tema di Expo 2015, “Feeding the planet, Energy for life”, “Nutrire il pianeta, energia per la vita”Argomento portante che sarà coniugato nelle sue parti più significative: alimentazione e sostenibilità. La prima intesa come qualità, sicurezza, salute e tradizione, ma anche diritto inalienabile di ciascun individuo in ogni parte del mondo, la seconda come equilibrio tra ragioni economiche ed esigenze sociali ed ambientali.

 

“Verso l’ Expo del Consumatore” sarà articolato in sette percorsi paralleli, ed ognuno di essi sarà curato dall’associazione di tutela dei consumatori che per tradizione e specificità ha raggiunto maggiori competenze sulla tematica trattata, e coinvolgerà, oltre i cittadini,  le istituzioni e i protagonisti della filiera agro-alimentare.

 

Innanzitutto si delineerà, attraverso un'indagine “ad hoc”, un quadro preciso dei percorsi verso il consumo, alimentare e non, dei cittadini lombardi.   Ecco, quindi, che Adiconsum Lombardia con “Questione di stile…di vita” realizzerà un’opera di ricerca e studio dei percorsi di consumo e dei comportamenti di acquisto delle famiglie, sia in relazione ai beni alimentari sia in relazione a forme di acquisto innovative, come gruppi di acquisto e  vendita diretta.

Si cercherà, poi, di guidare il consumatore a scegliere e preferire, consapevolmente,

un’alimentazione locale, sana, sicura, stagionale e sostenibile.

 

E’ in questo ambito che si inserisce “Alimentazione e Territorio”, il progetto di  Confconsumatori,  che parte dalla constatazione di come la Lombardia sia, di fatto, la prima regione agricola d’Italia e come sia necessario contribuire alla formazione di una nuova generazione di consumatori che scelgano di mangiare prodotti locali e stagionali.

 

 

 

 

Percorso che si intreccerà con  “Alimentazione e prodotti di qualità” curato dal Comitato Lombardo dell’Unione Nazionale Consumatori che punterà  sulla diffusione e conoscenza dei marchi DOP e IGP ma, anche, di quei prodotti lombardi che non sono riconosciuti dalla Comunità Europea, pur rispondendo a particolari criteri stabiliti dalla normativa italiana, a garanzia della qualità del prodotto.

In una società dell’abbondanza dove le cattive abitudini alimentari possono tramutarsi in possibili patologie (obesità, malattie cardiovascolari, allergie) ecco, invece, il progetto di sensibilizzazione “Alimentazione come fattore protettivo della salute” affrontato da Cittadinanzattiva, dove la salute viene concepita non più in una dimensione di responsabilità individuale, ma come diritto-dovere che chiama in causa l’intera collettività.

 

Prevenire le tossinfezioni alimentari causate dal consumo di alimenti contaminati da microrganismi e tossine potrà essere possibile aumentando le conoscenze dei cittadini, fornendo loro informazioni su come evitarle e su come segnalare le irregolarità alle istituzioni: questo l’obiettivo di Movimento Consumatori, che si rivolgerà a tre attori della filiera: cittadini, grande distribuzione organizzata e scuole.

 

La diffusione di buone pratiche sarà, invece, al centro dell’opera informativa predisposta dal Movimento Difesa del Cittadino che parte da un dato eloquente: in Italia, circa il 10 per cento della somma spesa per i prodotti alimentari, pari a 560 euro all’anno per famiglia,  non viene poi consumata e finisce nei rifiuti. Ecco, quindi, in un periodo di disagio economico come quello attuale, un’occasione per favorire tra i cittadini una riflessione sui propri stili di consumo.  Buona pratica che si cercherà di estendere anche agli altri attori della filiera, istituendo un bando che premierà i produttori che si distingueranno per comportamenti rispettosi dell’ambiente: dal limitato uso degli imballaggi, all’utilizzo  di distributori di prodotti sfusi, fino alla promozione del consumo stagionale e territoriale.

 

Con “Mobilità e Alimentazione“, Assoutenti porrà, invece, l’accento su come promuovere il trasporto pubblico, anche alla luce dell’occasione di riqualificazione urbana e di ammodernamento delle infrastrutture prevista per Expo 2015.  Obiettivo principale sarà quello di rendere i sistemi di mobilità privata e collettiva oltre che realmente accessibili a tutti, per costi ed informazioni, intergrati tra loro.

Infine,  un semplice ma significativo elemento richiamerà anche visivamente la campagna “Verso l’Expo del Consumatore” e, con essa,  tutto il materiale informativo e divulgativo del progetto:  un albero con radici e foglie di diversi colori ad evidenziare, sia il lavoro di equipe svolto dalle associazioni, sia il richiamo ai legami con il territorio ed i suoi prodotti, ma soprattutto,  il ruolo fondamentale del cittadino – consumatore rispetto a queste tematiche.

