Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Vorrei | Rivista non profit


Comunicati stampa

Attenzione. I materiali pubblicati in questa pagina non sono prodotti da Vorrei.
Vengono pubblicati su richiesta dei mittenti i quali se ne assumono ogni resposabilità.
Inviate i vostri comunicati a: info@vorrei.org

Print Friendly, PDF & Email
Print Friendly, PDF & Email

CONTROLLO DEL VICINATO, ASSEMBLEA PUBBLICA IL 10 DICEMBRE

Nella sala consiliare di Palazzo Trotti

Anche a Vimercate il Controllo del Vicinato è realtà e sta muovendo i primi passi verso la costituzione vera e propria dei gruppi e del coinvolgimento dei cittadini. Per conoscere meglio il progetto l'Amministrazione Comunale ha organizzato per lunedì 10 dicembre alle ore 20.30 presso l'aula consiliare di Palazzo Trotti un incontro pubblico di presentazione dell'iniziativa. Interverranno: il Sindaco Francesco Sartini, il Comandante della Polizia Locale Vittorio de Biasi e il Vice Presidente Nazionale dell’Associazione Controllo del vicinato (Acdv) Dott. Raul Piemonti. Vi ricordiamo che sul sito internet comunale è on-line una ricca sezione dedicata dove trovate tutte le informazioni, il dettaglio del progetto e come aderire.

Vimercate, 4 dicembre 201

 

Print Friendly, PDF & Email

Venerdì 7 dicembre ore 21.00- Stagione L'altro Binario

Sala Picasso - Teatro Binario 7 di Monza

SONO. SOLO.AMLETO

progetto e interpretazione Marco Cacciola

regia e drammaturgia Marco Cacciola, Marco Di Stefano

testi Marco Cacciola, Lorenzo Calza, Michelangelo Dalisi, Marco Di Stefano, Letizia Russo

audio e video Alberto Irrera

luci Fabio Bozzetta

assistente alla regia Carlotta Viscovo

produzione Residenza IDra / InBalìa

Venerdì 7 dicembre alle 21.00, quarto appuntamento della Rassegna L’Altro Binario. In scena Marco Cacciola con Io. Sono. Solo. Amleto. , spettacolo che mostra un lato di ognuno dei personaggi principali della tragedia: la rabbia interrogante di Amleto, la debolezza di Ofelia, la tormentata superficialità di Gertrude, la saggezza del becchino, abbinando questi tratti a rimandi più contemporanei come le fatiche di un padre alle prese con una figlia adolescente e con le zip di giacchette di infanti che si inceppano.

https://binario7.org/

 

Print Friendly, PDF & Email

Chiude il Distretto High-Tech del Vimercatese: un’occasione persa

Abbiamo appreso della decisione di chiudere il distretto High-Tech del Vimercatese. Ci sembra che questo epilogo certifichi che si è persa una grande occasione. Ci rammarica che le Istituzioni non abbiano però elaborato un piano alternativo per continuare a perseguire la strada della tutela del sistema industriale del territorio e per preservarne la vocazione High Tech del vimercatese. Eppure l’occasione di aprire un tavolo per ripensare il sostegno all’High Tech del Vimercatese il presidente Pietro Palella l’aveva lanciata. Ora la risposta che arriva è solo quella di chiudere i battenti. Siamo convinti che questa non sia la strada giusta.

Sarebbe invece stato naturale e giusto aprire un confronto con  le Organizzazioni Sindacali che grande parte hanno avuto nel preservare la vocazione industriale e tecnologica in tutta la così detta Silicon Valley e nell’aria ex IBM in particolare. Infatti le aziende dell’High Tech del Vimercatese sono sotto attacco da tempo e il distretto High- Tech aveva il compito di tutelare e ripristinare l’”eco-sistema“ del territorio messo in ginocchio dalla crisi. Dopo il fallimento della Bames e Sem, altre e importanti sono ancora le crisi aperte nei comparti dell’elettronica e telecomunicazioni, in primis la crisi di Linkra /Compel.

Siamo convinti che non sia il momento di gettare la spugna, anche davanti a sfide ambiziose ma necessarie e condivise. Riteniamo fondamentale che la politica sia protagonista di politiche industriali di indirizzo, che guidi la rinascita, insieme alle parti sociali, in primis dei settori strategici per il Paese. Crediamo che non vada in questa direzione la chiusura del distretto High Tech, sic et simpliciter.

Monza, 30 novembre 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

Sosta a pagamento durante il periodo natalizio, in arrivo i voucher con 10.000 ore gratuite di sosta

Diecimila voucher per 10.000 ore di sosta gratuita sulle strisce blu nel Centro storico, con un unico obiettivo: favorire la partecipazione della cittadinanza alle tante iniziative in programma ed incentivando lo shopping nel “cuore” del territorio. In occasione del periodo natalizio – e nello specifico dall’8 dicembre 2018 al 7 gennaio 2019 – l’Amministrazione Comunale ha previsto particolari agevolazioni per chi si recherà nel centro cittadino. Una su tutte, farà felici gli automobilisti: attraverso le Associazioni di categoria, gli esercenti locali e le rappresentanze di riferimento presenti sul territorio del Commercio e dell’Artigianato, dall’inizio del mese di dicembre è prevista la distribuzione ai cittadini che ne faranno richiesta di coupon per la sosta gratuita di un’ora sugli spazi a pagamento della città, ad esclusione dell’area della Stazione.

Complessivamente, grazie ad un accordo fra Comune e Abaco Spa titolare della gestione dei parcheggi a pagamento in città, sono previsti 10.000 voucher per un ammontare complessivo di 10.000 ore di sosta. La spesa sostenuta dal Comune per l’incentivo è di poco superiore ai 3.000 euro. I voucher saranno simili ai “gratta e sosta” già utilizzati in altre città: sarà sufficiente “grattare” l’anno, il mese, il giorno, l’orario e il minuto ed esporre il tagliando sul parabrezza dell’auto per poter usufruire dei 60 minuti di sosta gratuita al giorno al termine dei quali per continuare ad occupare lo stallo a pagamento sarà necessario munirsi di apposito ticket.

Da parte degli automobilisti, potrà essere utilizzato un solo coupon al giorno, esponendo lo stesso, debitamente compilato, sul parabrezza del veicolo del fruitore; dall’agevolazione sono escluse le aree di sosta presenti nei pressi della stazione tenuto conto dell’alta concentrazione dei veicoli quotidianamente in sosta in tale zona.

Lissone, 30 Novembre 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

Ciclostazione, apertura da lunedì 3 dicembre. Al via il periodo sperimentale gratuito

Un iniziale periodo sperimentale gratuito, con la possibilità di usufruire senza alcun costo della struttura di via Guidoni, a cui farà seguito l’entrata a regime del servizio con custodia e vendita di abbonamenti. A partire da lunedì 3 dicembre apre ufficialmente all’utenza la Ciclostazione, ideale punto di riferimento per i pendolari che raggiungono lo scalo ferroviario di Lissone-Muggiò a bordo della bicicletta. L’accesso gratuito alla Ciclostazione avverrà mediante utilizzo della Tessera sanitaria che dovrà essere inserita con banda magnetica rivolta verso l’alto nel lettore posto all’ingresso. Una volta all’interno, l’utenza potrà scegliere fra uno dei 100 stalli disponibili in cui “parcheggiare” la propria bicicletta, assicurarla con catena e lucchetto alle pedane e dirigersi verso l’uscita che porta direttamente al Binario 1. L’orario di apertura della Ciclostazione, nel periodo iniziale di apertura, sarà il seguente: tutti i giorni (festivi compresi), dalle 5,30 alla 1. In questo modo, la struttura sarà fruibile all’utenza mezz’ora prima dell’arrivo del primo treno a Lissone e mezz’ora dopo la fermata dell’ultimo convoglio serale. Solo nella prima settimana di apertura, per fornire assistenza all’utenza e dare tutte le informazioni relative al servizio, sarà presente personale di supporto con presidio ad inizio e fine giornata per consentire all'utenza di “apprendere” le operazioni da eseguire. A partire dal prossimo 3 dicembre, sulle biciclette parcheggiate in luoghi non consentiti nei dintorni della stazione sarà apposta adeguata comunicazione indicando l’apertura della vicina Ciclostazione. A seguire, un presidio costante sarà garantito dalla società ABACO che proprio all’interno della Ciclostazione trasferirà il proprio ufficio operativo a partire dalla metà di dicembre. Per ragioni di sicurezza, la Ciclostazione è videosorvegliata h24 con impianto collegato al Comando della Polizia locale. “Dopo qualche innegabile ritardo, ora è tempo di guardare al futuro – dichiarano il Sindaco Concettina Monguzzi e l’assessore alla Città Vivibile, Marino Nava – con l’apertura della Ciclostazione, offriamo ai nostri pendolari un servizio innovativo che permetterà di favorire la mobilità sostenibile sul territorio di Lissone. Ci appelliamo al buon senso e alla cura di tutti gli utenti per mantenere questo luogo efficiente, pulito e sicuro”.