 

 

Ufficio stampa “Verso l’Expo del Consumatore”

A cura MDC Lombardia

Via Lorenteggio 145

20146 Milano

e-mail: ufficostampalombardia@mdc.it

tel. 02 89 055 396

 

Print Friendly, PDF & Email

Mercoledì 21 ottobre alle ore 18 all’Urban Center, in via Turati 6, è in programma la presentazione del libro “Anna è viva. Storia di Anna Politkovskaja una giornalista non rieducabile”.
Sarà presente all’incontro l’autore, il giornalista RAI Andrea Riscassi, cofondatore dell’associazione “Anna è viva”, movimento nato con l’intento di mantenere alta l’attenzione verso la storia della giornalista russa uccisa nel 2006.

“Abbiamo fortemente voluto organizzare la presentazione del libro di Riscassi – afferma l’Assessore alla Comunicazione Pierfranco Maffè - anche nella nostra città, certi che i monzesi sapranno apprezzare la serata che abbiamo in programma. L’appuntamento sarà un’occasione importante per discutere su un tema delicato come quello della libertà di stampa, allo stesso tempo, avremo la possibilità di approfondire il caso controverso della Politkovskaja.
Un ringraziamento va quindi a Riscassi che, voglio ricordare, devolverà i proventi dei diritti d’autore del libro alla fondazione “Anna è viva””.

La serata è patrocinata dall’Assessorato alla Comunicazione del Comune di Monza.

 

Anna è viva Storia di Anna Politkovskaja,
una giornalista non rieducabile
Introduzione di Ottavia Piccolo
Edizioni Sonda pp. 136 - € 14,00 formato 13x21 cm con alette Collana: Saggi, 2 ISBN: 978 88 7106 555 7

 

■ Un libro per continuare a parlare del regime instaurato in Russia, verso il quale per troppi anni
in Europa si è taciuto, sudditi come siamo del gas russo.
■ Per non dimenticare Anna Politkovskaja e tutti coloro che mettono in gioco la loro vita per
raccontare quello che accade.
■ Con un’introduzione di Ottavia Piccolo, protagonista dello spettacolo teatrale Donna
non rieducabile sulla vita della giornalista russa.
Anna Politkovskaja è stata la giornalista russa più famosa del mondo in quanto si è opposta platealmente al regime instaurato da Vladimir Putin. Laica e disincantata, nelle sue inchieste non temeva di schierarsi.
Scegliendo sempre i più deboli e indifesi, è finita dalla parte dei ceceni, come testimone credibile proprio perché non si limitava a fare da spettatrice. Per questo Anna è stata uccisa a Mosca, in pieno giorno, il 7 ottobre 2006. Finora il suo delitto è rimasto impunito, soprattutto rispetto ai mandanti.
Ma Anna Politkovskaja non è stata l'ultima: far tacere il dissenso è la tecnica che tutti i totalitarismi hanno usato. Dopo di lei, un giovane avvocato e una giovanissima cronista sono stati freddati a Mosca perché si occupavano di Cecenia. Nel volume ne è riportato l’elenco tragicamente completo: fino alla pubblicazione, infatti, un'altro giornalista e attivista dei diritti umani è stato ucciso il 29 marzo 2009.
Tuttavia, nel caso di Anna Politkovskaja, la sua voce chiara, la sua prosa limpida, la sua gentilezza hanno fatto raccogliere in molte parti del mondo la sua sfida. Oggi la Politkovskaja è rispettata e amata ormai come un simbolo, malgrado non volesse essere un'eroina ma fare solo il suo mestiere.
Andrea Riscassi, anch’egli giornalista, è uno dei fondatori dell’associazione «AnnaViva» nata per onorare la memoria della Politkoskaja. In questo libro ne ricostruisce la storia personale e, soprattutto, di cosa scriveva e come interpretava il giornalismo. I diritti d’autore di questo volume sono interamente destinati a sostegno dell’Associazione Annaviva.
Andrea Riscassi, nato nel 1967 è un giornalista della Rai di Milano, dove si occupa di politica e di cronaca. Ha iniziato, giovanissimo, prima a «Società» poi al «Corriere della Sera» per approdare in televisione nel 1991 dove ha seguito le guerre balcaniche e le rivoluzioni democratiche nei paesi ex sovietici e moltissime campagne elettorali, in Italia come all’estero.
Dal suo appello Un albero per Anna è nata l’associazione Annaviva, che si occupa di diritti umani e di democrazia nell’ex spazio sovietico. Grazie al suo impegno nel ricordare la grande giornalista russa, ha ricevuto la medaglia d'oro della Provincia di Milano, Premio Riconoscenza 2008.