Lissone, 28 Novembre 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

SCIOGLIMENTO DELLA FONDAZIONE DISTRETTO GREEN AND HIGH TECH MONZA E BRIANZA

La annunciano con un comunicato congiunto il Presidente della Provincia di Monza e Brianza Roberto Invernizzi e il Presidente dell’Associazione dei Comuni per il Distretto Francesco Sartini.

Monza, 27 novembre 2018

È con profondo rammarico e senza far mancare il nostro spirito di responsabilità che affrontiamo l’ormai inevitabile epilogo della Fondazione Distretto Green and High Tech Monza Brianza.

La provincia di Monza e Brianza e l’Associazione dei Comuni per il Distretto, che riunisce 15 comuni del Vimercatese, hanno espresso in questa fase la volontà di sostenere e rilanciare questa esperienza, mettendo a disposizione tutte le possibilità consentite dal proprio del ruolo di enti pubblici, giungendo in fine nell’assemblea dei soci fondatori del 27 novembre a prendere atto dell’impossibilità di continuare ad operare da parte della fondazione, per il venire meno del CdA, conseguenza delle dimissioni e mancata sostituzione dei consiglieri in quota ad Assolombarda e Camera di Commercio, oltre che per la continuativa assenza del Consigliere in quota al comune di Monza.

Il permanere del Distretto in questa situazione non sarebbe sostenibile, non solo economicamente ma anche sotto il profilo della responsabilità verso le persone coinvolte, in particolare verso i dipendenti, motivo per cui, nonostante la contrarietà di principio, non ci si è potuti opporre allo scioglimento della Fondazione.

Riteniamo doveroso esprimere il riconoscimento per la correttezza e la professionalità con cui il Presidente del CdA, ing. Pietro Palella, e il Direttore Generale, dott. Giacomo Piccini, hanno condotto il distretto in questi anni e affrontato questa fase, rendendo ancora più aspro il rammarico per l’epilogo e per l’assenza protratta negli ultimi mesi da parte del Comune di Monza, socio fondatore del Distretto.

Sottolineiamo la volontà di dare vita a nuove iniziative che permettano di non disperdere la positiva esperienza del Distretto e la collaborazione tra enti pubblici, imprese e portatori di interesse che ne ha permesso la nascita e lo sviluppo.

Il Presidente della Provincia MB                                            Il Presidente dell’Associazione dei Comuni per il Distretto

Roberto Invernizzi                                                                                                      Francesco Sartini

 

Print Friendly, PDF & Email

Riuscito lo sciopero dei medici, anche in Brianza

Come ampiamente annunciato, i medici hanno incrociato le braccia su tutto il territorio nazionale venerdì 23 novembre e lo hanno fatto anche in Brianza. Uno sciopero indetto da tutte le sigle sindacali della Dirigenza medica, dei Veterinari e dei Dirigenti del Sistema Sanitario Nazionale per chiedere il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, bloccato da quasi dieci anni, e per denunciare le difficoltà quotidiane nel garantire il diritto universale alla salute.

Fatti i conti, si sono fermati un centinaio di medici nelle strutture sanitarie di Monza e della Brianza. “Un risultato importante, soprattutto se consideriamo i dati di analoghe iniziative organizzate in passato.” È il giudizio di Walter Palvarini, Segretario generale della Funzione Pubblica CGIL che prosegue: “Agli specialisti che hanno effettivamente scioperato dobbiamo aggiungere i medici che non hanno partecipato perché impegnati in servizi essenziali o perché gli organici sono estremamente ridotti e non se la sono sentita. È il caso, ad esempio, dei Pronto Soccorso di Monza e Desio dove almeno 15 medici hanno voluto informare la Direzione di condividere pienamente la piattaforma predisposta per convocare lo sciopero.”

Una condivisione degli obiettivi, quindi, che va ben oltre il dato di adesione. I medici chiedono che il Governo e le Regioni rendano disponibili le risorse necessarie per il rinnovo del contratto nazionale, almeno nella stessa quantità percentuale prevista dal Governo precedente per il rinnovo del contratto del personale non dirigente.

Però ci sono anche altri temi secondo Palvarini: “accanto all’obiettivo della riconquista del contratto, chiediamo che venga incrementato in modo graduale, ma certo, il Fondo Sanitario Nazionale e che venga predisposto un piano triennale per adeguare gli organici. Devono essere garantite le risorse necessarie a tutelare il diritto universale alla salute previsto dalla Costituzione.”

Monza - 27.11.2018

 

Print Friendly, PDF & Email

 Egregio Assessore Federico Arena, con riferimento all'installazione delle transenne parapedonali sulla ciclabile di via Regina Margherita e Viale Brianza, e al nostro comunicato stampa di agosto, abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di cittadini, pedoni e ciclisti, come noi critici sulla loro installazione, che considerano questi manufatti un inutile intralcio alla normale percorribilità dei vialetti ciclopedonali, soprattutto per chi si reca a scuola o al lavoro in bicicletta.

In effetti, queste barriere sono un ulteriore ostacolo per ciclisti e pedoni, e un segnale di maggiore attenzione alle auto anzichè allo sviluppo della mobilità ciclistica e sostenibile, invocata ormai da tutti come concreto aiuto per battere l'inquinamento e i mutamenti climatici. In particolare, i ciclisti debbono rallentare e arrestarsi (con rischio anche di caduta), le bici con carrello, le carrozzine  le sedie a rotelle faticano o sono impossibilitate a passare attraverso le barriere. Inoltre, rileviamo la contraddittorietà della installazione con la segnaletica già presente su tali incroci, che rischia di ingenerare equivoco sulla precedenza spettante a pedoni e ciclisti rispetto alle auto, vista la presenza di strisce orizzontali di rallentamento, dosso, segnaletica di stop e strisce pedonali-ciclabili. Le barriere sono inutili visto che, sia prima che dopo la loro installazione sugli attraversamenti in questione, va data la precedenza a chi percorre a piedi o in bici la ciclopedonale di Viale Regina Margherita e Viale Brianza.

Considerata la natura residenziale della zona e la numerosa presenza di visitatori e turisti, sarebbe opportuna la creazione di una estesa zona 30.

Facciamo infine presente che non si comprende la ragione delle installazioni visto che nelle analoghe situazioni di imbocco su Viale Regina Margherita e Viale Brianza la segnaletica orizzontale e verticale risulta assente o insufficiente, con reali rischi per la incolumità di pedoni e ciclisti.

La nostra associazione FIAB MonzainBici, associandosi alle rimostranze dei cittadini,  chiede quindi ufficialmente di rimuovere tali barriere ed eventualmente ridurre la sede stradale agli imbocchi in questione su viale Regina Margherita e Viale Brianza.

Confidando su un suo ripensamento accogliendo la nostra richiesta, la salutiamo cordialmente.