 

Print Friendly, PDF & Email

la Feltrinelli I Libri e Musica
Via Italia 41, Monza
Tel. 039 323949

Venerdì 16 ottobre
ore 18.30

Alessandro Teruzzi

presenta il suo libro

I diari della rodoviaria

I diari della rodoviaria sono il racconto dei 45 giorni che due amici hanno trascorso viaggiando per il Brasile. Il diario è stato scritto praticamente giorno per giorno, di getto, quasi come se fosse la trascrizione fedele del flusso di coscienza che giornalmente provava il protagonista-autore, Alessandro Teruzzi. Incontri, avventure, condivisione, facce, storie, amori… tutti elementi che fanno parte del “mito” del viaggio e che sono presenti nel racconto di questa esperienza.

Così l’autore sulle motivazioni che hanno portato alla stesura dei diari:

con la pubblicazione del diario spero principalmente di raggiungere due obiettivi: il primo è quello, banale, di mettere a conoscenza il maggior numero di persone possibile di cosa abbiamo visto e di quello scorcio di realtà brasiliana che abbiamo vissuto. Il secondo, simile eppure molto differente, è quello di condividere, anche se solo in minima parte, le emozioni, il profondo sentire che ci ha accompagnato in molti momenti del viaggio. Portare al cuore e alla pancia, prima che alla testa delle persone, i volti e le storie dei molti compagni di viaggio che abbiamo avuto. È un po' una legge di… giustizia universale: da questo viaggio abbiamo avuto tantissimo (e, speriamo, di avere anche dato almeno un decimo di quello che abbiamo ricevuto) e non sarebbe giusto che tenessimo solo per noi questo tesoro. Va condiviso con altri.”

Parteciperà alla presentazione un rappresentante della ONG “Fratelli dell’uomo”, associazione attiva dagli anni Sessanta su due livelli complementari: da un lato, sostenendo realtà e movimenti dei Sud del mondo e, dall’altro, promuovendo un lavoro di educazione e di sensibilizzazione in Europa, per una solidarietà attiva e “alla pari”, non solo assistenziale.In particolare, l’associazione segue progetti di cooperazione con il movimento MST del Pernambuco e formazione e promozione per i giovani a Recife.

Al termine della presentazione aperitivo con degustazione di succhi di frutta tipici brasiliani.

Per informazioni:
vectorsigma@inbox.com
cell. 3494724123

 

Print Friendly, PDF & Email

l’Associazione Volontari Ospedalieri di Monza
invita i cittadini di Monza e Brianza ai seguenti spettacoli:
24 ottobre 2009 ore 21.00
Chiesa di San Biagio, via Prina - Monza
CONCERTO GOSPEL “SONGS FOR GOD”
dei cori SJ Kids Gospel Choir e Monday Gospel
diretti dal Maestro Tiziano Cogliati
Ingresso libero
30 ottobre 2009 ore 21.00
Teatro Manzoni, via Manzoni - Monza
ORGANIZZIAMOCI... ridere per sempre
Spettacolo di cabaret con I Mancio & Stigma, Riky Bokor e,
direttamente da ZELIG, Francesco Rizzuto e Bruce Ketta
Presentano Mimmo Pesce e Margò Volo
Posto unico e10.
Prevendita biglietti dal 13 al 28 ottobre (h.10.30-12.00 e 15.00-18.00) presso il
Teatro Manzoni e presso Pro Monza, piazza Carducci 2.
Questo evento è organizzato in collaborazione con i volontari dell’AIDO Monza e dell’Associazione ZeroConfini Onlus: insieme, è meglio!
E se, oltre a far festa con noi, vuoi portare il tuo sorriso agli ammalati dell’Ospedale
o agli anziani delle case di riposo monzesi, telefonaci in segreteria al numero 039.233.3432 ogni pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30: ti riserveremo un posto per il prossimo corso di formazione per volontari AVO che inizierà l’11 gennaio 2010.