 

Print Friendly, PDF & Email

Santa Margherita, al via i lavori per la Zona 30

A partire da mercoledì 28 novembre, prenderanno il via i lavori necessari per l’istituzione della Zona 30 km/h a Santa Margherita con la creazione dei rialzi di carreggiata. I lavori sono stati consegnati all’impresa lo scorso 14 novembre. I tempi degli interventi saranno subordinati alle condizioni meteo e potranno subire variazioni in caso di situazioni climatiche particolarmente avverse. Come previsto dal cronoprogramma, i primi interventi interesseranno Via Lecco/De Amicis, con deviazioni sulla Via San Filippo Neri per chi arriva da Sud, e obbligo di percorrere Via Giusti fino a rientrare da via Sarpi per chi arriva da nord. Il traffico verrà deviato dalle ore 8.30 fino alle ore 17.

Successivamente si procederà ad intervenire su via De Amicis/Lecco, a seguire cantieri aperti in via De Amicis/Mattei ed infine in via De Amicis/Tarra. Proprio per evitare problematiche alla viabilità nel periodo prenatalizio per scuole e negozi, l’intervento avrà inizio nella parte di via Pirandello; a scuola chiusa si proseguirà su via Tarra (lasciando via De Amicis transitabile) e dopo Natale l’intervento proseguirà nella sede stradale di via De Amicis con la creazione del rialzo dedicato e di 2 nuove fermate del TPL.

Per ciascun intervento è previsto un lasso di tempo di circa una settimana; solo per via Tarra, la timeline è di tre settimane in quanto coincidente con la chiusura natalizia della scuola. Tutti i lavori si svolgeranno con chiusura dei soli tratti di strada interessati a partire dalle 8:30, ovvero dopo gli orari di maggior traffico veicolare. Il passaggio dei bus del trasporto pubblico locale sarà sempre garantito.

Lissone, 26 Novembre 2018

 

Print Friendly, PDF & Email

CHRISTMAS MONZA 2018: un Natale speciale in città

Spettacoli ed eventi, shopping natalizio, video mapping in 3D accendono le feste

 Monza, 26 novembre 2018. L’inaugurazione ufficiale è fissata per sabato 1 dicembre alle ore 17.00 quando le illuminazioni natalizie e l’atmosfera delle feste abbracceranno le vie e le piazze di Monza: pista di pattinaggio, Christmas Village, trenino di Natale, Arengario della Solidarietà e il nuovo “Natale tra gli Spalti” sono i luoghi principali dove trascorrere insieme i giorni delle feste fino al 6 gennaio. 

In programma anche un ricco calendario di iniziative, eventi e manifestazioni che l’Amministrazione ha preparato per rendere più piacevole il periodo delle feste.

Tra i tanti appuntamenti in calendario, gli eventi del sabato pomeriggio sono pensati proprio per il divertimento: sfilate musicali, parate luminose e flashmob il centro della città, dove un red-carpet di circa 1700 metri accompagnerà i tanti visitatori attesi tra spettacoli e shopping.

In collaborazione con ERSAF - Ente Regionale per i servizi all'Agricoltura e alle Foreste - in piazza Duomo sarà allestito un l’albero di Natale e organizzati laboratori per bambini e ragazzi.

Dopo il debutto della scorsa edizione, che è stato un vero e proprio successo, abbiamo voluto riproporre la formula del ‘Christmas Monza’, costruendo un palinsesto di iniziative ancora più ricco, dedicato principalmente alle famiglie e a quanti vorranno trascorrere in città, tra divertimento e shopping, i giorni delle feste”, ha spiegato il Sindaco Dario Allevi.

Il Christmas VillagePiazza Carducci – dalle ore 10.00 alle ore 19.30

Torna per il secondo anno consecutivo il Villaggio Natalizio composto da 30 chalet in legno, elegantemente decorati e circondati da abeti illuminati, che proporranno al pubblico specialità artigianali e culinarie provenienti anche dalla Lituania, Spagna, Finlandia e India. Al centro del villaggio la casa di Babbo Natale accoglierà i bambini nei pomeriggi di sabato e domenica e il 23 e il 24 dicembre.

In programma simpatici intrattenimenti per i più piccoli: laboratori creativi per realizzare decorazioni natalizie e spettacoli di magia, baby dance, giocoleria, racconti e “attesa della Befana”!

La pista di ghiaccio. In Piazza Trento e Trieste è installata la pista per il pattinaggio sul ghiaccio, con dimensioni 25 x 10 metri che sarà aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 con ingresso a 5 euro. Aperture speciali sono in programma per il 26 dicembre e 31 dicembre con il Capodanno on-ice fino all’1.30 in pista.

L’Arengario in luceFulcro della vita cittadina, l’Arengario sarà protagonista di un originale progetto di video 3D mapping, che propone racconti di brevi storie natalizie dedicate ai più piccoli, intervallati da alcuni elementi iconici distintivi della città, per creare una perfetta scenografia da foto-ricordo, anche da condividere sui Social Network.

L’ambientazione di luce esalterà l’architettura dello storico edificio, grazie a un particolare accento sul porticato, luogo di incontro e di ritrovo di tutti i monzesi e non solo. 

 

Le luci delle feste. Per rendere ancora più festosa l’atmosfera natalizia, il Comune di Monza anche quest’anno si è avvalso della collaborazione di diversi partner privati che hanno “adottato” le singole vie, consentendo la realizzazione di un progetto coordinato di addobbi e luminarie, che rendono suggestivo il clima di Natale sia durante il giorno sia nelle ore notturne. Sono 20 le vie coinvolte: Via Vittorio Emanuele, Via Bergamo, Via Amati, Via San Fruttuoso/Via Tazzoli, Via Marelli, Via Risorgimento, C.so Milano, Via Volta, Via Mapelli, P.zza Carducci, Via Italia, Via Carlo Alberto, Viale Cesare Battisti e Fontana avancorte Villa Reale, Via Zucchi, P.zza San Giovanni Bosco e via Leonardo da Vinci, Via Mantegazza, Spalto Maddalena, Via De Gradi e Via Zanata.

Quest’anno grazie alla collaborazione dei tanti partner e dei commercianti che hanno voluto aderire all’iniziativa, ben cinque quartieri della città sono protagonisti delle luci delle feste.

“La costruzione di un programma così variegato ha richiesto mesi di lavoro – spiega l’Assessore al Commercio e alla CulturaMassimiliano Longo - Mi auguro che i monzesi apprezzino le novità di questa edizione che è stata resa possibile anche grazie ai commercianti e ai tanti partner che hanno collaborato con grande generosità ad offrire eventi, spettacoli e occasioni di festa”.

“Natale tra gli Spalti” - novita’ 2018. Nel cuore degli Spalti, nella Piazzetta tra Via Colombo, Vicolo Molino e Spalto Santa Maddalena, saranno allestite per la prima volta alcune mini baite natalizie. In programma laboratori creativi per imparare a realizzare ghirlande e altri allestimenti natalizi, piatti tipici, giocattoli e tanti altri oggetti.

Il sabato e la domenica aperitivi natalizi e spettacoli musicali, con vin brulè e castagne, DJ set, musica e cori natalizi. Lungo il percorso di luci degustazione di menù tipici.

Lunedi 24 la sbicchierata di natale dalle ore 22 e lunedì 31 la sbicchierata per festeggiare il nuovo anno da mezzanotte.

L’Arengario di solidarietà. Sotto i portici dell’Arengario si alterneranno le Associazioni e le Onlus cittadine, che avranno l’opportunità di farsi conoscere e promuovere attività benefiche e di solidarietà.

Big coast to coast express: il Trenino di Natale. Il trenino di Natale attraverserà le strade del centro storico per tutto il mese di dicembre, fino al 6 gennaio dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 20.00. Costo della corsa 3,00 €

Il percorso: partenza – capolinea da piazza Roma, proseguimento in direzione di via Carlo Alberto, piazza Citterio, via Appiani, via Zucchi, via P. Mantegazza, piazza Carducci, Largo XXV Aprile, piazza Trento e Trieste, via degli Zavattari, via G.B. Passerini, via Italia, via Manzoni, via G.B. Passerini, via degli Zavattari, piazza Trento e Trieste, Largo XXV Aprile, piazza Carducci ed arrivo in piazza Roma. Lungo il percorso sei fermate rispettivamente in piazza Roma (capolinea), piazza Carrobiolo, via P. Mantegazza, piazza Trento e Trieste (altezza liceo Zucchi), via Passerini, largo Mazzini.