 

Print Friendly, PDF & Email

Questa manifestazione dal titolo“ VIAGGIO ALLA RICERCA DEL BEN-ESSERE” vuole essere di aiuto alla
comprensione di quanto sia importante per ogni singolo individuo, dedicare anche una piccola parte del suo
tempo alla cura del proprio corpo e all’equilibrio della mente , per dare una nuova speranza e un benefico
impulso alla vita di tutti i giorni.
Pertanto, in queste date, oltre ad impiegare un turn over di professionisti operanti nelle diverse discipline come
lo shiatsu , la riflessologia , il massaggio , le ginnastiche dolci, il pilates, ecc…. (che si presteranno
gratuitamente per una prova delle stesse ), si terrà un convegno dove verranno trattati argomenti come :
• IL SIGNIFICATO DI BEN-ESSERE
• COME APPLICARLO NELLA VITA QUOTIDIANA
Per noi stessi
Nella Famiglia
Per i figli
Nel Lavoro
I MEZZI PER ARRIVARE AL BEN-ESSERE PSICOFISICO
.
Durante la manifestazione verranno omaggiati tutti i partecipanti, oltre che con le nostre tessere associative ,
anche con simpatici gadget , in ricordo dell’evento , dove saranno presenti i nostri sponsor e alcune strutture
convenzionate con noi.
In allegato il programma dell’evento

 

Sabato 17 Ottobre
MATTINA
dalle ore 10:00 alle ore 12:00 : APERTURA STAND A PARTECIPAZIONE GRATUITA
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO RELAX
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO LINFODRENANTE
• TRATTAMENTI DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE
• TRATTAMENTI SHIATSU
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO THAILANDESE
• CORSI IN GRUPPO DI PILATES
• CORSI IN GRUPPO DI GINNASTICA DOLCE
POMERIGGIO
dalle ore 13:00 alle ore 16:00 : RIAPERTURA STAND A PARTECIPAZIONE GRATUITA
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO RELAX
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO LINFODRENANTE
• TRATTAMENTI DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE
• TRATTAMENTI SHIATSU
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO THAILANDESE
• CORSI IN GRUPPO DI PILATES
• CORSI IN GRUPPO DI GINNASTICA DOLCE

 

dalle ore 16:00 alle ore 17:00 : CONVEGNO “ BEN-ESSERE”
• CHI SIAMO
• LE NOSTRE ATTIVITA’
• SIGNIFICATO DI BEN-ESSERE
• COME APPLICARLO NELLA VITA QUOTIDIANA
Per noi stessi
Nella Famiglia
Per i figli
Nel Lavoro
GLI ESPERTI DICONO ……
MEZZI PER ARRIVARE AL BEN-ESSERE PSICOFISICO
SPAZIO ALLE DOMANDE …………….
PRESENTAZIONE DEGLI SPONSOR E LORO ATTIVITA’
RINGRAZIAMENTI
dalle ore 17:00 alle ore 19:30 : RIAPERTURA STAND A PARTECIPAZIONE GRATUITA
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO RELAX
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO LINFODRENANTE
• TRATTAMENTI DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE
• TRATTAMENTI SHIATSU
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO THAILANDESE
• CORSI IN GRUPPO DI PILATES
• CORSI IN GRUPPO DI GINNASTICA DOLCE
Domenica 18 Ottobre
dalle ore 10:00 alle ore 11:00 : APERTURA STAND A PARTECIPAZIONE GRATUITA
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO RELAX
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO LINFODRENANTE
• TRATTAMENTI DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE
• TRATTAMENTI SHIATSU
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO THAILANDESE
• CORSI IN GRUPPO DI PILATES
• CORSI IN GRUPPO DI GINNASTICA DOLCE

 

dalle ore 11:00 alle ore 12:00 : CONVEGNO “ BEN-ESSERE”
• CHI SIAMO
• LE NOSTRE ATTIVITA’
• SIGNIFICATO DI BEN-ESSERE
• COME APPLICARLO NELLA VITA QUOTIDIANA
noi stessi
Famiglia
figli
lavoro
GLI ESPERTI DICONO ……
MEZZI PER ARRIVARE AL BEN-ESSERE PSICOFISICO
SPAZIO ALLE DOMANDE …………….
PRESENTAZIONE DEGLI SPONSOR E LORO ATTIVITA’
RINGRAZIAMENTI
POMERIGGIO
dalle ore 13:00 alle ore 19:00 : RIAPERTURA STAND A PARTECIPAZIONE GRATUITA
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO RELAX
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO LINFODRENANTE
• TRATTAMENTI DI RIFLESSOLOGIA PLANTARE
• TRATTAMENTI SHIATSU
• TRATTAMENTI DI MASSAGGIO THAILANDESE
• CORSI IN GRUPPO DI PILATES
• CORSI IN GRUPPO DI GINNASTICA DOLCE
DURANTE LA MANIFESTAZIONE VERRA’ REGALATA L’ISCRIZIONE ALL’ASS. ITALIANA TERAPIE del BEN-ESSERE

 

Print Friendly, PDF & Email

20080810-rondo-centro

I presidenti nazionali di FAI, Italia Nostra e Legambiente contro l'ecomostro